Ceretta, luce pulsata ed epilatori: ecco le differenze

Scopri con noi quali sono le differenze e i vantaggi di questi 3 metodi di epilazione

ceretta luce pulsata ed epilatori differenze 2
INDICE

Superati tutti i dubbi e le incertezze, quel giorno è finalmente arrivato: hai deciso di liberarti dai peli superflui e vuoi farlo nel miglior modo possibile. Ciò che forse ancora non sai è che le tecniche e i prodotti per l’epilazione sono moltissimi e si rivolgono a un pubblico davvero ampio. Scegliere a quali affidarsi richiede necessariamente una serie di considerazioni, in particolare se non vuoi rischiare spese inutili e perdite di tempo.

Scopri qui perché la maggior parte delle donne si sente in dovere di depilarsi e cos’è il movimento “no-shave”.

Il termine più comune che si utilizza nel linguaggio colloquiale per indicare la rimozione dei peli, è sicuramente ceretta e il motivo è presto spiegato: si tratta della tecnica più antica e diffusa al mondo e per questo è saldamente radicata nell’immaginario collettivo come sinonimo di epilazione. Senza scomodare gli Antichi Egizi e Romani, che ne facevano già largo uso, questa pratica era ampiamente adottata anche dalle nostre nonne, vere maestre del fai da te.

In realtà, lo scoprirai in queste righe, il discorso è molto più ampio: pur rimanendo fra i metodi maggiormente utilizzati, nel corso degli anni si sono affiancate alla ceretta nuove metodologie, che hanno ampliato ulteriormente il nostro ventaglio di possibilità. Nello specifico, per quanto riguarda le tecniche a uso casalingo, l’avvento degli epilatori e, in tempi più recenti, dei dispositivi a luce pulsata, ha segnato una svolta epocale nella beauty routine di ogni donna. Da questo punto di vista, la tecnologia ci è venuta in aiuto creando soluzioni davvero per tutti i gusti: non ti resta che scegliere la più adatta alle tue esigenze.

Sei curiosa di sapere in cosa si differenziano queste tecniche di epilazione? Le abbiamo confrontate analizzandone quattro aspetti chiave: a chi sono adatte, quali sono i vantaggi delle diverse tipologie, come agiscono sulla peluria ed eventuali altri benefici.

Ceretta

Ceretta, luce pulsata ed epilatori - differenze - ceretta

Come abbiamo detto, la ceretta rimane indubbiamente la tecnica di epilazione più conosciuta al mondo: impiegata da millenni e in ogni parte del globo, questa metodologia si contraddistingue per i molteplici usi che se ne possono fare. Ne esistono infatti di vario tipo, ognuno adatto a diverse esigenze e aree del corpo.

Possono farla tutti?

In primo luogo, va detto che la ceretta può essere applicata davvero ovunque: dal viso fino alla punta dei piedi. Scegliendo il metodo più idoneo, otterrai in breve tempo una pelle più liscia della seta. Inoltre, si tratta di una tecnica alla portata di tutti: basta valutare attentamente le proprie necessità e optare per il prodotto più idoneo. Qualora avessi una pelle molto delicata o soffrissi di capillari deboli o varici, il suo eventuale utilizzo e le modalità più appropriate sarebbero da vagliare attentamente con l’aiuto del tuo medico di fiducia.

In generale comunque, imparare a usare la tanto temuta ceretta è molto più semplice di quanto possa sembrare. Ti basteranno poche applicazioni per capire come funziona e trarne il massimo dei vantaggi, riducendo a zero qualsiasi fastidio o controindicazione.

Quanti tipi di ceretta esistono?

