Crema Solare: Ecco Perché È Così Importante Applicarla

Cos'è l'SPF e tutto ciò che devi sapere sulla protezione solare!

Crema Solare Ecco Perché È Così Importante Applicarla
INDICE

Le creme solari sono delle formulazioni specifiche che bloccano le radiazioni solari e ne limitano tutti gli effetti nocivi a livello della nostra cute. Non tutti sanno, infatti, che il sole fa bene alla salute perché stimola la produzione di vitamina D ma, anche, che un’esposizione diretta e prolungata espone a due problemi:

  • Invecchiamento della pelle
  • Tumori della pelle

I raggi solari devono essere schermati per impedire che penetrino troppo in profondità nella pelle e questo processo deve avvenire ogni giorno, anche durante le normali attività quotidiane!

Infatti, non bisogna pensare alle conseguenze dell’esposizione ai raggi solari solamente quando si va al mare o quando ci si vuole abbronzare, la nostra pelle è costantemente colpita dalle radiazioni solari, ogni giorno, in estate e in inverno.

Le creme solari hanno il compito di formare una barriera protettiva che riflette i raggi solari dannosi per la nostra cute con lo scopo di mantenerla giovane e tonica.

Raggi solari e invecchiamento della pelle

L’esposizione ai raggi solari è la prima causa di invecchiamento della pelle, noto come photoaging, causata da stress ossidativo e infiammazione. Le creme solari sono state approvate a livello mondiale dalla Food and Drug Administration per la prevenzione del tumore della pelle e aiutano a mantenere la cute giovane perché limitano l’esposizione ai raggi solari.

La luce del sole raggiunge la terra attraverso due tipi di raggi, UVA e UVB, entrambi dannosi per la pelle perché favoriscono la formazione delle rughe e dei tumori della pelle.

  • Raggi UVA – Ultraviolet A: Sono responsabili dell’invecchiamento della pelle, causano le rughe e sono in grado di oltrepassare le comuni finestre di vetro.
  • Raggi UVB – Ultraviolet B: Questi sono i principali responsabili delle ustioni e delle scottature e vengono bloccati dalle comuni finestre di vetro degli appartamenti.

L’invecchiamento della pelle deriva soprattutto dall’esposizione giornaliera a basse dosi di radiazioni UV che non causano cambiamenti visibili nel breve termine ma i cui effetti sono rilevabili con il passare degli anni. Si ritiene che l’80% dell’invecchiamento della pelle sia dovuto alla normale esposizione al sole di ogni giorno durante le attività quotidiane.

Come funzionano le creme solari

Le creme solari contengono una serie di ingredienti che impediscono ai raggi UV del sole di raggiungere la pelle. Esistono due tipologie principali di creme solari:

  • Creme solari minerali: Queste creme proteggono la pelle dal sole riflettendo e assorbendo i raggi solari. Contengono delle particelle di origine minerale (ossido di zinco e diossido di titanio) che formano una barriera e impediscono ai raggi UV di penetrare all’interno della pelle. Le creme solari minerali sono indicate in caso di pelli sensibili.
  • Creme solari chimiche: Queste creme assorbono i raggi solari chimicamente e impediscono che penetrino nella pelle. Contengono degli ingredienti di origine sintetica, per esempio Avobenzone e Homosalate, che trasformano i raggi UV in raggi non-UV e prevengono i danni dell’esposizione solare. Le creme solari chimiche vengono dette anche creme solari organiche.

Raggi solari e SPF

La maggior parte delle creme solari protegge sia dai raggi UVA che dai raggi UVB. Lo standard di riferimento è il fattore SPF (Sun Protection Factor) che è una misura di quanta protezione la crema fornisce contro i danni provocati dai raggi solari. Una crema solare con SPF 15, per esempio, indica che la pelle impiega un tempo 15 volte maggiore per scottarsi rispetto all’esposizione senza protezione solare.

Molte creme solari utilizzano sia ingredienti minerali che chimici, quindi nella maggior parte dei casi la scelta viene fatta in base all’esperienza personale e alla tipologia di pelle. Una buona crema solare deve avere un SPF maggiore o uguale a 30 e deve essere utilizzata ogni giorno, quindi è consigliabile scegliere una formulazione leggera che abbia anche un effetto antiaging.

Tumori delle pelle e fattori di rischio

L’esposizione ai raggi solari è senza dubbio una delle principali cause che contribuiscono alla formazione dei tanto discussi tumori della pelle, ma esistono anche molti altri fattori che possono aumentare il rischio di sviluppare un melanoma:

Raggi UV

I raggi ultravioletti raggiungono la pelle con l’esposizione al sole e alle lampade solari e danneggiano il DNA delle cellule epiteliali. I raggi UV costituiscono solamente un piccola parte dei raggi solari, ma sono i principali responsabili dei danni alla cute.

Nei

I nei non necessariamente indicano che quel soggetto è più esposto al rischio di sviluppare un melanoma, ma le persone con molti nei sul corpo devono periodicamente eseguire un controllo da uno specialista per verificare che non vi siano variazioni nel colore o nella forma dei nei.

