Aspiratori per punti neri: scopri tutti i benefici che puoi trarre da questo strumento e come utilizzarlo al meglio

Un piccolo, potente strumento al tuo fianco nella guerra ai punti neri! Come funziona l'aspiratore per punti neri e come usarlo al meglio?

Aspiratori per punti neri scopri tutti i benefici
INDICE

Se maschere, scrub e vita sana non sono sufficienti a liberarti dai punti neri, l’unico rimedio è l’aspiratore di punti neri. Questo piccolo e potente strumento è in grado di garantirti un risultato tangibile dove anche i migliori cerotti hanno avuto la peggio. Ma di cosa si tratta?

Aspiratore di punti neri: cos’è

Questo è uno di quei casi in cui il nome dice tutto. Gli aspiratori di comedoni – o punti neri – sono strumenti che lavorano come dei mini aspirapolvere, creando un vuoto in una piccola area del viso che gli permette di estrarre impurità e punti neri. La loro azione sulla pelle è immediata; i pori appaiono subito liberi e il risultato finale è una cute dal colorito più brillante.
Ma non solo i punti neri, anche residui di trucco, polvere, smog, cellule morte ed eccessi di sebo sono rimossi velocemente con il passaggio dell’aspiratore.
Inoltre la sua azione applica un micro massaggio alla pelle (richiamando sangue attraverso i capillari) che appare più rassodata e vitale nel giro di poche settimane.

Funziona veramente?

Sì, certamente! Come abbiamo visto, non dovrai aspettare giorni o settimane per vedere i primi risultati, i pori saranno immediatamente liberi dallo sporco e tu sarai molto contenta!
Per toccare con mano un risultato reale per quel che riguarda la tonicità cutanea, invece, saranno necessari alcuni trattamenti prima di poter sfoggiare un volto tonico e a forma di V.
Le numerose testimonianze dei clienti che hanno utilizzato l’aspiratore di punti neri sono concordi nell’affermare che sia un prodotto capace di garantire il risultato e ti permetterà di avere sempre la pelle limpida; non si tratta di una bacchetta magica, ma ci va vicino!

Che tipo di approccio hai con la tua pelle?

Come si usa l’aspiratore di punti neri

Come si usa l’aspiratore di punti neri

Prima di cominciare, ti invito a scorrere la nostra guida all’acquisto dove troverai una selezione dei migliori aspiratori di punti neri e molti altri interessanti consigli.
Trattare la pelle con l’aspiratore di comedoni è davvero molto semplice, ma richiede costanza, attenzione e una serie di passaggi precisi. Diversamente, il rischio di fare danni è piuttosto alto ma siccome a nessuna piace l’idea di andare in giro con dei lividi sul viso, ecco una piccola serie di trucchi che possono aiutarti ad utilizzare al meglio questo strumento:

1. Prepara il viso

I trattamenti diretti al volto dovrebbero sempre esse preceduti da una corretta preparazione che aiuti la pelle a rilassarsi.
Utilizza un asciugamano caldo per aprire i pori, oppure un bagno di vapore che puoi realizzare con uno strumento specifico (facilmente reperibile online) o portando a bollore un pentolino di acqua.
Lascia che il vapore apra delicatamente i pori.

2. Usa l’aspiratore

Scegli la testina giusta e imposta la velocità più adatta (se è la prima volta ti consigliamo di partire con la potenza di aspirazione più bassa), avvicina l’aspiratore al viso mantenendolo a 45° e muoviti seguendo le linee del volto. Non fermarti mai per più di 2 secondi sullo stesso punto: la potenza esercitata dagli aspiratori è molto alta e rischia di rompere i capillari.

3. Ringrazia la pelle

Quando hai terminato il trattamento risciacqua il viso con acqua fresca che aiuti a richiudere i pori e applica una crema idratante che dia sollievo agli eventuali arrossamenti e nutra la cute. La tua pelle a questo punto si potrà godere un po’ di meritato relax e una coccola tutta per sé.

4. Pulisci l’aspiratore

Igiene prima di tutto! Smonta le parti removibili del tuo aspiratore e puliscile con detergenti neutri. Se è il caso getta il filtro e sostituiscilo con uno nuovo.

Allarme lividi: cosa fare quando il danno è fatto

L’estrattore di punti neri è uno strumento che può facilmente essere preso sotto gamba: piccolo, leggero, all’apparenza poco più di un giocattolo, ma è in grado di sviluppare una potenza di estrazione che arriva anche a 65 kPa.

Se usato in maniera non corretta il rischio è quello di rompere i capillari, creare lividi o, nel migliore dei casi, ritrovarsi il volto pieno di puntini rossi, un effetto morbillo poco auspicabile.

Un consiglio importante è quello di non lasciarsi coinvolgere dalle numerose potenzialità dell’aspiratore e di cominciare i trattamenti con la potenza al minimo, soprattutto se non sei pratica.
Ricorda di muoverti sempre: lentamente ma costantemente!
Se la poca esperienza o un momento di distrazione hanno comunque causato un livido, sappi che ci sono alcune possibilità di correre ai ripari.

  • Un buon metodo per ridurre i lividi è trattarli tempestivamente con del ghiaccio: il freddo riduce l’apporto di sangue ai tessuti e di conseguenza l’estensione dell’ematoma.
  • Se invece ti sei accorta in ritardo del danno e ormai la macchia violacea è perfettamente formata, puoi velocizzarne il riassorbimento con il caldo (un bagno potrebbe essere la soluzione). Il calore, stimolando la circolazione sanguigna, aiuta a riassorbire il sangue fuoriuscito dai capillari e di conseguenza il livido.
  • Ci sono poi rimedi naturali molto validi come l’arnica, l’aloe vera e la calendula, disponibili in creme o gel: danno sollievo alla pelle e aiutano l’ematoma a riassorbirsi.