La lunga storia della ceretta ha fatto sì che, nel tempo, le sua varianti si siano moltiplicate in modo esponenziale, generando un numero incalcolabile di formule e ricette. Differenti culture hanno contribuito ad arricchire la lunga tradizione di questa tecnica, lasciandoci un’ampia varietà di metodi tra cui destreggiarci. In particolare, possiamo suddividere i diversi tipi di ceretta in 4 grandi categorie:

  • Ceretta a caldo: come suggerisce il nome stesso, si tratta di un composto da sciogliere e utilizzare a una temperatura piuttosto elevata, stendendolo sulla zona da epilare e quindi strappandolo con un’apposita striscia in TNT.
  • Ceretta a freddo: un metodo molto più immediato, poiché prevede l’utilizzo di strisce già provviste di cera, da applicare direttamente sulla pelle.
  • Ceretta a rullo: una ceretta da scaldare, ma dotata di un apposito applicatore a rullo, che ne semplifica l’utilizzo.
  • Ceretta fai da te: di questa categoria fanno parte tutte le tecniche da realizzare a casa, con ingredienti di facile reperibilità e presenti in dispensa. Un metodo semplice, efficace ed ecosostenibile.

Sei curiosa di saperne di più? Scopri quali tipi di ceretta fai-da-te esistono e in cosa differiscono.

Come agisce sui peli?

Il principio base della ceretta consiste nel catturare il pelo e strapparlo alla radice. Ciò consente di ottenere risultati piuttosto duraturi: estirpando il bulbo infatti, servirà del tempo perché il pelo si riformi e affiori nuovamente in superficie. A seconda dei propri ritmi corporei, la ricrescita dovrebbe avvenire non prima di 2 settimane, per diventare realmente visibile solo dopo un mese. In ogni caso, prima di procedere a una nuova seduta, è necessario attendere che i peli raggiungano qualche millimetro di lunghezza.

Se ti stai chiedendo quali effetti può avere un uso continuativo della ceretta sulla peluria del corpo, la risposta è molto semplice: trattamenti ben fatti e regolari riescono a indebolire esponenzialmente il pelo, ritardandone di molto la crescita. Ogni volta che viene estirpato, il bulbo fatica a rigenerarsi, dando vita a peli sempre più deboli e sottili. Anche per questo, ogni seduta risulterà meno fastidiosa della precedente.

Ulteriori vantaggi della ceretta

Ulteriori vantaggi della ceretta

Indubbiamente, optare per la ceretta fai da te assicura un considerevole risparmio economico rispetto a una seduta dall’estetista. Poiché il trattamento va ripetuto a cadenza regolare, sapervi provvedere in autonomia rappresenta un vantaggio non da poco, in particolare quando ci si affida alle tecniche casalinghe come, per citare quella forse più popolare, la ceretta araba.

Per scoprire tutti i segreti della ceretta fatta in casa, leggi il nostro articolo: La ceretta fai da te: tutto quello che devi sapere!

Forse non immaginavi che la ceretta potesse essere anche un ottimo esfoliante. Ebbene sì, ogni volta che ne farai uso, oltre ai peli rimuoverai anche le cellule morte dell’epidermide, lasciando la tua pelle più morbida che mai. Non male, per una tecnica con millenni di storia alle spalle!

Pro

  • È economica
  • I kit in vendita comprendono tutto ciò che ti serve per una perfetta epilazione
  • Puoi scegliere fra moltissime varianti
  • Puoi farla in casa, con ingredienti 100% naturali

Contro

  • Non è adatta a chi soffre di capillari fragili e vene varicose
  • Prima di farla, è necessario aspettare che i peli raggiungano una lunghezza minima
  • Richiede una certa manualità
  • Può causare irritazioni, follicoliti e peli incarniti

Luce pulsata

Ceretta, luce pulsata ed epilatori - differenze - Luce pulsata

La luce pulsata è una tecnica assai giovane rispetto a ceretta ed epilatori, ma si è guadagnata in brevissimo tempo la fiducia di mezzo mondo, scalando rapidamente la classifica dei metodi di epilazione più amati. Il motivo di tale successo è chiaro a chiunque vi abbia fatto ricorso: funziona!

Questa tecnologia viene spesso accostata al laser ma, pur avvalendosi del medesimo principio, si tratta di due metodi differenti.

Possono utilizzarla tutti?

