Decolorazioni, colorazioni e tinte naturali: ecco quali sono i trattamenti più dannosi per i tuoi capelli e quali alternative esistono

Sei stanca dei colori spenti e sbiaditi? Vuoi cambiare il tuo stile? Scopri tutti i segreti delle tinte per capelli!

Decolorazioni, colorazioni e tinte naturali 2
INDICE

Le tinte per capelli vengono utilizzate da moltissimi anni, con il tempo la loro formulazione è stata migliorata per renderle più efficaci e meno aggressive sulle fibre dei capelli. Ma nonostante il progresso, il dubbio persiste: quanto sono dannose? Che effetto hanno sulla nostra chioma? Quali sono le migliori? Vediamo nel dettaglio tutte le tipologie di tinte disponibili sul mercato!

Le colorazioni

Le colorazioni

Le colorazioni sono molto diffuse! Una tinta è un tipo di trattamento che viene eseguito quotidianamente in un salone e che ci permette di cambiare tonalità di colore con semplicità e molto velocemente. Vediamo tutti i tipi di colorazioni disponibili, i loro vantaggi e le differenze!

1. Colorazioni temporanee

Le colorazioni temporanee sfruttano delle molecole coloranti che sono in grado di fissarsi sulle fibre dei capelli, seppur debolmente. Non si tratta di un procedimento dannoso perché il prodotto non riesce a penetrare all’interno dei capelli e quindi non ne altera chimicamente la struttura, semplicemente si deposita sulla parete esterna dei capelli. Le colorazioni temporanee non permettono di cambiare il colore dei propri capelli, ma sono ottime per aggiungere delle sfumature che vengono poi rimosse con il lavaggio.

Caratteristiche:

  • Durano solo pochi lavaggi
  • Non consentono di cambiare il proprio colore di base
  • Non sono aggressive né dannose sui capelli
  • Permettono di aggiungere delle sfumature

2. Colorazioni semi-permanenti

Le colorazioni semi-permanenti rappresentano la mezza via tra quelle temporanee e quelle indelebili. In questo caso, le molecole del prodotto penetrano all’interno del capello e si fissano attorno alla corteccia in modo da cambiarne il colore di base. La formulazione di questi prodotti ha un pH più aggressivo rispetto ai coloranti temporanei, ma non eccessivamente: le molecole del prodotto non riescono a penetrare nella zona più interna del capello e quindi, dopo un discreto numero di lavaggi, lentamente vengono eliminate.

In genere il colore dura solamente per pochi mesi, è il trattamento ideale per chi vuole una sfumatura di poche tonalità più scura o più chiara rispetto al proprio colore di base o per chi vuole camuffare i primi capelli bianchi. Le colorazioni semi-permanenti non permettono di cambiare drasticamente colore perché non riescono a coprire completamente la tonalità di base del capello.

Caratteristiche:

  • Penetrano all’interno del capello e si fissano attorno alla corteccia
  • Durano per un discreto numero di lavaggi
  • Non sono sufficientemente aggressive per cambiare la tonalità di base
  • Sono adatte per sfumare i propri capelli con gradazioni vicine alla propria tonalità di base
  • Ideali per mascherare i primi capelli bianchi

Qual è la ragione principale per cui tingi i capelli?

3. Colorazioni permanenti

Le colorazioni permanenti permettono di cambiare completamente la propria tonalità di base perché penetrano in profondità nel capello e ne alterano la struttura interna. Come funzionano? Questi prodotti sfruttano l’ossidazione per gonfiare le cuticole dei capelli in modo da farsi strada verso la corteccia interna. Una volta superata la barriera iniziale, le molecole di questo prodotto destrutturano i pigmenti di melanina che determinano il colore dei nostri capelli e li colorano con una tonalità nuova.

Per questo motivo, le colorazioni permanenti non possono essere eliminate, nemmeno dopo numerosi lavaggi perché modificano la struttura interna dei capelli! Ovviamente, la colorazione permanente è un trattamento aggressivo per le fibre dei nostri capelli che, di conseguenza, necessiteranno di maggiori cure e attenzioni.

