7 cosmetici che fanno bene alla tua pelle e 5 che non dovresti usare!

La pelle è il nostro strato più superficiale ma si irrita e si danneggia facilmente, con la possibilità di creare anche danni interni. Scopri cosa fa bene all'epidermide e cosa invece dovresti evitare.

7 cosmetici fanno bene alla tua pelle
INDICE

Nell’articolo “31 Things The Beauty Industry Doesn’t Want You To Know” (31 cose che l’industria cosmetica non vuole farti sapere, comparso sulla nota rivista online thehealthy.com, vengono messi in luce quelli che sono considerati gli scheletri nell’armadio del mondo della cosmesi.
L’articolo racconta – a volte anche in maniera opinabile – le verità scomode nelle quali ci imbattiamo quando acquistiamo un cosmetico; tra queste, l’ovvio impatto del packaging sul prezzo del prodotto, ma anche cose meno note, come il fatto che in base ai test di laboratorio l’unico elemento davvero efficace nella diminuzione delle rughe sia il retinolo a dispetto delle centinaia di prodotti venduti come “antirughe”.

Questa premessa per ricordarti che quando acquisti un prodotto dovresti essere certa della sua reale efficacia e non lasciarti prendere dall’entusiasmo per quella bella pubblicità che hai visto sul giornale.
La pelle è a tutti gli effetti un organo, non solo un involucro. Essa divide l’interno dall’esterno e reagisce a centinaia di stimoli che ne possono alterare lo stato di salute. Scegliere prodotti che siano rispettosi della sua natura è indispensabile per garantirle una vita sana e prosperosa.

Il rispetto per la pelle e i cosmetici che usiamo

Come abbiamo detto, la pelle reagisce a centinaia di stimoli che vanno dalla temperatura corporea all’inquinamento, dalle abrasioni ai cosmetici. Proprio i cosmetici, e i loro componenti in particolare, rappresentano la maggior parte degli stimoli esterni che la pelle subisce ogni giorno.

Si calcola che quotidianamente siano più di 500 le sostanze contenute nei cosmetici che entrano in contatto con il nostro derma.

Purtroppo non tutte sono efficaci come promettono, altre sono inerti, alcune dannose, ma la maggior parte nascondono insidie di cui non sappiamo ancora nulla e che sono impiegate perché, allo stato attuale della sperimentazione, non hanno effetti collaterali noti e non stimolano allergie. Una sperimentazione nel lungo tempo ancora non esiste.

La dott.ssa Pucci Romano, presidente Skineco (l’Associazione internazionale di dermatologia ecologica) ricorda l’importanza di leggere l’INCI dei prodotti che applichiamo alla nostra pelle e sottolinea come un cosmetico eco-dermo-compatibile sia sempre da preferire. Diversamente, suggerisce di applicare il principio di precauzione: se non lo conosco lo evito. In pratica quando ci si trova davanti a ingredienti dei quali non si sa nulla sarebbe bene passare oltre, preferendo quelli che possono vantare una sperimentazione più lunga nel tempo.

Presti attenzione alle etichette dei comestici che acquisti?

7 cosmetici che fanno bene alla pelle

Abbiamo visto che scegliere un cosmetico adatto non è sempre facile. Il tipo di pelle, il tipo di vita che conduciamo e le nostre abitudini influenzano notevolmente la scelta del prodotto giusto; inoltre, non tutti i cosmetici che il mercato ci mette a disposizione sono adatti ad essere applicati sulla pelle.
Ci sono però cosmetici che possono aiutarci ad avere una cute più sana e bella e che non dovremmo mancare di avere con noi. Vediamo insieme quali sono.

1. Creme solari

Creme solari

L’efficacia delle creme antirughe rimane una certezza solamente per le aziende produttrici che, a tutt’oggi, non sono realmente in grado di fornire risultati scientifici che stabiliscano il tangibile effetto dei loro prodotti.
A parte il retinolo che pare avere davvero un riscontro sulla cura delle rughe, gli unici altri cosmetici utili in questo senso sono le creme solari.

Il sole è il nemico numero uno della giovinezza cellulare; i raggi UV colpiscono la pelle indipendentemente dalla stagione o dal clima e il loro effetto si traduce in un progressivo invecchiamento cellulare. Sembra incredibile ma molte persone non usano le creme solari quando invece andrebbero impiegate tutto l’anno (a differenti FP) per garantire una pelle sana e giovane.

2. Correttori

Tra tutti i cosmetici, i correttori sembrano essere gli unici che non danneggiano la pelle. Gli usatissimi fondotinta hanno lo spiacevole svantaggio – sempre secondo l’articolo di healthy.com – di aumentare e accentuare le rughe, mentre le polveri quello di seccare la pelle. Dunque sarebbe bene preferire i correttori che si dimostrano più rispettosi della normale idratazione cutanea.

3. Tonici

Tonici

In questi ultimi anni il mercato ci offre una ricca varietà di tonici per la pelle, ma sono davvero così efficaci? Come abbiamo detto sopra dovremmo essere certe che non ci siano sorprese quando utilizziamo un cosmetico e alcuni tonici ne nascondono una particolarmente insidiosa: l’alcol.

Questo elemento non è decisamente un amico della nostra pelle; anche per i tonici astringenti sarebbe bene preferire quelli che hanno una componente idratante anche se sono da applicare sulla pelle grassa.

