Burro Di Murumuru: Tutti I Benefici In Ambito Cosmetico

Un grande alleato della pelle, super idratante, lenitivo e ideale anche per i capelli crespi: scopriamolo!

Aggiornato il

Ricercato e scritto da

Revisione medica di

burro di murumuru
burro di murumuru
Indice

Il segreto per una pelle giovane?

Beh, siamo qui per dirti che, purtroppo, non esiste una formula magica: con gli anni, la nostra pelle è destinata a perdere la sua elasticità, donandoci quei fastidiosi segni del tempo di cui vorremmo tanto liberarci.

Tuttavia, esistono una serie di soluzioni utili a rallentare il processo, e tra queste vi è una profonda idratazione, che possiamo ritrovare nel burro di murumuru.

Forse non ne hai mai sentito parlare, ma i benefici di questo ingrediente sono paragonabili – e in alcuni casi superiori – a quelli di prodotti più conosciuti come il burro di cacao, l’olio di cocco o il burro di karité.

Vediamo di quali si tratta e a chi è più consigliato.

Flash info: burro di murumuru

Tipo di ingrediente: idratante

Principali benefici: idrata in profondità, riduce l’infiammazione e l’irritazione, alleato delle pelli più sensibili

Chi dovrebbe utilizzarlo: chiunque abbia la pelle secca e/o sensibile; sconsigliato per la pelle grassa e a tendenza acneica

Frequenza di utilizzo: quotidianamente

Funziona bene con: ingredienti umettanti (acido ialuronico e glicerina), utili ad attirare le molecole d’acqua, mentre il burro le trattiene all’interno dell’epidermide; combinabile con altri emollienti come l’olio di cocco, l’olio di avocado, il burro di cacao e il burro di karité

Cos’è il burro di murumuru?

Derivato dai semi della pianta Astrocaryum Murumuru, una palma originaria della foresta pluviale amazzonica, questo ingrediente si presenta sotto forma di grasso bianco/giallognolo, ricco di proprietà benefiche per la pelle.

La sua principale funzione è quella di idratante, in grado di riparare la barriera protettiva della pelle migliorando il suo profilo di ceramide e lipidico, rafforzando la sua struttura e, di conseguenza, trattenendo l’umidità al suo interno, proteggendola da fattori ambientali dannosi. Per questo motivo è particolarmente indicato per la pelle più secca, la cui barriera si presenta povera di acidi grassi.

La sua struttura è simile a quella del burro di cacao: esso è infatti composto dagli stessi acidi grassi del burro di cacao tra cui l’acido laurico, l’acido palmitico, l’acido stearico, l’acido oleico e linoleico e l’acido miristico.

Tuttavia, il burro di murumuru possiede una più bassa concentrazione di acido oleico e una leggermente maggiore di acido linoleico, rendendolo meno comedogenico del burro di cacao.

Questi acidi grassi, insieme alla presenza di omega 3, 9, e le vitamine A, C ed E, gli consentono di svolgere una serie di funzioni che vedremo di seguito.

Quali sono i suoi benefici?

1. Idratazione profonda

Grazie al suo elevato contenuto di acidi grassi, il burro di murumuru è in grado di agire sulla barriera protettiva, rafforzando la sua struttura che previene la perdita d’acqua transepidermica e portando a un’idratazione più profonda della pelle, migliorando il suo aspetto e rendendola più morbida ed elastica.

2. Azione lenitiva

Come abbiamo visto, il burro di murumuru è ricco di omega 3 e 9 e di una serie di vitamine fondamentali (A, C, E) che insieme svolgono un’azione lenitiva, in grado di calmare l’irritazione.

Per questo motivo, l’ingrediente è indicato non solo per la pelle più secca, ma anche per chi è affetto da problematiche quali l’eczema, in cui la pelle si presenta screpolata e irritata.

Per quanto il burro di murumuru sia in grado di agire positivamente sulla pelle secca e sulle problematiche che ne derivano, non sono presenti attualmente delle prove cliniche che esaminano la sua azione curativa sull’eczema.

