Gli Energy Drink Prima O Durante L’allenamento Vanno Bene?

Vuoi essere al massimo della forma quando ti alleni? Ecco cosa contengono gli energy drink e in quali casi sono efficaci!

Aggiornato il da

Gli Energy Drink Prima O Durante L’allenamento Vanno Bene
Indice

Gli energy drink contengono sostanze stimolanti che permettono di migliorare la performance fisica e non devono essere confusi con gli sport drink che, invece, contengono gli elettroliti di cui il corpo ha bisogno per reintegrare i fludi eliminati attraverso il sudore.

Gli energy drink sono considerati degli accessori indispensabili per chi vuole ottenere il massimo dal proprio workout. In particolare, negli ultimi anni è diventato molto diffuso l’utilizzo delle bevande che contengono un’alta concentrazione di caffeina.

Da questo punto di vista, è bene non fare confusione e distinguere tra due differenti tipi di bevande acquistabili:

  • Energy drink: Queste sono le bevande che ultimamente hanno conquistato il consenso popolare perché, a causa delle elevate concentrazioni di caffeina e taurina, migliorano la performance e la resistenza muscolare.
  • Sport drink: Questi sono i drink più completi e più adatti per lo sport perché forniscono al corpo gli elettroliti di cui ha bisogno per sostenere lo sforzo e, inoltre, incrementano l’energia corporea.

Quindi, ciò che sappiamo con certezza è che gli energy drink non possono sostituire gli sport drink e devono essere consumati con consapevolezza.

In questo articolo vediamo cosa contengono gli energy drink, quali sono le principali differenze con gli sport drink e quando bisogna prediligerli. Scopriamo tutti i loro benefici e in che momento del workout vanno assunti: prima, dopo o durante l’allenamento?

Energy drink e sport drink: quali sono le differenze?

Gli sport drink (ad esempio Gatorade o Powerade) che si trovano comunemente in commercio contengono:

  • Acqua
  • Sodio
  • Zucchero
  • Potassio
  • Vitamine

Lo scopo di questi ingredienti è quello di reintegrare gli elettroliti che vengono persi durante l’esercizio fisico. Lo zucchero serve a migliorare l’assorbimento di acqua da parte del corpo e agisce come carburante fornendo energia ai muscoli.

Gli energy drink (ad esempio Red Bull o Monster), invece, hanno lo scopo di stimolare l’organismo e contengono:

  • Caffeina
  • Ginseng
  • Taurina
  • Amminoacidi

Queste sostanze sono presenti in percentuale variabile a seconda della composizione del prodotto. L’azione stimolante migliora la performance durante l’esercizio fisico, facilita la contrazione muscolare e la rimozione delle sostanze di scarto che vengono prodotte.

Quindi, gli energy drinks non sono pensati per recuperare i liquidi persi durante il workout. Questo non significa che non debbano essere utilizzati, ma senza dubbio non possono sostituire gli sport drink e devono essere assunti con moderazione perché alte concentrazioni di sostanze stimolanti possono provocare:

  • Nausea
  • Vertigini
  • Malessere

Cosa succede se assumiamo troppa caffeina durante l’esercizio fisico?

Gli studi scientifici confermano che la caffeina gioca un ruolo importante nella performance fisica, in particolare per quanto riguarda la forza e la resistenza muscolare. Tuttavia, la dose consigliata è di 5-6 milligrammi per chilogrammo.

Chi è abituato a bere una o due tazze di caffè al mattino dovrebbe evitare gli energy drink perché rischia di superare la dose giornaliera di caffeina suggerita.

La International Society of Sports Nutrition raccomanda una dose di caffeina non superiore ai 9 mg/kg. Gli effetti tossici di questa sostanza si riscontrano ad elevate dosi, superiori ai 1200 mg.

Chi si allena regolarmente, per esempio chi pratica la corsa o gli sport aerobici, tende a bere gli energy drink pensando che possano aiutare a reintegrare i fluidi corporei, invece non è così!