Per ottenere i risultati sperati, è necessario che il dispositivo sia programmato nel modo giusto, in base al fototipo e alla qualità dei peli da trattare. Per questo motivo, l’epilatore andrà impostato su parametri diversi da persona a persona, valutandone la potenza e la durata dei trattamenti. I modelli più recenti (puoi scoprire qui i migliori dispositivi per la luce pulsata fai da te) hanno il vantaggio di provvedere in automatico alla rilevazione di tali dati, evitando errori che comprometterebbero la buona riuscita della seduta.

Purtroppo, non tutti i fototipi hanno caratteristiche compatibili con l’uso della luce pulsata. Questo vale in particolare per le carnagioni scure o abbronzate. Il motivo è molto semplice: poiché il raggio di luce riconosce il pelo proprio per il suo colore – in contrasto con la superficie del corpo – una pelle altrettanto ricca di melanina ne vanificherebbe l’efficacia. Allo stesso modo, questa tecnologia risulta inadatta alla peluria bionda e di colore rosso .

Ci preme inoltre ricordare come l’assunzione di farmaci fotosensibilizzanti sia incompatibile con la luce pulsata, poiché rischierebbe di provocare reazioni avverse. La pillola, ad esempio, rientra in questa categoria ed è pertanto necessario consultare un esperto prima di prendere decisioni a riguardo. Chiaramente, anche ricorrere alla luce pulsata in presenza di escoriazioni, dermatiti o, più in generale, patologie a carico della pelle è fortemente sconsigliato.

Quanti tipi di epilatore a luce pulsata esistono?

Da quando i dispositivi per la luce pulsata sono entrati nelle nostre case, la loro tecnologia è andata via via migliorando, offrendoci prodotti ogni giorno più performanti. La scelta spazia da modelli economici a veri e propri apparecchi professionali, che ti garantiranno risultati a dir poco sorprendenti. Le principali tipologie di epilatore a luce pulsata sono 2:

  • Epilatori compatti: di piccole dimensioni e particolarmente maneggevoli, i modelli di questo tipo sono in genere a lampada fissa e hanno un numero prestabilito di flash.
  • Epilatori a pistola: si caratterizzano per la tipica forma a pistola, che consente una presa salda e comoda. Possono essere a lampada fissa oppure sostituibile.
  • Epilatori con corpo centrale e manipolo: un po’ più ingombranti e generalmente utilizzati nei centri estetici

Come agisce sul pelo?

Innanzitutto bisogna dire che la luce pulsata agisce sul pelo in fase attiva, ossia mentre avviene il processo di crescita. Sfruttando un meccanismo detto fototermolisi selettiva, l’epilatore fa partire una serie di impulsi luminosi che vanno a colpire il follicolo, disattivandolo permanentemente. A differenza di quanto avviene con la ceretta quindi, la pelle non è coinvolta nel processo di epilazione e il pelo non viene estirpato. Questo annulla la possibilità che insorgano irritazioni e follicoliti dovute a una crescita anomala.

A questo punto il pelo si indebolisce e smette di svilupparsi, lasciando il posto a una pelle più liscia che mai. Per un’epilazione completa servirà un intero ciclo di sedute, poiché ogni follicolo ha ritmi a sé stanti ed è necessario che ogni pelo venga trattato in concomitanza con la fase attiva. Noterai dunque un progressivo indebolimento e calo nella densità pilifera, fino al risultato finale, che andrà poi conservato con periodiche sedute di mantenimento.
Su questo stesso principio del danno termico si basa anche il funzionamento del laser, altrettanto efficace nella rimozione dei peli.

L’osservazione clinica degli effetti d’un impiego costante della luce pulsata ha dato risultati più che positivi, con una significativa riduzione del numero e della densità dei peli dopo 6 mesi di utilizzo.

Ulteriori vantaggi della luce pulsata

Ulteriori vantaggi della luce pulsata

I vantaggi della luce pulsata sono palesi: in primo luogo, dopo la prima serie di trattamenti ti basterà ricorrervi in modo sporadico, per far sì che il bulbo non si risvegli, dando il via a una nuova ricrescita. Ti accorgerai di quanto sia facile dimenticarsene, una volta abituata ad avere un corpo sempre perfettamente liscio. Niente a che vedere con i prodotti tradizionali, che richiedevano un uso frequente e continuativo.