3. Riduce l’aspetto di rughe e linee sottili

Da una barriera protettiva in salute – quindi ricca di acidi grassi – ne consegue una pelle sana ed elastica, requisiti fondamentali per un viso giovane e privo dei segni del tempo. Tuttavia, liberarsi delle rughe è impossibile, essendo esse parte del naturale processo di invecchiamento.

Possiamo comunque ridurne l’aspetto e in questo il burro di murumuru ci viene in aiuto, riempiendo e rimpolpando la pelle. Inoltre, esso contiene al suo interno la vitamina A, un importante antiossidante conosciuto per le sue proprietà anti-age, in grado di favorire un più rapido ricambio cellulare e di proteggere la pelle dai raggi UV.

Tuttavia, come nel caso precedente, non abbiamo dati disponibili su una sua reale efficacia nel contrastare l’invecchiamento.

4. Più leggero rispetto ad altri ingredienti

Come abbiamo visto, il burro di murumuru ha una serie di aspetti in comune con altri ingredienti, tra cui il burro di karité e il burro di cacao, che possiamo ritrovare principalmente nella catena di acidi grassi che lo compongono.

Tuttavia, a differenza di questi, la sua texture è più leggera, quindi in grado di ostruire meno i pori – come nel caso dell’olio di cocco.

Al tempo stesso, sconsigliamo l’utilizzo a chi possiede una pelle grassa e a tendenza acneica, perché potrebbe sempre aumentare la formazione di pori ostruiti, e di conseguenza l’acne.

5. Migliora la salute della chioma

Il burro di murumuru possiede benefici non solo sulla pelle, ma anche sui capelli: esso è infatti in grado di eliminare l’effetto crespo, rendendo la chioma più morbida e luminosa.

Come agisce?

L’acido laurico presente al suo interno gli consente di penetrare il fusto capillare, favorendo l’idratazione che viene sigillata all’interno del capello. Questo si traduce non solo nella riduzione dell’effetto crespo, ma anche in una maggiore morbidezza e lucentezza.

Gli esperti consigliano l’applicazione principalmente sulle lunghezze, che si presentano solitamente più secche e rovinate. L’utilizzo dell’ingrediente sulle radici potrebbe ingrassare eccessivamente il cuoio capelluto.

Applica una piccola quantità di prodotto sulle lunghezze subito dopo la doccia, così da sigillare l’idratazione all’interno del capello e ridurre l’effetto crespo.

A chi è consigliato?

Grazie al suo potere idratante, il burro di murumuru è indicato nei casi di pelle secca, irritata e sensibile, perché in grado di ammorbidire la pelle e di lenire l’irritazione.

Nonostante ostruisca meno i pori rispetto ad altri ingredienti – come l’olio di cocco o il burro di cacao – sconsigliamo l’applicazione sulla pelle grassa e a tendenza acneica, perché potrebbe aumentare la formazione di acne.

In alternativa, puoi sempre servirti del burro di murumuru su quelle parti del corpo che tendono a seccarsi più facilmente, come le mani, i piedi e i gomiti.

Possiede effetti collaterali?

In linea generale, il burro di murumuru è un ingrediente abbastanza delicato che raramente causa effetti collaterali.

Tuttavia, è importante che stia attent*, nell’acquisto, agli ingredienti con cui il burro è combinato: capita spesso che all’interno dei prodotti vi siano alcuni elementi – come una profumazione o dell’alcol – che potrebbero irritare la pelle.

Inoltre, essendo un derivato delle noci e se sei allergico, sarebbe meglio evitare il suo utilizzo; inoltre, consigliamo agli altri soggetti allergici di consultare il proprio medico di fiducia prima dell’applicazione, o di testare il prodotto su una zona sicura (il polso, per esempio) al fine di verificare la comparsa di possibili reazioni cutanee.

Come utilizzare il burro di murumuru?

Sulla pelle

Il burro di murumuru, salvo particolari indicazioni presenti nella confezione (o in caso di pelle grassa e a tendenza acneica) può essere applicato quotidianamente sul viso e sul corpo.

Ti consigliamo di servirtene subito dopo la doccia, il momento in cui i pori sono più dilatati, in modo da favorire l’azione del burro, che trattiene l’umidità all’interno della pelle.

