I Benefici Dell’Allenamento Con Lo Stepper E Come Sfruttarlo Al Meglio

Per gambe al top e non solo! Scopri tutti i punti di forza di uno strumento fitness versatile ed economico!

I Benefici Dell’Allenamento Con Lo Stepper E Come Sfruttarlo Al Meglio
INDICE

Hai finalmente deciso di iniziare ad allenarti a casa ma non hai spazio a sufficienza? Vorresti migliorare la tonicità delle tue gambe ormai messe a dura prova da estenuanti ore di lavoro in smart working? Oltre a cyclette (conosci già quelle orizzontali?) e tapis roulant – entrambi ottimi strumenti per allenare le gambe e la nostra resistenza ma dalle dimensioni non particolarmente ridotte – oggi è possibile effettuare un allenamento mirato ed efficace anche con i mini stepper!

Leggeri e decisamente versatili, gli stepper – disponibili con movimento verticale e obliquo, con o senza manubrio, con o senza bande di resistenza e in versione “da scrivania” – simulano il movimento che eseguiamo quando andiamo su e giù per le scale, facendo lavorare alla grande i muscoli di gambe e glutei.

Se desideri acquistare subito il modello più adatto alle tue esigenze di training (e budget) visita subito la nostra guida all’acquisto degli 8 migliori stepper online! Se invece possiedi già uno stepper e vuoi sfruttare al meglio tutte le sue potenzialità, allora ti consigliamo vivamente di continuare la tua lettura!

Stepper tutti i benefici

I benefici offerti dallo stepper sono raggruppabili principalmente in 4 punti fondamentali. Ecco di cosa stiamo parlando:

  1. Allena il sistema cardiovascolare e riattiva la circolazione sanguigna: lo stepper è uno strumento che va ad impegnare il sistema cardiovascolare, facendo lavorare cuore e polmoni e aumentando l’ossigenazione dei tessuti.
  2. Aiuta a perdere peso: grazie al lavoro cardiovascolare, lo stepper ci consente di bruciare calorie e perdere peso. Ovviamente, per ottenere risultati visibili, è necessario eseguire gli esercizi con regolarità e – quando possibile – incrementare il lavoro man mano che ci si abitua allo sforzo, (sempre prendendo in considerazione quella che è la propria condizione fisica).
  3. Tonifica i muscoli: non solo gambe e glutei! Con lo stepper è possibile tonificare e modellare anche gli addominali e – nel caso si utilizzi uno stepper dotato di bande elastiche – le braccia, le spalle e i muscoli dorsali. Il tuo stepper non ha gli elastici in dotazione? Niente paura! Potrai sostituirli con dei manubri da palestra adeguati alla tua forza. Sebbene lo stepper sia un attrezzo per il cardiofitness, l’impegno dei muscoli nella meccanica del movimento – unita alla resistenza esercitata dai pistoni idraulici – fanno sì che l’esercizio eseguito permetta di rassodare diversi gruppi muscolari contemporaneamente.
  4. Rinforza le articolazioni senza eccessive sollecitazioni: poiché particolarmente privo di attrito, l’allenamento con lo stepper è indicato anche a coloro che hanno articolazioni delicate o fragili.

Oltre ai suddetti benefici, l’attività aerobica svolta con lo stepper – così come il regolare svolgimento di qualsiasi attività sportiva – ci consente di migliorare la qualità del sonno e di tenere a bada ansia e depressione, grazie al rilascio di ormoni come le endorfine, considerate gli ormoni del buon umore.(Clinical Trial Preventive Medicine).

Lo stepper per dimagrire

Ti stai chiedendo se lo stepper fa dimagrire? Vista la versatilità e i molteplici utilizzi di questo attrezzo ginnico è più che normale pensare di poter perdere i chili di troppo con lo stepper! Come sappiamo, l’esercizio fisico di tipo aerobico viene prescritto dai fisioterapisti anche ai soggetti affetti da osteoartrite alle giunture (ginocchio e anca), e a tutti coloro che non possono sollevare pesi o svolgere esercizi di potenza. Inoltre, diversi studi dimostrano che l’esercizio aerobico riduce la massa grassa corporea, se associato ad una dieta ipocalorica povera di grassi saturi.

Le attività di tipo aerobico sono consigliate per bruciare le calorie in modo efficace. Un esempio pratico viene riportato nel grafico delle calorie bruciate in base all’attività e al peso – pubblicato nel 2021 dalla Harvard Medical School – in cui viene dichiarato che un individuo dal peso di circa 80 Kg può arrivare a bruciare oltre 400 calorie grazie ad un allenamento aerobico high-impact con lo step!

Come usare lo stepper nel modo corretto

Lo stepper prevede un utilizzo piuttosto semplice e intuitivo, tuttavia – per sfruttare appieno i suoi numerosi benefici – è importante seguire alcune semplici regole. Infatti, benché pratico e facile da utilizzare anche dai principianti, questo attrezzo per l’home fitness garantisce prestazioni paragonabili a quelle offerte da altri sofisticati macchinari messi a disposizione dalle palestre, solo se utilizzato nel modo corretto.

