Gel, acrygel, semipermanente, one-step: tutte le tecniche del momento per unghie impeccabili

Scopri con MyBeautik tutti i prodotti più recenti per unghie invidiabili!

Gel, acrygel, semipermanente, one-step 2

Sempre più in vista, le unghie femminili sono ormai considerate una delle armi seduttive più potenti. Ma se un tempo ci si doveva accontentare del solo smalto tradizionale disponibile in una manciata di colori, oggi la nail art ha portato il settore dedicato alla manicure ad un livello superiore, mai raggiunto prima. Ormai quasi accantonato del tutto, lo smalto classico ci ha deluso; dopo poche ore dalla sua applicazione ecco la prima odiatissima sbeccatura!

Anche quello considerato a lunga durata in realtà tende ad opacizzare e sfaldare dopo alcuni giorni. Proprio per colmare tale inaccettabile lacuna sono stati realizzati prodotti innovativi per la bellezza delle nostre unghie, capaci di durare intere settimane! Ma non è tutto; oggi possiamo anche allungare la forma delle unghie, ricostruendo l’estremità libera del letto ungueale e donando un aspetto sano ed esteticamente gradevole, anche alle unghie più sottili e fragili. Stiamo parlando di gel, acrygel, semipermanenti e one-step!

Continuando a leggere scoprirai tutto quello che c’è da sapere sulle tecniche più recenti per la bellezza delle unghie. A fine lettura sarai in grado di orientare la tua scelta verso il prodotto e la tecnica di ricostruzione unghie più giusta per la tua manicure, in tutta sicurezza e nel pieno rispetto dell’anatomia ungueale.

C’era una volta la ricostruzione delle unghie in acrilico: polvere acrilica/polimero + monomero che indurisce all’aria. Troppo rigido e poco adatto per le mani meno esperte, questa tecnica di ricostruzione unghie è stata ormai soppiantata da Gel e Acrygel (anche chiamato Polygel). In modo particolare, l’acrygel rappresenta un passo in avanti nel settore estetico dedicato alle unghie, poiché unisce i vantaggi del gel e dell’acrilico.

Gel per ricostruzione unghie: di cosa si tratta? Come funziona? È pericoloso?

Gel per ricostruzione unghie

La ricostruzione unghie in gel è un trattamento estetico capace di modificare lunghezza e forma delle unghie, che non va confuso con la semplice applicazione del gel sull’unghia naturale. La ricostruzione, infatti, prevede l’utilizzo di tip/dual form – le cosiddette unghie finte realizzate in plastica – o cartine adesive, che ci consentono di allungare le unghie naturali, a prescindere dalla loro originale dimensione. Si tratta quindi di un procedimento più lungo e più complesso rispetto alla semplice stesura del gel!

Ma come si fa la ricostruzione unghie in gel? Può essere eseguita anche da persone non qualificate con il fai da te, in tutta sicurezza?

Applicare le unghie finte con il gel richiede sicuramente attenzione e destrezza manuale. Tuttavia, se eseguita con attenzione e seguendo tutti i diversi passaggi necessari, la ricostruzione unghie con il gel dimostra d’essere un trattamento sicuro attraverso cui difficilmente ci si potrà far male. Attenzione però! I prodotti e gli strumenti utilizzati per effettuare la ricostruzione unghie dovranno essere sempre di ottima qualità!

Le prime ricostruzioni unghie venivano realizzate con l’acrilico. Noi ti sconsigliamo di utilizzare questa tecnica ormai soppiantata, poiché i vantaggi offerti da gel (e soprattutto dall’acrygel) garantiscono una realizzazione più pratica e un risultato finale più naturale.

Non per niente oggi le esperte del settore considerano proprio gel e acrygel i migliori materiali per eseguire una manicure impeccabile poiché, oltre ad offrire una resa finale superiore rispetto ai materiali acrilici, risultano essere anche più semplici e veloci da applicare, modellare e polimerizzare. Ma l’aspetto più interessante è che il gel si presta a diversi utilizzi e consente a tutte noi di effettuare la ricostruzione unghie da casa.

Come si effettua la ricostruzione in gel? E quali materiali occorrono?

La ricostruzione delle unghie in gel si effettua in 3 fasi, che prevedono:

  1. La preparazione delle unghie
  2. L’applicazione di tip/dual form o cartine
  3. La stesura del gel

Il successo di questa tecnica di ricostruzione in gel dipende dalla corretta preparazione delle unghie. Queste dovranno essere adeguatamente pulite, sgrassate e opacizzate. Per eseguire questo importante passaggio ti occorreranno:

  • 2 lime a grana media e sottile
  • 1 buffer grana 200 per opacizzare leggermente l’unghia
  • 1 spingicuticole
  • del cleaner – per rimuovere ogni piccolo residuo di prodotto in eccesso
  • del disinfettante.

In modo particolare, le cuticole dovranno essere spinte via dalla superficie dell’unghia facendo attenzione a non irritarle e a non causare ferite. Solo dopo aver concluso la preparazione dell’unghia potrai dare il via alla seconda fase: ovvero la ricostruzione vera e propria.