Colore della pelle e degli occhi

Le persone con queste caratteristiche hanno un rischio maggiore di sviluppare un melanoma:

  • Capelli biondi
  • Capelli rossi
  • Occhi verdi
  • Occhi azzurri

Storia familiare

Il primo fattore di rischio del melanoma è la storia familiare, se un parente ha avuto questo tumore della pelle tutti i familiari sono più esposti. In questo caso si tratta di una predisposizione genetica ed è importante che vi sia una storia familiare chiara e che i parenti vengano informati, soprattutto nelle generazioni successive, in modo che si sottopongano a dei controlli periodici dei nei cutanei.

Età

Il danno delle radiazioni UV viene accumulato nel corso della vita, quindi andando avanti con l’età aumenta il rischio di sviluppare un melanoma. L’età media in cui generalmente si riceve la diagnosi di questo tumore è di 63 anni, tuttavia il melanoma è anche molto diffuso tra le donne under 30.

Sesso

Sono più a rischio di sviluppare il melanoma:

  • Le donne sotto i 50 anni
  • Gli uomini dopo i 50 anni

Tipi di tumori della pelle

I tumori della pelle sono i tipi di cancro più diffusi e ogni anno circa 6 milioni di persone negli Stati uniti riceve la diagnosi di questa patologia. Le tre tipologie più comuni di tumore della pelle sono:

  • Carcinoma basocellulare (BCC): Questo tumore compare generalmente nelle zone più esposte al sole.
  • Carcinoma a cellule squamose (SCC): Questo tumore cresce lentamente e si propaga progressivamente alle ossa, ai linfonodi e ai tessuti circostanti. Se diagnosticato in tempo è trattabile.
  • Melanoma: Il melanoma può apparire ovunque sul corpo ed è il tumore che cresce più rapidamente. Può propagarsi al sistema linfatico o attraverso il sangue ed è in grado di raggiungere tutti gli altri tessuti e organi del corpo. Questo tumore deve essere diagnosticato molto velocemente perché se inizia a propagarsi nel resto del corpo può risultare fatale.

I vantaggi delle creme solari

Dovremmo usare la crema solare ogni giorno? Perché questi prodotti sono così importanti per la nostra pelle e per la salute?

  • Riducono l’invecchiamento della pelle: I raggi UVA e UVB danneggiano l’elastina, il collagene e le cellule epiteliali contribuendo alla formazione di rughe e diminuendo l’idratazione della pelle.
  • Prevengono l’iperpigmentazione: L’esposizione ai raggi UV provoca una iperpigmentazione della pelle, cioè si creano delle spot più scuri, le caratteristiche macchie cutanee. La crema solare con SPF protegge completamente dai raggi solari e previene la formazione degli inestetismi cutanei.
  • Riducono l’infiammazione: I raggi solari possono irritare e arrossare la pelle, soprattutto nei soggetti che già soffrono di dermatite o di psoriasi. La crema solare permette di ridurre l’infiammazione dovuta all’esposizione solare e anche di prevenire la secchezza della cute mantenendo una pelle morbida e ben idratata.

Crema solare e vita quotidiana

Quindi, dovremmo usare la crema solare ogni giorno? La nostra pelle è esposta a molti tipi di radiazioni, non solo quelle solari. Anche nei giorni in cui restiamo a casa e non prendiamo la luce del sole diretta, ci sono altri tipi di luci che possono potenzialmente danneggiare la nostra cute, per esempio la luce blu che viene emanata dagli schermi degli smartphone e dei computer. Alcuni studi hanno rilevato che anche la luce blu favorisce lo stress ossidativo e l’invecchiamento della pelle.

Inoltre, i raggi UVA riescono anche a passare attraverso i vetri delle finestre e possono causare problemi alla pelle anche nelle giornate non troppo soleggiate. Le creme solari non sono proteggono dalle radiazioni ma migliorano anche il funzionamento degli altri prodotti cosmetici che applichiamo sul viso: la vitamina C e il retinolo, per esempio, possono irritare la pelle se entrano in contatto con i raggi solari. Il consiglio, quindi, è quello di applicare la crema solare ogni giorno subito dopo la skincare mattutina.

Conclusione

image

Le creme solari non promettono di ringiovanire la pelle, ma formano uno strato protettivo che scherma la cute dai raggi solari potenzialmente dannosi. Il sole, infatti, non costituisce un problema solamente quando andiamo al mare o quando vogliamo abbronzarci, ogni giorno siamo costantemente esposti alle radiazioni solari, anche all’interno delle nostre case! I vetri delle finestre schermano solamente i raggi UVB, ma i raggi UVA penetrano all’interno delle abitazioni e degli uffici e raggiungono la nostra pelle.

La crema solare dovrebbe essere applicata ogni giorno, in qualsiasi stagione, per mantenere una cute giovane ed elastica e per ridurre il rischio di sviluppare tumori della pelle. Esistono diverse formulazioni di creme solari, da quelle minerali a quelle chimiche, non esiste una composizione migliore in assoluto, bisogna scegliere il prodotto che più soddisfa le esigenze della nostra pelle, che non vada ad appesantire e che dia una sensazione di freschezza e idratazione.

Hai altre domande sulle creme solari? Vuoi conoscere nello specifico questi prodotti? Visita il nostro articolo nel quale rispondiamo a tutti i dubbi più frequenti!

Hai trovato questo articolo utile?