4. L’acido ialuronico

Usatissima nelle creme anti-età, questa molecola si trova naturalmente presente nel nostro derma e ne garantisce l’elasticità. I cosmetici arricchiti con l’acido ialuronico sono in grado di aiutare a mantenere l’elasticità e la compattezza della pelle, migliorandone visibilmente l’aspetto nel giro di poche settimane.

5. Creme idratanti

Creme idratanti

L’abbiamo già scritto, l’idratazione è alla base della buona salute della pelle; possiamo sostenerla tramite l’alimentazione e con una vita sana, ma la coccola perfetta è un velo di crema idratante che possa far dimenticare alla nostra cute tutte le fatiche della giornata.
Dopo la doccia, dopo aver deterso il viso, dopo un trattamento con l’aspiratore di punti neri, dopo una maschera all’argilla o semplicemente perché la pelle ne ha bisogno, un massaggio con queste creme è in grado di rimettere in sesto anche la cute più stressata.

6. Maschere depuranti

Esistono una moltitudine di maschere depuranti per il viso che sono davvero efficaci perché hanno un tempo di permanenza adeguato al nutrimento della pelle. Scegli quella più adatta alle tue esigenze e goditi un momento di relax. Prima di applicare la maschera, ricorda di aiutarne l’effetto con un bagno di vapore.

7. Cerotti per punti neri

Cerotti per punti neri

I cerotti per punti neri possono essere molto comodi: inumidisci la pelle, applichi, lasci agire e infine rimuovi. Sono utilizzati principalmente per la zona a T e questo è un po’ un limite. Se i punti neri sono posizionati fuori da quest’area sono difficili da raggiungere. Se non riesci a gestire i cerotti come vorresti, prova con gli aspiratori di punti neri: possono essere utilizzati su qualunque parte del viso e in maniera molto più mirata. Nella nostra guida all’acquisto troverai i migliori modelli di aspiratori di punti neri e tanti consigli su come utilizzarli.

5 prodotti da NON usare per la salute della pelle

Esistono poi una serie di prodotti che non sono amici della pelle. Il loro impiego può rivelarsi dannoso per la pelle e causare danni anche piuttosto seri.

1. Cosmetici di bassa qualità

Cosmetici di bassa qualità

In generale, assicurati di non comprare prodotti di bassa qualità. Non significa che devi acquistare soltanto cosmetici costosi, anzi! Come abbiamo già detto, l’apparenza inganna e dietro a un packaging estremamente invitante e un’etichetta del prezzo da capogiro, potrebbe nascondersi la peggiore formulazione di sempre. Impara a leggere l’INCI dei prodotti e a scoprire quali sono le sostante più dannose per la nostra pelle. Quando avrai queste “skills” tecniche, nessuno potrà più ingannarti e potrai scegliere in completa autonomia cosa è meglio per te e se quello che hai di fronte è un cosmetico che vale la cifra che costa!

2. Detergenti aggressivi

Non ci stancheremo mai di ripeterlo: la pelle è un organo delicato! Per questo il detergente che usi quotidianamente non dovrebbe essere improvvisato, ma studiato apposta per il tuo tipo di pelle, contenere ingredienti il più naturali possibile e, senza dubbio, essere eco-dermo-compatibile.

3. Cipria

Cipria

La polvere sul viso non è esattamente un toccasana, anche se realizzata proprio per questo scopo. Le ciprie occludono i pori impedendo la normale respirazione della pelle, la asciugano e stimolano la produzione di sebo da parte delle ghiandole sebacee con le conseguenze che puoi ben immaginare. Preferisci invece i correttori, la cui formulazione consente una maggiore traspirazione della cute.

4. Scrub… nel modo sbagliato

Lo scrub può essere molto utile per pulire la pelle da sporcizia, cellule morte e punti neri, ma se applicato nel modo sbagliato causerà irritazioni e lesioni di cui la pelle fa volentieri a meno.
Il modo corretto per avvalerti dell’efficacia dello scrub è attraverso movimenti circolari e leggeri e, soprattutto, non applicarlo mai sui brufoli infiammati perché il risultato sarà una vera catastrofe che rischia di lasciare segni permanenti.

5. Tonici all’alcol

Tonici all’alcol

Si chiama rebound ed è un effetto spiacevole che causano i tonici – soprattutto astringenti – che contengono alcol. Questo elemento causa la chiusura dei pori, ma al tempo stesso asciuga la pelle che per difendersi da uno stato di disidratazione è stimolata a produrre più sebo. Il risultato finale è una pelle unta, grassa e tendente ai punti neri.

Conclusioni

Come hai visto, se alcuni cosmetici sono da considerarsi off limits in assoluto, altri possono essere utili o dannosi a seconda del loro utilizzo. Rimane però sempre in vigore la sacra legge della pulizia! Mai coricarsi senza aver rimosso il make-up. Durante la notte la pelle si rigenera e se non riesce a farlo perché i pori sono ostruiti dai residui di trucco, perderà luminosità e tonicità.
Spendere soldi in creme per dare luce alla pelle e poi non portare a termine la routine giornaliera come si deve non ha alcun senso. Se vuoi una cute sana, dovrai prendertene cura ogni giorno con impegno e dedicargli il tempo che merita.’