Il fatto poi che il pelo non venga estratto, esclude eventuali crescite sottocutanee con tutte le conseguenze che comportano, come irritazioni o follicoliti. Non serve nemmeno che raggiunga una determinata lunghezza per procedere all’epilazione, poiché ogni trattamento è preceduto da una rasatura completa. Potrai quindi avere gambe costantemente lisce, anche tra una seduta e l’altra.

Tutto questo con un investimento iniziale che può apparire cospicuo ma che, a conti fatti, ammortizza abbondantemente i costi di cerette e sedute dall’estetista. Gli epilatori di ultima generazione dispongono d’un numero di flash che coprirà anni e anni di trattamenti e potrebbe potenzialmente bastarti per tutta la vita.

Pro

  • È indolore
  • Elimina i peli in modo permanente
  • Non danneggia la pelle
  • È facilissima da utilizzare

Contro

  • Per rimuovere completamente i peli servono diverse sedute
  • Non è idonea a tutti i tipi di peli e fototipi
  • Se usata senza protezioni, rischia di danneggiare gli occhi

Epilatore

Ceretta, luce pulsata ed epilatori - differenze - Epilatore

Chi non ha mai sentito parlare di epilatori? Pur rifacendosi allo stesso principio della ceretta, l’epilatore si contraddistingue per la sua maggior immediatezza: non necessita di particolari preparazioni ed è semplicissimo da usare. Un meccanismo geniale ed elementare al tempo stesso: si tratta d’un apparecchio dotato di pinzette rotanti che strappano ogni singolo pelo a contatto con la pelle. In altre parole, è sufficiente passarlo con attenzione sulla superficie da epilare, per fare piazza pulita di qualsiasi peluria.

Possono utilizzarlo tutti?

L’utilizzo dell’epilatore non è certamente invasivo; non richiede l’impiego di composti caldi – come invece la ceretta – né sostanze che vadano a diretto contatto con l’epidermide, qualità che lo rendono adatto davvero a tutti. Quanto al funzionamento, come abbiamo già spiegato si tratta di un meccanismo molto semplice e intuitivo, facilissimo da assimilare.

L’unica “controindicazione”, se così vogliamo chiamarla, è il timore che l’impiego di un epilatore possa provocare dolore. Se milioni di persone continuano a sceglierlo come prezioso alleato di bellezza, un motivo ci sarà. Potrai forse percepire un lieve pizzicore nel corso delle prime sedute, ma col passare del tempo, l’abitudine e il progressivo indebolirsi del pelo renderanno il tutto praticamente indolore.

Quanti tipi di epilatore esistono?

Il mercato offre svariate tipologie di epilatori, dalle più basilari fino alle più articolate e ricche di accessori. Per questo motivo, scegliere il modello giusto può rivelarsi più complicato di quanto avresti pensato, specie se sei alla tua prima esperienza con questo genere di prodotti. A tal proposito, abbiamo individuato per te gli 11 migliori epilatori in vendita online, per supportarti in una scelta più sicura e consapevole.

Tornando ai diversi tipi di epilatore, vale la pena di citarne 3 in particolare:

  • Epilatori con filo: funzionano tramite presa elettrica e vanno quindi utilizzati con il cavo inserito. Chiaramente, non possono essere impiegati a contatto con l’acqua.
  • Epilatori senza filo: necessitano di ricarica per l’uso e offrono la libertà di movimento tipica della tecnologia cordless.
  • Epilatori waterproof: impermeabili, garantiscono la massima sicurezza nell’utilizzo in doccia o nella vasca da bagno.

