Tutto sul Pilates

Il pilates è classificato come una disciplina a basso impatto, in grado di migliorare la nostra stabilità, flessibilità e propriocezione.

Attraverso la ripetizione di alcuni esercizi, permette di coinvolgere i principali gruppi muscolari e in particolare il core che è proprio il fulcro del nostro equilibrio e della nostra postura.

Considerato da molti simile allo yoga, ne condivide alcuni aspetti:

  • Usa la respirazione per eseguire gli esercizi al meglio
  • Sfrutta la concentrazione per avere pieno controllo del proprio corpo
  • Sfrutta la massa corporea come carico per gli esercizi
  • Presta particolare attenzione all’equilibrio e al baricentro

Ovviamente queste due discipline hanno anche svariate differenze.

Pilates Background MyBeautik

Com’è nato il pilates

Inventato da Joseph Pilates intorno al 1915, il suo scopo originario era quello di far acquisire maggiore mobilità a malati e degenti. Pilates creò una serie di esercizi che potessero essere eseguiti da distesi, direttamente dal letto dell’ospedale.

Il grande successo e i miglioramenti riscontrati nei pazienti, lo hanno portato a sviluppare una routine di esercizi (circa 50 in tutto) per chiunque volesse tenersi in forma, chiamata “contrologia”.

Particolarmente benefica per alcuni sportivi, come ad esempio per i ballerini o i karateka, la Contrologia, rinominata poi semplicemente “Pilates”, troverà presto gran fama tra vip e star di New York e diventerà uno sport molto popolare.

Benefici del pilates

Il pilates è uno sport che presenta particolari vantaggi per il nostro corpo e, soprattutto, è ampiamente modulabile per adattarsi a tutti gli obbiettivi e a qualsiasi preparazione fisica.

Ecco i vantaggi del pilates:

  • Migliora la propriocezione, ossia la consapevolezza del nostro corpo e in particolare di come lo muoviamo
  • Migliora la forza muscolare, anche grazie ad alcuni strumenti come il reformer che permettono di aggiungere una resistenza agli esercizi
  • Migliora la postura, riducendo il dolore a schiena, collo e spalle
  • Ha un impatto positivo sulla qualità della vita: dà energia, migliora l’umore, diminuisce lo stress, rinforza il sistema immunitario e migliora il sonno
  • Migliora la vita sessuale, sia grazie ad una maggiore consapevolezza del nostro corpo, che grazie all’allenamento dei muscoli pelvici, molto importanti per i rapporti sessuali
  • Migliora la flessibilità, l’equilibrio e la coordinazione

Come si evince dalla lista dei benefici, tutti possono trarre giovamento dalla pratica del pilates. Sia i principianti, che gli sportivi di alto livello, sia i giovanissimi che gli anziani.

Principi fondamentali del pilates

Come abbiamo detto, il pilates è nato come ginnastica riabilitativa per degenti ed è stato poi sviluppato come disciplina sportiva a sé stante. Ma su quali principi si è concentrato, Joseph Pilates, nell’ideare gli esercizi che avrebbero poi definito questo sport?

  • Respirazione
  • Concentrazione
  • Baricentro
  • Controllo
  • Precisione
  • Fluidità

Questi principi si concretizzano come segue:

  • Muscoli forti ma snelli: il pilates lavora col peso del corpo o con delle resistenze leggere, inoltre promuove l’allungamento muscolare, motivo per cui i muscoli risultano tonici ma anche longilinei e snelli.
  • Favorire sia la forza, che l’agilità e la leggiadria: lo scopo del Pilates è renderci atletici e in grado di muoverci agilmente. Ecco perché si focalizza sia sulla forza, che sull’elasticità, con esercizi in serie che vengono eseguiti in modo fluido e senza interruzioni.
  • Sfruttare il peso del corpo per l’allenamento, proprio perché il pilates serve per la vita quotidiana, durante la quale è principalmente il nostro corpo che dobbiamo muovere.
  • Respirare in modo costante e profondo è essenziale per supportare gli esercizi con il sistema cardiocircolatorio.
  • La concentrazione è alla base della pratica, per eseguire gli esercizi in perfetto equilibrio, in modo preciso e avendo, per tutto il tempo, il controllo del proprio corpo e dei propri movimenti.

Cosa serve per praticare pilates

Il pilates si pratica, generalmente, in due modi:

  • A terra, su un tappetino
  • Su delle macchine analogiche, chiamate “reformer”

Pilates “a terra”

Chi non ha grossi vincoli fisici e possiede già un buon livello di fitness, può facilmente svolgere gli esercizi al tappetino. Essi possono essere eseguiti semplicemente a corpo libero, oppure aggiungendo alcuni piccoli attrezzi, per variare e intensificare l’esercizio, come ad esempio:

Pilates con reformer

Il reformer è un “apparato” (così viene definito in gergo tecnico), ossia una macchina dotata di panca imbottita scorrevole, con un sistema relativamente complesso di sbarre, leve, corde e molle, per allenare il corpo a 360 gradi.

Serve principalmente ad accompagnare e correggere i vari esercizi, ma in taluni casi anche per intensificarli, dal momento che offre alcuni accessori che applicano una resistenza.

Sebbene sia possibile imparare ad usarlo per allenamenti autonomi, viene solitamente usato per corsi di fitness o sedute riabilitative, in cui un istruttore illustra e spiega le combinazioni di esercizi da eseguire su di esso.

Oltre al reformer classico, ne esistono due varianti:

  • Il Cadillac, ancora più grande, che offre la possibilità di eseguire esercizi diversi
  • Il Tower, ossia una versione semplificata del reformer, che viene fissata al muro

Quali tipi di pilates esistono?

Nel corso degli anni si sono sviluppate alcune varianti di Pilates, per adattarsi a gusti ed esigenze di chi lo pratica. Le più famose sono:

  • Pilates classico: quello più simile alla disciplina della Contrologia sviluppata da J. Pilates. Prevede sia la pratica al tappetino, che quella con reformer, e si concentra su poche ripetizioni di diversi esercizi.
  • Reformer pilates: in questo tipo di allenamento gli esercizi si svolgono esclusivamente -o quasi- sul macchinario. Viene praticato spesso dagli anziani o da chi deve eseguire terapie riabilitative.
  • Contemporary pilates: il contemporary pilates descrive diverse discipline ma, di base, sfrutta il pilates classico aggiungendovi principi di fisioterapia o chinesiologia. Mira dunque a sfruttare la disciplina tradizionale, adattandola alle recenti scoperte scientifiche, per scopi riabilitativi o propedeutici/integrativi ad altre discipline sportive.
  • Mat pilates: questo è il tipo di pilates che si esegue interamente sul tappetino ed è la forma più diffusa, poiché molto accessibile sia in termini economici che di spazio. Il reformer, infatti, seppur molto efficace, necessita di un notevole investimento economico e di uno spazio dedicato. Il mat pilates può essere praticato anche con gli accessori e attrezzi menzionati sopra.
  • Clinical pilates: questo tipo di pilates è incentrato esclusivamente sulla riabilitazione, in particolare dopo interventi chirurgici o infortuni importanti. Si focalizza spesso sul recupero funzionale di colonna vertebrale e bacino. In questo caso il paziente praticante viene sempre seguito da fisioterapisti, medici ed esperti.

Esplora Pilates

Pilates
Principianti
Attrezzatura e abbigliamento
Esercizi e allenamenti
pilates Come è Nato e Perché è Così Famoso
19 benefici del pilates

Esplora Pilates

Tutto in fitness