Ecco i 5 errori da evitare quando usi la pedana vibrante!

Anche se le pedane vibranti moderne mirano a ridurre al minimo gli effetti collaterali derivanti da un utilizzo scorretto, è sempre bene sapere cosa NON fare! Scopri gli errori da evitare.

Ecco i 5 errori da evitare quando usi la pedana vibrante

Ormai lo sappiamo bene, la pedana vibrante – se non utilizzata correttamente – da grande alleata del nostro benessere e della nostra linea, come già dimostrato da numerose ricerche, può trasformarsi in un attrezzo potenzialmente pericoloso, determinando possibili problemi sia a livello muscolare che scheletrico. Fortunatamente tutto ciò può essere facilmente evitato! Basta infatti conoscere quelli che sono gli errori più comunemente commessi durante il suo utilizzo.

Noi di Mybeautik abbiamo a cuore la tua salute e desideriamo metterti in guardia su quelli che sono i 5 errori da evitare quando usi la pedana vibrante. Da leggere attentamente e memorizzare bene!

Come dici? Non hai ancora scelto la tua pedana vibrante? Allora fatti ispirare dalla nostra guida all’acquisto delle migliori pedane vibranti.

1. Eseguire gli esercizi assumendo una postura sbagliata

Eseguire gli esercizi assumendo una postura sbagliata

Quando utilizziamo una pedana vibrante, ad esempio per eseguire i 13 esercizi che ti abbiamo consigliato nel nostro articolo, è di fondamentale importanza assumere la giusta posizione. Spesso la schiena tende a curvarsi in avanti, per vizio o per scarsa tonicità dei muscoli addominali, con il rischio di determinare strappi, contratture e indolenzimenti muscolari, con maggiore facilità.

Mentre utilizzi la pedana vibrante, alcune posizioni scorrette ti potranno sembrare più comode, poiché meno faticose rispetto a quelle corrette. Queste però finiranno con il causare dolori e fastidi, impedendoti di continuare ad allenarti come vorresti.

Per salvaguardare il tuo benessere e sfruttare tutte le potenzialità di questo strumento, prima di avviare la tua sessione di allenamento assicurati di assumere la postura giusta tenendo ben dritta la schiena e facendo attenzione a non sbilanciarti piegando la spina dorsale in avanti. Eviterai di causare danni a muscoli e giunture.

2. Utilizzare solo la pedana vibrante per svolgere attività fisica

La pedana vibrante è un ottimo strumento che ci permette di rinforzare la massa muscolare e di tenere a bada il peso, tuttavia essa non può sostituire l’attività fisica tradizionale. Infatti, stiamo parlando di un attrezzo supplementare, che non ci consente di effettuare allenamenti cardio o di esercitare uno specifico muscolo del corpo.

Inoltre, utilizzando esclusivamente la pedana vibrante per fare attività fisica, si rischia di trascurare la parte superiore del corpo, sovraccaricare gli arti inferiori e ritardare i benefici tanto attesi legati alla perdita di peso e alla tonicità muscolare. Per questa ragione dovrai considerare la pedana vibrante come un efficace alternativa al movimento che però non dovrà avere l’esclusiva.

3. Utilizzare la pedana senza alcuna preparazione fisica

Utilizzare la pedana senza alcuna preparazione fisica

Sono ancora tanti coloro che considerano la pedana vibrante come a una sorta di attrezzo per eseguire massaggi rilassanti, che può essere utilizzato senza il minimo sforzo.

Invece, la pedana vibrante -contrariamente a ciò che si pensa- è in realtà una macchina utilizzata dagli atleti di primo livello, capace di stimolare i muscoli in maniera piuttosto intensa. Ecco perché, per utilizzare la pedana vibrante senza ripercussioni negative, è necessario preparare il corpo attraverso esercizi capaci di rinforzare la muscolatura.

Ovviamente questo non significa che solo gli sportivi possano utilizzarla. Infatti, dopo un’adeguata sessione di stretching e dopo un buon riscaldamento, la potrai utilizzare anche tu!

4. Eccedere con l’utilizzo

La pedana vibrante dovrà essere usata con moderazione, soprattutto da coloro che non vantano una resistenza muscolare ottimale. Generalmente, gli istruttori e i preparatori atletici consigliano sessioni di 10 minuti, se si è poco allenati, e di 20-30 minuti, se si è fisicamente preparati, per massimo 3-4 volte alla settimana.

Questo perché, il funzionamento delle pedane vibranti arriva a stimolare i muscoli come nessun altro tipo di esercizio fisico è in grado di fare. Se commetterai lo sbaglio di utilizzarla per troppo tempo, senza rispettare i necessari recuperi, le pedana vibrante potrà causare sintomatologie riconducibili alla chinetosi, come nausea, sensazione di sbandamento e vertigini.

Inoltre, poiché le vibrazioni hanno un effetto vasodilatatore piuttosto rapido -quando utilizzata senza criterio- la pedana vibrante può determinare repentini cali della pressione sanguigna con possibili svenimenti.

5. Utilizzare la pedana con le scarpe

Utilizzare la pedana con le scarpe

Gli esercizi effettuati con la pedana vibrante vanno svolti sempre senza indossare le scarpe. Infatti, affinché l’esercizio sia efficace al 100%, è necessario che tra la superficie della pedana e il piede non ci sia alcun ostacolo. In modo particolare, alcune scarpe con suola in gomma rischiano di attutire le vibrazioni benefiche rendendo insufficiente la loro stimolazione.

L’uso della pedana senza indossare le scarpe, inoltre, consente alle vibrazioni di arrivare meglio lungo tutto il corpo, stimolando perfettamente tutte le fasce muscolari interessate dall’allenamento. Durante i tuoi esercizi con la pedana vibrante potrai indossare delle semplici calze in cotone, oppure, se proprio non ne puoi fare a meno, delle scarpe dalla suola particolarmente sottile.

Coloro che affermano di svolgere gli esercizi indossando le scarpe perché altrimenti le vibrazioni risultano essere troppo forti, commettono un errore fondamentale; non regolano la potenza delle vibrazioni nel modo giusto!

Quindi, se durante il tuo allenamento con la pedana vibrante dovessi sentire un eccessiva sollecitazione dei nervi (formicolio) o dei muscoli (indolenzimento), anziché indossare le scarpe per attutirne la potenza, utilizza invece il pratico display della tua pedana (o il telecomando), per selezionare una potenza inferiore più adeguata a te e alla tua sensibilità.