Caratteristiche:

  • Cambiano completamente la tonalità di base
  • Penetrano in profondità e alterano la struttura interna dei capelli
  • Sfruttano il processo di ossidazione
  • Il colore dura in modo permanente
  • Ideale per dei cambi drastici di tonalità

Ricorda che tutti i trattamenti coloranti agiscono sulle fibre dei nostri capelli in modo più o meno aggressivo rendendoli sensibili e secchi. Una corretta routine è fondamentale per rinforzare i capelli e rimpolparli, è molto importante utilizzare prodotti specifici per i capelli colorati in modo da non danneggiarli ulteriormente! Noi abbiamo selezionato per te alcuni dei migliori shampoo per capelli colorati che possono aiutarti a prenderti cura della tua chioma a seconda delle tue esigenze personali.

Decolorazioni

Decolorazioni

La decolorazione è il procedimento più aggressivo e permette di ottenere delle tinte platino, bianche e grigie. Come funziona? I principali componenti dei prodotti decoloranti sono:

  1. Ammoniaca: Una sostanza aggressiva con pH 11 che apre le cuticole dei capelli gonfiandoli, in modo che gli altri ingredienti possano penetrare nella corteccia interna
  2. Perisulfati: Sono degli agenti ossidanti che penetrano all’interno dei capelli e dissolvono la melanina (che determina il colore dei nostri capelli)

Il tempo di posa di questi prodotti determina il livello di schiaritura totale! Quindi, nel processo di decolorazione si procede inizialmente eliminando il colore naturale dei nostri capelli e, successivamente, si applica una leggera colorazione per ottenere la gradazione di biondo che più ci piace.

Caratteristiche:

  • È il trattamento più aggressivo
  • Penetra in profondità nei capelli e distrugge la melanina
  • Permette di ottenere le nuance biondo platino, bianco e grigio chiaro
  • Permette di cambiare drasticamente colore dei propri capelli

Ricorda che la decolorazione è un trattamento permanente e irreversibile, il capello non tornerà più alla sua tonalità originale!

Esistono, tuttavia, dei trattamenti schiarenti meno aggressivi che permettono di ottenere sfumature bionde:

  • Colorazione super-schiarente: è meno aggressiva della decolorazione e permette di schiarire i capelli da 3 a 5 tonalità
  • Balayage: una tecnica che dona un effetto sole grazie a numerose meches chiare e sottili che schiariscono la tonalità di base
  • Meches: una tecnica che permette di inserire delle ciocche più o meno ampie di tonalità più chiara in modo da illuminare la capigliatura

Tinte naturali

Tinte naturali

Le tinte naturali sono delle valide alternative che possono essere utilizzate per colorare i capelli senza ricorrere a dei prodotti chimici. In particolare, sono meno irritanti a livello della cute e scatenano un minor numero di reazioni allergiche. A differenza delle tinte chimiche, quelle naturali funzionano come un trattamento di bellezza perché nutrono e rinforzano i nostri capelli! Di contro, le tinte che si ricavano in natura non consentono di ottenere tutte le nuance che si possono riprodurre chimicamente, infatti sono disponibili solo le gradazioni del mogano e del nero. Inoltre, la loro durata è minore rispetto alle colorazioni permanenti.

Caratteristiche:

  • Sono prodotti naturali ed ecosostenibili
  • Non aggrediscono i capelli ma li nutrono e rinforzano
  • Sono indicate per i soggetti allergici
  • Non sono disponibili in molte tonalità differenti
  • Hanno una durata temporanea

Che tipi di tinte naturali esistono?

  1. Henné: Si tratta di una polvere che viene estratta dalla Lawsonia inermis e che permette di ottenere delle sfumature color mogano
  2. Camomilla: Viene utilizzata sui capelli biondi per valorizzarli e creare dei riflessi più chiari, ha una leggera azione schiarente
  3. Indigo: È una polvere che viene estratta dall’Indigofera tinctoria e che dona sfumature bluastre alla nostra colorazione naturale