A queste 3 grandi categorie, vanno ad aggiungersi le più svariate caratteristiche: testine più o meno ampie, per assecondarne l’uso sulle diverse parti del corpo, così come un numero variabile di pinzette, a seconda dell’area a cui sono destinate. La tecnologia ha messo a punto una serie di funzioni per un uso sempre più agevole di questo dispositivo: dalle luci di precisione agli accessori flessibili, siamo certi che non avrai alcuna difficoltà nell’impiego del tuo epilatore.

Come agisce sui peli?

Come precedentemente accennato, il meccanismo dell’epilatore è decisamente intuitivo: a ogni passaggio del dispositivo sulla superficie della pelle, le pinzette catturano i peli, estirpandoli alla radice. Ti basteranno dunque pochi minuti per ottenere una perfetta epilazione, senza rischio di scottature o lesioni della cute.

Esattamente come nel caso della ceretta, ricorrere in maniera continua e duratura all’uso dell’epilatore provoca il sempre maggior indebolimento del fusto del pelo, rendendo via via più semplici e veloci le tue sedute. Qualora fossi particolarmente sensibile al dolore, ti rassicurerà scoprire che più i peli diventano deboli e sottili, meno sarà il fastidio che percepirai. Inoltre – particolare non da poco – bulbi frequentemente estirpati faticano ogni volta di più a rigenerarsi, dilatando di molto i tempi fra una seduta e l’altra.

Un elemento di grande interesse per chi tiene ad avere un corpo sempre liscio e vellutato, è la sorprendente abilità dell’epilatore nell’individuare ed estirpare anche i peli più corti. Ciò significa che non dovrai aspettare settimane fra un trattamento e l’altro, perché i peli raggiungano una lunghezza idonea allo strappo. Al contrario, potrai utilizzarlo non appena noterai le prime, fastidiose tracce di ricrescita. Un bel vantaggio soprattutto in estate, quando tendiamo a scoprirci di più e la presenza di peli, seppur corti, può essere talvolta fastidiosa.

Ulteriori vantaggi dell’epilatore

Ulteriori vantaggi dell’epilatore

Fra i molti vantaggi riconducibili all’acquisto di un epilatore, troviamo senza dubbio il fattore economico. Anche se la spesa può apparire d’una certa entità – questo dipende dal modello che sceglierai e da eventuali accessori in dotazione – il risparmio che deriva dal non dover acquistare periodicamente i prodotti per l’epilazione è di gran lunga superiore all’esborso iniziale. Per non parlare delle cifre che spenderesti rivolgendoti a un centro estetico professionale.

Potrai inoltre avvalerti di funzioni e accessori per semplificare l’epilazione: testine oscillanti che si adattano alla forma del corpo, ad esempio, per raggiungere senza fatica anche gli angoli più nascosti, o luci di precisione che ti aiuteranno a individuare fino all’ultimo peletto. Se acquisterai un epilatore waterproof, potrai utilizzarlo comodamente sotto la doccia, senza perdere più tempo del dovuto. Tra l’altro, pare che epilarsi in acqua riduca di moltissimo il pizzicore degli strappi; un altro punto a favore dell’epilatore.

Pro

  • Estirpa anche i peli più corti
  • Non è necessario attendere che i peli raggiungano una lunghezza minima
  • I modelli waterproof possono essere usati nella vasca o sotto la doccia
  • È velocissimo

Contro

  • Può creare qualche fastidio ai primi utilizzi
  • Può dar luogo a peli incarniti e follicoliti

In conclusione

Ceretta, epilatore e luce pulsata sono le tre tecniche di epilazione attualmente più in voga. Mentre i primi due agiscono estirpando i peli alla radice – seppur con modalità differenti -, il terzo sfrutta il potere della luce per impedirne la crescita, generando risultati a lunghissimo termine.

Per fare chiarezza, abbiamo esaminato a fondo le tante qualità e i vantaggi di ogni metodologia, mettendone in luce tutti i pro e i contro: modo d’uso, tipologie, effetti ed eventuali controindicazioni. Quali vantaggi otterresti scegliendone uno piuttosto che l’altro? Spetta solo a te valutare qual è la tecnica che più si addice alle tue necessità, per un acquisto consapevole e intelligente.