8 Posizioni Yoga Che Migliorano La Postura

Sdraiati o in piedi, per principianti o per esperti: ecco le posizioni che devi conoscere, per migliorare la tua postura e raddrizzare schiena e spalle.

image
INDICE

Praticare yoga permette al nostro corpo di godere di numerosi benefici. La frenesia della vita di tutti i giorni spesso ci costringe a mantenere posture sbagliate con conseguenti dolori alla schiena e al rachide cervicale.

Secondo uno studio americano pubblicato nel 2017, il 70% delle persone intervistate ha dichiarato di soffrire di dolori posturali in grado di compromettere il normale svolgimento di qualsiasi attività della vita quotidiana.

Scopriamo le 8 posizioni di yoga per migliorare la postura, ridurre i dolori e conoscere meglio il tuo corpo.

1. La Posizione della Montagna

posizione della montagna

La posizione della montagna è considerata la madre di tutte le posizioni dello yoga e simboleggia la congiunzione tra terra e cielo.

Se ci si sforza di eseguire questa asana prestando attenzione a tutti i piccoli dettagli, i benefici saranno notevoli. In questo esercizio, infatti, la colonna vertebrale si distende e i muscoli possono rilassarsi.

Esecuzione:

  • Appoggia i piedi alla larghezza dei fianchi sul tappetino
  • Spingi l’addome all’interno
  • Lascia andare le mani lungo il busto e ruota i palmi in avanti
  • Quando ti senti pronto/a e rilassato/a, prova a fare delle piccolissime oscillazioni per trovare la posizione di equilibrio

La leggenda narra che in tempi antichi le montagne avessero le ali (nella posizione dello yoga simboleggiate dalle nostre braccia), ma volando alte nel cielo, spesso si scontravano infastidendo tutti gli dei. Shiva allora tagliò le ali a tutte le montagne che precipitarono sul terreno, rimanendovi come le conosciamo noi oggi.

2. Piegamento in avanti in piedi

Piegamento in avanti in piedi

Pietra miliare dello yoga, questa semplice posizione è un toccasana per la nostra schiena che può distendersi e rilassarsi. Anche il collo inoltre ne trarrà grossi benefici con un conseguente miglioramento della postura.

Ecco come puoi svolgerlo/a:

  • Partendo dalla posizione eretta, piegati dolcemente in avanti
  • Prova a toccare le caviglie con le mani

Se è da molto che non fai attività fisica, potresti sentirti un po’ bloccato/a e rigido/a: in questo caso non ti preoccupare, piega leggermente le ginocchia e prova a toccare il tappetino come la ragazza dell’immagine; con un po’ di esercizio riuscirai ad afferrare le caviglie.

3. La Posizione dell’Albero

La Posizione dell’Albero

La posizione dell’albero nell’immaginario comune è una delle più rappresentative dello yoga; di grande valore simbolico, indica la volontà di piantare solide radici nel terreno per potersi elevare verso il cielo. Questa posizione distende i muscoli del bacino, dell’interno coscia e delle spalle.

Esecuzione:

  • Posizionati in piedi sul tappetino
  • Sposta il peso sul piede sinistro
  • Solleva il piede destro e porta il tallone verso l’inguine
  • Contrai l’addome
  • Unisci le mani davanti al cuore
  • Respira e riporta il piede destro a contatto con il tappetino
  • Ripeti la procedura con l’altra gamba

Se le prime volte perderai l’equilibrio, non devi preoccuparti; prova a fissare un punto nel vuoto di fronte a te mentre sollevi il piede e con un po’ di concentrazione riuscirai a rimanere fermo/a.

4. La Posizione della Panca

La Posizione della Panca

Questa posizione ricorda molto quella del Plank , assai diffusa nel mondo del fitness e che permette di sviluppare gli addominali portando benefici anche alla schiena e al rachide cervicale.

Per effettuarla devi:

  • Metterti a pancia in giù sul tappetino
  • Posiziona le mani all’altezza delle spalle
  • Spingiti con le braccia verso l’alto portando il sedere all’indietro
  • Inspirando, allunga le gambe spostando il busto in avanti

5. La Posizione della Panca all’insù

La Posizione della Panca all’insù

Particolarmente utile per aprire il petto e le spalle, questa asana migliora la postura rafforzando i muscoli di petto e addome. Ecco come eseguirla:

  • Siediti sul tappetino e allunga le gambe davanti a te
  • Appoggia i palmi leggermente dietro i fianchi con le dita rivolte in avanti
  • Piega le ginocchia, poggia le piante dei piedi sul terreno e prova, delicatamente, a sollevare il bacino da terra.
  • Prova ad allungare prima una gamba e successivamente l’altra

6. La Posizione del Cane a Testa in giù

Posizione del Cane a Testa in giù

Questa posizione ti permetterà di allungare la schiena e rafforzare i muscoli della braccia e dell’addome.

Vediamo come svolgerla:

  • Mettiti a quattro zampe sul tappetino con i polsi allineati all’altezza delle spalle e le ginocchia all’altezza dei fianchi
  • Distendi le braccia
  • Spingi con le mani sul terreno
  • Molto lentamente, spingi con le punte dei piedi e alza le ginocchia dal tappetino cercando di alzare il bacino
  • Cerca di alzare il più possibile i glutei al fine di distendere le gambe

Questa asana è più complicata rispetto alle precedenti e ti consiglio di effettuarla molto lentamente; questo video delle ragazze del canale YouTube La Scimmia Yoga ti sarà di grande aiuto.

La posizione del cane a testa in giù è una delle tante asana che prendono il nome dal mondo animale. Fin dalle origini infatti i maestri di yoga hanno vissuto in armonia con la natura e ne hanno tratto ispirazione. I movimenti istintivi degli animali sono stati quindi osservati, studiati e trasportati nella pratica da tempi molto lontani fino ai nostri giorni.

7. La posizione del Guerriero 1

La posizione del Guerriero 1

Questa asana simboleggia il guerriero spirituale interiore che è presente in ognuno/a di noi. Tra i tanti benefici posturali che questa posizione ci permette di ottenere segnaliamo un potenziamento generale dei muscoli dorsali e delle cosce oltre ad un miglioramento dell’apertura toracica.

Per eseguirla dovete partire dalla posizione della Montagna e successivamente:

  • Allunga le braccia in avanti
  • Ruota il piede destro e posiziona il busto di profilo
  • Piega il ginocchio destro
  • Tieni la gamba sinistra tesa
  • Inspira alzando le braccia
  • Espira inarcando il collo all’indietro

8. La posizione del Cadavere

La posizione del Cadavere

Di grande valore simbolico e spirituale, questa asana viene effettuata come riscaldamento finale di tutte le sessioni di yoga; ti basterà coricarti sul tappetino in posizione supina e allungare gli arti. Questa posizione ti permetterà di distendere completamente tutti i muscoli che saranno così rilassati e privi di stress posturale.

Conclusione

Abbiamo scoperto le 8 posizioni yoga che migliorano la postura, siamo partiti dalla Montagna e abbiamo imitato le movenze del cane, ci siamo ispirati ai guerrieri fino a rilassarci nella posizione finale.

Queste asana possono essere svolte anche da chi è alle prime armi riuscendo da subito a trarne benefici fisici: stress muscolare e dolori cervicali diventeranno un brutto ricordo se praticherai in modo costante questa disciplina.

Ricordati sempre di utilizzare un abbigliamento comodo e un tappetino in grado di soddisfare le tue esigenze così da potere vivere l’esperienza in modo sereno e coinvolgente.

Hai trovato questo articolo utile?