L’uso non consapevole di questi prodotti può portare a dei problemi di salute. Per esempio, un soggetto che beve due tazze di caffè durante la giornata e che assume un energy drink durante l’attività sportiva supera i 400 milligrammi giornalieri e le conseguenze possono essere:

  • Nausea
  • Palpitazioni
  • Tachicardia
  • Tremore

Energy drink durante l’esercizio fisico: quali sono i benefici

Energy drink durante l'esercizio fisico quali sono i benefici

Prima di scoprire quali sono gli effetti benefici degli energy drink, vediamo brevemente anche i loro:

  • Effetto diuretico: La caffeina aumenta lo stimolo di urinare e, quindi, favorisce la perdita di liquidi, soprattutto quando non si è abituati ad assumerla. Questo, tuttavia, non influisce sul livello di idratazione del soggetto.
  • Effetto lassativo: L’attività fisica stimola il tratto gastrointestinale e, associata alla caffeina, potrebbe aumentare il bisogno di recarsi in bagno. Non di rado, infatti, possono verificarsi degli episodi imbarazzanti durante alcuni workout, ma si tratta di fenomeni del tutto naturali.

Gli energy drink prevengono la disidratazione?

Vediamo ora gli aspetti positivi di queste bevande altamente stimolanti. Non esiste una regola che ci permette di stabilire quanta acqua o quanti liquidi dobbiamo bere durante l’esercizio fisico per prevenire la disidratazione, ognuno di noi reagisce agli stimoli del proprio corpo.

Normalmente si consiglia di bere prima e durante l’allenamento così da reintegrare l’acqua che viene eliminata attraverso il sudore. Questo accorgimento vale per tutti, sia per gli atleti professionisti che per chi si appresta a iniziare a correre o per chi si avvicina per la prima volta a un workout.

A differenza di quanto si possa pensare, il senso di sete non è un indicatore della disidratazione, anzi. Durante l’attività fisica è assolutamente normale essere assetati e non significa che il corpo si sta disidratando.

Un segnale di disidratazione è la fame. Quando si è affamati, soprattutto durante e dopo l’esercizio fisico, significa che il corpo ha bisogno di assumere e assimilare acqua.

Come facciamo a sapere se ci stiamo idratando correttamente?

Pesarsi è la soluzione giusta! Il peso non dovrebbe aumentare né diminuire, quindi il nostro suggerimento è quello di pesarsi prima e dopo il workout e vedere se ci sono differenze.

Una perdita di peso indica che c’è disidratazione:

  • Una perdita di peso superiore al 2% indica che la performance inizia a essere compromessa
  • Una perdita di peso superiore al 4% può provocare problemi di salute

Al contrario, un aumento del peso indica che abbiamo assunto troppi liquidi, ma non comporta gravi conseguenze per il nostro organismo.

Quando e come assumere gli energy drink

Restare idratati durante l’esercizio fisico è indispensabile per ottenere buoni risultati e per non incorrere in problemi di salute.

Ecco alcuni consigli utili per mantenere la giusta idratazione:

  • Prima dell’esercizio Inizia a idratarti prima di iniziare l’attività fisica. La dose consigliata è di 5-6 millilitri di acqua o fluidi per chilogrammo.
  • Durante l’esercizio Se il tuo allenamento dura più di 60 minuti, assicurati di reintegrare i liquidi persi assumendo preferibilmente uno sport drink per assumere sodio e potassio.
  • Dopo l’esercizio Per recuperare l’equilibrio fisiologico dopo il workout, puoi bere un energy drink oppure mangiare del cibo che contiene sodio. Bevi poco alla volta fino a quando hai recuperato il tuo peso standard.

Normalmente l’acqua è sufficiente per mantenere il giusto grado di idratazione, tuttavia per chi svolge esercizi di resistenza è utile ricorrere agli sport drink perché migliorano l’assorbimento degli elettroliti.

Al contrario, gli energy drink non sono considerati una fonte di idratazione, per questo motivo sono indicati nei workout rapidi e intensivi, per esempio l’allenamento HIIT. Naturalmente, si consiglia di prestare attenzione alla quantità da assumere a seconda delle proprie abitudini quotidiane (assunzione o meno di caffè).

Conclusione

Gli energy drink rappresentano una fonte di energia e possono migliorare la performance fisica, ma si consiglia di assumerli sono in caso di workout ad alta intensità e di breve durata. Queste bevande non contengono gli elettroliti di cui il corpo ha bisogno per reintegrare i fluidi persi, quindi non sono efficaci del punto di vista del recupero fisico.

Nella maggior parte dei casi, gli energy drink contengono caffeina o taurina che consentono di migliorare la performance fisica perché rendono il corpo più prestante e reattivo.

Essendo sostanze stimolanti, però, non bisogna superare le dosi consigliate e bisogna inoltre tenerne conto durante la giornata (per esempio non assumere caffè se si beve un energy drink).

Dal punto di vista della performance, per le attività di endurance si consiglia di assumere gli sport drink che contengono le vitamine e il potassio necessari per mantenere la giusta idratazione durante l’esercizio fisico.