Sui capelli

Se hai i capelli secchi e rovinati, ti consigliamo di applicare il burro come una maschera fai da te, da tenere in posa per una mezz’ora prima dello shampoo.

In alternativa, puoi scegliere di applicarne una piccola quantità sui capelli umidi, in particolare sulle lunghezze.

3 prodotti a base di burro di murumuru

Natura Ekos – Balsamo per lo Styling Murumuru (ca. 21€)

Un prodotto 100% vegano e naturale a base di burro di murumuru, ricco di acido laurico che penetra a fondo nel fusto del capello senza appesantirlo. Il balsamo di Natura Ekos è l’ideale per lo styling, è senza risciacquo e consente di tenere sotto controllo l’effetto crespo, garantendo la morbidezza della chioma per 24h.

Cosmetic Butters – Burro di Murumuru Vergine 1Kg (ca. 49€)

La Cosmetic Butters ci propone il burro di murumuru in versione pura e raffinata, dotato di una serie di benefici tra cui un’idratazione profonda della pelle e un’azione antinfiammatoria, in grado di tenere sotto controllo l’irritazione. Puoi scegliere di utilizzarlo sia sul corpo che sulla chioma.

Natura Ekos- Maschera Riparatrice Murumuru (ca. 28€)

Oltre al balsamo per lo styling, Natura Ekos ci propone anche una maschera riparatrice utile per coloro dotati di una chioma particolarmente secca e rovinata dalle doppie punte.

Essa ti consentirà di districare i capelli con più facilità e di reidratarli: l’ideale è utilizzarla per 1-3 volte a settimana, dopo lo shampoo, lasciandola in posa per una decina di minuti, per poi procedere con il risciacquo.

FAQ sul burro di murumuru

Il burro di murumuru ha una consistenza più leggera rispetto, per esempio, all’olio di cocco, per cui è in grado di ostruire meno i pori. Tuttavia, essendo ricco di acidi grassi, è sconsigliato il suo utilizzo sulla pelle grassa e a tendenza acneica.

Sì, anzi, è consigliato!

Il burro di murumuru consente di tenere a bada l’effetto crespo, penetrando all’interno del fusto del capello e trattenendo l’umidità al suo interno. Di conseguenza i capelli risultano più morbidi e più facili da districare.

In linea generale, no, trattandosi di un ingrediente piuttosto delicato. Tuttavia, essendo un derivato delle noci, consigliamo ai soggetti allergici di consultare il proprio medico di fiducia prima dell’utilizzo.

Conclusione

Il burro di murumuru è l’ingrediente ideale per coloro che desiderano ottenere una profonda idratazione.

Adatto per le pelli secche e sensibili, può essere utilizzato sia sul viso che sul corpo, in particolare nelle zone più colpite dalla secchezza tra cui mani, piedi e gomiti. Inoltre, risulta particolarmente efficace sui capelli, ammorbidendo la chioma e riducendo l’effetto crespo.

Per quanto in grado di ostruire meno i pori rispetto ad altri ingredienti, sconsigliamo il suo utilizzo sulla pelle grassa e a tendenza acneica, perché rischierebbe di aumentare le imperfezioni.

Se vuoi conoscere ingredienti dalle caratteristiche simili, qui puoi trovare la nostra guida dettagliata sul burro di karité.

Hai trovato questo articolo utile?

  • PROTTEY, C. (1977), Investigation of functions of essential fatty acids in the skin
    https://onlinelibrary.wiley.com/action/showCitFormats?doi=10.1111%2Fj.1365-2133.1977.tb15424.x
  • Global Murumuru Butter Market Size, Share & Industry Trends Analysis Report By Nature (Conventional, and Organic), By Distribution Channel (B2B and B2C), By End User (Skin Care, Hair Care, and Lip Care), By Regional Outlook and Forecast (2023)
    https://www.kbvresearch.com/murumuru-butter-market/
  • Sorg O, Tran C, Saurat JH. (2001), Cutaneous vitamins A and E in the context of ultraviolet- or chemically-induced oxidative stress
    https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/11598436/