Treccine Afro: Ecco Come Realizzarle In Casa, Da Sola O Facendoti Aiutare

I nostri consigli per avere l'hairstyle più glamour del momento, senza rovinare i capelli!

image
INDICE

Cos’hanno in comune Beyoncé, Kim Kardashian e Heidi Klum? Sono tutte famosissime, ed è certamente vero, ma c’è qualcosa che le unisce al di là del loro status di celebrity mondiali: le treccine afro! Sono ormai moltissime le star che vanno pazze per questa inconfondibile acconciatura e non perdono occasione per sfoggiarla su social e red carpet.

Un look indissolubilmente associato alla black community e sdoganato in tempi recenti anche per chi black non lo è: Bo Derek nel ’79 fu tra le prime a portare treccine afro su capelli biondissimi, legandovi per sempre la sua immagine sexy e audace.

Anche oggi, sempre più ragazze di ogni etnia e provenienza adottano questa acconciatura per la scuola, il lavoro e gli eventi speciali, rendendola popolare a ogni latitudine.

Insomma, tutti gli indizi portano a una sola conclusione: insieme alle trecce alla francese e al taglio Mullet, le cosiddette African braids rientreranno a pieno titolo negli hairstyle più amati della primavera/estate 2022. Piacciono anche a te? Non ti resta che scoprire tutto quello che c’è da sapere sul look più cool del momento, con qualche consiglio per realizzarlo nel migliore dei modi.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Beyoncé (@beyonce)

Le treccine afro fanno male ai capelli?

Una domanda che in molti si pongono e cui vale la pena dare una risposta: le treccine afro possono danneggiare i capelli? No, se gestite correttamente, le Afro braids sono perlopiù innocue; ti sorprenderà scoprire che rientrano fra le acconciature più indicate per proteggere da stress e danni le chiome afro. Questo a patto che si usino tutti i debiti accorgimenti!

Tra i rischi del fare treccine eccessivamente strette o del tenerle troppo a lungo ci sono la cosiddetta alopecia da trazione, ovvero il progressivo indebolimento della chioma per la tensione dei capelli, e la follicolite da trazione, che comporta dolorosi eritemi: non è un caso che queste patologie siano molto diffuse tra chi adotta acconciature afro-caraibiche, ricche di trecce, code di cavallo ed extension assai rigide.

Un problema che riguarda sia adulti che bambini e che va curato per tempo; tuttavia, come ben sappiamo, la miglior cura è sempre prevenire, nel nostro caso con treccine ben fatte e ben curate!

Oltre a questo, prima di buttarti sulle Afro braids, è importante che ti assicuri d’avere capelli forti, idratati e perfettamente in salute. Una chioma debole, con steli fini e secchi, che tendono a spezzarsi facilmente, non è indicata per questo tipo di acconciatura, che rischierebbe di aggravare la situazione. In ogni caso, non tenere mai le treccine per più di 1 o 2 mesi e non più di una volta all’anno.

Treccine afro: quante sono le varianti?

Come tutti gli hairstyle con radici in là nel tempo, anche le treccine afro si sono evolute in tantissime versioni diverse. Potrai farle su capelli lunghi o corti, aggiungendo extension per rendere più pieno e corposo l’effetto finale, oppure inserendo nastri colorati: ci sono davvero moltissime possibilità e si addicono a ogni tipo di viso. Le più diffuse, oltre a quelle classiche, sono essenzialmente 2: i Cornrows, e le Box braids!

Cornrows

Cornrows treccine

Tra i look afro più diffusi, i cosiddetti Cornrows sono treccine aderenti al cuoio capelluto e possono ricoprire tutte la testa – dalla fronte al collo – o interrompersi sulla nuca. Abbiamo visto questo tipo di look su Rihanna e Jaden Smith, per esempio, che lo sfoggiò sin da quando, ragazzino, esordì nel mondo del cinema.

Potrai scegliere fra trecce spesse o sottili, anche in base al tipo di capello, e optare per un look più o meno classico: chiaramente, per creare forme complesse dovrai per forza rivolgerti a un esperto in questo tipo di hairstyle, mentre per le classiche treccine ti basterà un po’ di attenzione e manualità.

Box braids

treccine Box braids

Avrai certamente visto questo look su Janet Jackson e Zoe Kravitz, due vere appassionate di Afro braids. Per realizzarlo, dovrai suddividere le ciocche in “caselle” o box di forma e dimensioni regolari; completata l’intera superficie della testa, dovrai realizzare le trecce una a una, partendo dalla base e proseguendo su tutta la lunghezza dei capelli.

Un look super cool anche nella versione Jumbo box, che si ottiene suddividendo le ciocche in caselle più larghe, e nella versione Triangle box, con sezioni triangolari. Entrambe le tipologie si addicono in particolare ai capelli spessi e pesanti, che ricadono meglio, mettendo in evidenza le linee dello styling. Se vuoi un risultato semplice ma da urlo, questo è decisamente il look per te!

Treccine afro: istruzioni per l’uso!

Treccine afro istruzioni per l’uso!

Come abbiamo visto, le tipologie di treccine afro sono davvero moltissime e vanno dalle più semplici alle più articolate. Di seguito ti spiegheremo come realizzare le treccine classiche, cioè quelle basilari; un metodo che, con le giuste variazioni, potrai applicare anche ai look più complessi. Ma veniamo al punto: come si fanno le treccine afro?

Step 1. Valuta la salute dei capelli

Le Afro braids sono piuttosto impegnative per la chioma e per questo è importante che i capelli siano adeguatamente preparati: in primis, accertati che siano ben nutriti e idratati: questo eviterà che si spezzino sia durante l’intreccio che per tutto il tempo in cui terrai le treccine.