  1. Scegli il livello di difficoltà in base alla tua forma fisica: la maggior parte degli stepper in commercio sono dotati di diversi livelli di difficoltà. Trovare quello più adatto agli obiettivi prefissati e alla propria resistenza è fondamentale. Soprattutto all’inizio, evita di sforzare eccessivamente i tuoi muscoli e parti da una difficoltà medio-bassa.
  2. Assumi una posizione eretta: una volta posizionati i piedi sui pedali dovrai iniziare a svolgere il tuo esercizio cercando di mantenere la schiena ben dritta. Evita di sbilanciare il peso in avanti! Se il tuo mini stepper dovesse darti problemi di equilibrio, posiziona una sedia davanti a te e appoggia entrambe le mani sullo schienale, troverai un supporto adeguato per eseguire i tuoi esercizi nel modo giusto.
  3. Non saltare riscaldamento e defaticamento: il rispetto di questi passaggi è fondamentale, indipendentemente dal tuo livello di preparazione e dalla durata/tipologia di training – che si tratti di cardio o di definizione muscolare.
  4. Allenati con costanza: un utilizzo sporadico e superficiale dello stepper difficilmente ti permetterà di sfruttare appieno le sue potenzialità! Se, per esempio, desideri perdere peso, eliminare la ritenzione idrica e bruciare calorie, dovrai utilizzare lo stepper più volte alla settimana (4-5 sessioni). Per sciogliere i depositi adiposi ed eliminare la ritenzione idrica, potrai integrare alle tue sessioni con lo stepper esercizi a corpo libero o con i pesi.

L’importanza del riscaldamento e dello stretching: l’attività svolta con il tuo stepper non va sottovalutata! Proprio come succede con altre attività sportive all’apparenza più intense e impegnative – come la corsa, il bodybuilding e il cardio fitness – anche prima di effettuare i tuoi esercizi con lo stepper dovrai eseguire almeno 10 minuti di warm up.

Il riscaldamento prima dell’attività aerobica riduce i rischi di strappi muscolari, dolori post allenamento e tanto altro ancora (ecco la prova scientifica di come il riscaldamento svolto prima dell’attività sportiva possa influenzare positivamente le nostre performance).

Lo stretching, invece, va eseguito dopo la fase di defaticamento, ovvero quando i muscoli sono ancora caldi. Lo stretching può migliorare la flessibilità e il movimento delle articolazioni, inoltre consente di decontrarre le fasce muscolari che – durante lo sforzo fisico esercitato attraverso l’allenamento – si accorciano leggermente. Ma non è tutto; infatti, lo stretching aiuta a migliorare le tue prestazioni in alcune attività, consentendo al tuo corpo di effettuare movimenti in cui è richiesta una particolare elasticità e flessibilità.

Stepper e step. C’è differenza?

Sì, lo stepper e lo step sono due strumenti per il fitness contraddistinti da caratteristiche ben diverse. Infatti, mentre lo stepper è costituito da una parte meccanica piuttosto articolata; pedane dove appoggiare i piedi, pistoni idraulici, resistenze regolabili, contapassi, ecc., lo step è un semplice gradino – solitamente realizzato in robusta plastica dalla superficie antiscivolo – usato per realizzare esercizi aerobici diversificati, particolarmente utilizzato nelle palestre. Entrambi validi strumenti per perdere calorie e tonificare i muscoli, lo stepper e lo step sono accomunati da facilità d’utilizzo e prezzo contenuto. Consigliatissimi per il tuo allenamento indoor!

Stepper controindicazioni e alternative

Pur essendo uno strumento adatto a tutte le età e indicato anche a coloro che non vantano una particolare resistenza fisica, anche lo stepper presenta alcune controindicazioni. Queste possono determinare l’astensione temporanea, la supervisione medica o l’astensione permanente. In particolare si dovrà evitare di utilizzare lo stepper in caso di:

  • Obesità o grave sovrappeso
  • Fratture ossee (anche se in corso di guarigione)
  • Cardiopatie severe
  • Malattie respiratorie gravi e irreversibili, (solo sotto controllo medico)
  • Disturbi della colonna vertebrale e dei legamenti di ginocchio, caviglia e anca
  • Problemi di equilibrio, (in questo caso consigliamo solo stepper da scrivania o stepper con manubrio)
  • Traumi muscolari e tendinei, (sino a completa guarigione)

Per una valutazione obiettiva del rapporto rischi-benefici, ti invitiamo a richiedere il parere del tuo medico di base o di un fisioterapista, anche in caso di attività non agonistica. Stai cercando un’alternativa allo stepper? Attraverso la nostra sezione dedicata al fitness e al benessere troverai tantissimi attrezzi e tools, selezionati dagli esperti di MyBeautik per facilitare la tua scelta definitiva e acquistare solo i migliori prodotti online!

Conclusioni

image

Una regolare attività fisica moderata aiuta a migliorare non solo l’aspetto e la salute del nostro corpo – riducendo la massa grassa e tonificando i muscoli – ma ci consente anche di mantenere sotto controllo gli stati ansiosi, dormire meglio la notte e scaricare la tensione accumulata durante la giornata. Un utilizzo costante dello stepper ci permette di effettuare un’attività aerobica a basso impatto che non stressa le articolazioni; ciò significa che possiamo bruciare calorie senza mettere a dura prova ginocchia e caviglie, poiché le sollecitazioni sono ridotte al minimo.

Stai cercando un attrezzo fitness alternativo allo stepper? La buona notizia è che oggi è possibile eseguire un allenamento a basso impatto per le articolazioni attraverso diversi strumenti – come le pedane vibranti e le cosiddette ellittiche – oppure attraverso discipline che non richiedono uno sforzo eccessivo come lo yoga e il pilates. Insomma, per restare in forma non hai che l’imbarazzo della scelta!