Step 2. Lava i capelli

Se ritieni che i tuoi capelli siano in salute e idonei alle treccine, puoi partire con la realizzazione. Lava con cura la chioma, premurandoti di utilizzare uno shampoo idoneo: per capelli grassi, colorati o antigiallo, per esempio, in modo che la base di partenza per le tue Afro braids si presenti al top.

Al termine di questo step, la chioma e il cuoio capelluto dovranno essere perfettamente puliti e privi di impurità. Se necessario, applica un balsamo districante, per rimuovere eventuali nodi. Infine, asciuga con cura i capelli: potrai lasciarli all’aria aperta o usare un asciugacapelli, impostandolo su temperature basse.

Step 3. Pettina i capelli

Pettina delicatamente l’intera chioma, ciocca per ciocca, così da eliminare nodi residui. Questo passaggio è importantissimo per facilitare le operazioni, ma anche per evitare capelli spezzati e fastidiose matasse da sbrogliare, una volta sciolte le trecce. Se hai capelli particolarmente ricci e ribelli, puoi procedere con una veloce stiratura, ricordando di mantenere la temperatura bassa e applicare un buon termoprotettore.

Studi hanno dimostrato come la temperatura degli strumenti a caldo sia direttamente responsabile dei cosiddetti danni termici. In altre parole, maggiore è la temperatura utilizzata, maggiori saranno i danni subiti dalla chioma. Per scongiurarli, gli esperti consigliano di utilizzare la piastra a basse temperature e, nel caso dell’asciugacapelli, di tenerlo ad almeno 15 centimetri di distanza.

Step 4. Dividi la testa in 4 sezioni

Aiutandoti con un pettine a denti larghi e delle pinze per capelli, suddividi la chioma in 4 sezioni – 2 sul davanti e 2 sul retro. La divisione deve essere quanto più precisa possibile, non solo per facilitarti il compito, ma anche per ottenere un risultato finale più ordinato. Fissa ogni sezione con una pinza e concentrati sulla prima ciocca.

Step 5. Inizia a intrecciare!

A questo punto puoi finalmente iniziare con la creazione delle treccine vere e proprie. Seleziona una ciocca di piccole dimensioni dal bordo della prima sezione, afferrandola saldamente tra pollice e indice: cerca di calcolare a occhio la misura più giusta, poiché tutte le treccine dovranno avere più o meno lo stesso spessore. La caratteristica di questo tipo di Afro braids è proprio la regolarità dell’effetto finale.

Suddividi quindi in 3 sezioni: centro, destra e sinistra. Hai delle extension da incorporare nelle tue trecce? Fallo ora! Dovrai piegare a metà la ciocca, posizionandola a cavallo della sezione centrale dei tuoi capelli naturali. In questo modo, le lunghezze delle extension si incorporeranno alle due sezioni laterali.

Procedi dunque con l’intreccio, facendo passare la ciocca destra sotto alla ciocca centrale, quindi ripetendo l’operazione con la sinistra e via dicendo, per tutta la lunghezza dei capelli.

Step 6. Fissa la treccina

Completata la prima treccina, dovrai fissarla con un piccolo elastico. Procedi dunque nello stesso modo con il resto della chioma, completando la prima sezione e passando via via alle restanti tre. L’operazione potrebbe durare diverse ore, a seconda della quantità di capelli e della complessità delle Afro braids: i saloni professionali arrivano anche a 6 ore di lavoro! Chiaramente, se realizzerai le treccine da sola ti servirà più tempo.

Treccine afro e appropriazione culturale

Treccine afro e appropriazione culturale

Il diffondersi delle treccine afro al di fuori della black community non ha mancato di suscitare qualche malumore. Fra tutti, l’accusa di appropriazione culturale è certamente il più controverso, con gli annessi e connessi del caso. Una questione spinosa, che ha sollevato interessanti dibattiti morali: è giusto adottare usi e costumi di altri popoli? Portare look tipici di culture che non ci appartengano può essere in qualche modo offensivo?

Perplessità che affondano le radici in un passato coloniale lungi dall’essere dimenticato e che meritano più d’una riflessione. Per contro, quale miglior modo di promuovere l’unione tra i popoli, se non condividerne i look? Per quanto ci riguarda, apprezzare le Afro braids e adottarle nel proprio stile può solo avvicinarci, abbattendo barriere che non hanno più senso di esistere.

Conclusione

Amatissime da star e gente comune, le treccine afro stanno rapidamente conquistando il mondo dell’hairstyling, con mille versioni diverse e sempre più glamour. Un look che nasce dalla cultura africana, cui si lega indissolubilmente, ma capace di valicare i confini con il suo stile unico e inconfondibile.

Comode, facili da gestire e adatte a ogni viso, anche quest’anno le Afro braids saranno protagoniste della stagione estiva, con varianti per tutti i gusti e le esigenze. Treccine semplici, Box braids e Cornrows, ad esempio, perfette per rendere il tuo stile sempre più cool, concentrando l’attenzione sui capelli.

Se anche tu vuoi adottare lo stile afro, non ti resta che trovare la variante che preferisci e metterti subito all’opera. Puoi scegliere di fare tutto da sola o farti aiutare da un’amica, per renderne più semplice la realizzazione. Con i nostri consigli e qualche accorgimento otterrai treccine perfette, senza rovinare i capelli; ma ricorda, la cura della chioma resta fondamentale!

Hai trovato questo articolo utile?