Come eseguire la ricostruzione unghie in gel: materiali indispensabili e passaggi

Il passaggio di ricostruzione con tip o cartine richiede precisione e una buona dose di manualità. Se sei alle prime armi potrai iniziare a prendere dimestichezza con la sola applicazione del gel. Una volta che ti sentirai più sicura allora potrai cimentarti nell’applicazione di tip e cartine. Ecco come:

  1. Disinfetta la superficie delle unghie: questo procedimento è importante e dovrà essere svolto a prescindere dal tipo di ricostruzione scelto, con tip, dual form o cartine. Solo in caso di gel trifasico applica la base, diversamente, se utilizzi un gel monofasico la base non sarà necessaria.
  2. Applicazione tip o dual form: si tratta di unghie finte dalla consistenza flessibile ma resistente. Per fissarle alle unghie naturali è necessario applicare un po’ di colla nella loro parte interna, per poi adagiarle sulle unghie esercitando una leggera pressione. Una volta fissate vanno tagliate e modellate in base alle proprie preferenze.
  3. Applicazione delle cartine: è la scelta consigliata se non si intende allungare tutte le unghie ma solo quelle eventualmente spezzate. Possiedono già un lato adesivo perciò non necessitano di colla.
  4. Stesura del gel: una volta posizionate e modellate tip, dual form o cartine, potrai stendere il gel. Prima di passare alla polimerizzazione del gel dovrai eliminare eventuali imperfezioni e sbavature con il cleaner. Se stai utilizzando un gel trifasico, dopo la sua polimerizzazione dovrai sigillare il tutto con il top coat e passare in lampada per un’ultima volta.

I materiali essenziali per effettuare la ricostruzione unghie con gel sono:

  • Tip, dual form o cartine, (se scegli tip e dual form dovrai acquistare anche la colla e il cutter)
  • Gel monofasico o trifasico (se scegli il gel trifasico dovrai acquistare anche base e sigillante)
  • Pennelli per la stesura del gel
  • Rotolo di pads (da preferire all’ovatta che lascia troppi pelucchi)
  • Cleaner
  • Lampada UV o LED per polimerizzare il gel

Acrygel per ricostruzione unghie: di cosa si tratta e come funziona

Polygel nails by Cocolat Tiktok.com/@cocolcat/video/6885607792703573254

Questo innovativo prodotto specificatamente studiato per ricostruire le unghie – o più semplicemente per rinforzarle – racchiude le qualità più apprezzabili dell’acrilico e del gel da ricostruzione. Denso e particolarmente facile da modellare – per una lavorazione più semplice, veloce e professionale – questo rivoluzionario prodotto ti permetterà di creare una manicure invidiabile in tutta praticità! Non per niente è la scelta preferita da coloro che decidono di effettuare la ricostruzione unghie fai da te da casa.

L’acrygel, inodore e dalla consistenza piuttosto malleabile, asciuga sia attraverso lampada UV che LED. Solitamente, l’Acrygel è compatibile con tutti i gli smalti semipermanenti (controlla sempre le indicazione riportate sulla confezione) e garantisce un’elasticità ottimale per la ricostruzione delle unghie.

Anche la ricostruzione unghie con il Poly-Acrigel può essere eseguita attraverso 3 opzioni differenti: con le apposite tip, con le dual form o con le cartine. A differenza del gel, l’acrygel non cola, perciò consente di effettuare piccoli allungamenti delle unghie senza utilizzare alcun supporto aggiuntivo.

Come eseguire la ricostruzione unghie in acrygel: passaggi e materiali indispensabili

Così come avviene con la ricostruzione unghie con gel, anche quando andremo ad utilizzare l’acrygel sarà necessario preparare l’unghia. Questo importante passaggio dovrà essere svolto con estrema cura, anche quando si desidera applicare l’acrygel senza ricostruire l’unghia con tip, dual form e cartine. La procedura è simile a quella prevista per la ricostruzione delle unghie in gel:

  • Esegui una manicure a secco e disinfetta il tutto, senza immergere le unghie in acqua. Durante questa fase evita l’utilizzo di creme e oli emollienti, poiché potrebbero compromettere la tenuta dell’acrygel.
  • Spingi le cuticole con l’attrezzo adatto. Se hai cuticole particolarmente dure esegui una manicure classica alcuni giorni prima dell’applicazione dell’acrygel.
  • Procedi con l’opacizzazione dell’unghia, utilizzando il buffer o una lima per unghie 180.
  • Elimina eventuali impurità con una spazzolina e applica il primer (promotore di adesione) su tutta la superficie ungueale, lascia asciugare e applica la base.
  • È arrivato il momento di eseguire la prima “infornata”! Utilizza una lampada LED o UV per polimerizzare la base. Ora l’unghia è finalmente pronta per l’applicazione dell’acrygel! Per modellarlo dovrai servirti di pennello apposito e ciotola contenente Poly Liquid o Slip Solution, delle sostanze appositamente create per eliminare l’attrito tra pennello e acrygel.

Applicazione Acrygel con Dual Form

Se desideri aumentare la lunghezza di tutte le unghie in modo uniforme, potrai mettere alla prova la praticità dell’acrygel in combinazione con le dual form. Ecco di seguito la procedura standard.

  1. Applica una piccola quantità di acrygel all’interno della dual form (accertati che abbia la dimensione giusta per le tue unghie). Utilizzando un pennellino e la soluzione adatta, stendi e modella l’acrigel.
  2. Adagia la dual form sull’unghia effettuando una leggera pressione per poi eliminare eventuali residui su cuticola e plica ungueale.
  3. Polimerizza con lampada UV o LED rispettando i tempi indicati nella confezione.
  4. Stacca la dual form effettuando dei leggeri movimenti laterali.
  5. Effettua una leggera limatura per creare la forma che meglio preferisci.
  6. Stendi un leggero strato di top coat direttamente sull’acrygel e polimerizza nuovamente. Se preferisci potrai stendere prima lo smalto semipermanente del tuo colore preferito.

Applicazione Acrygel con cartine

La costruzione delle unghie con acrygel può essere realizzata anche con le pratiche cartine. Ecco come eseguire la procedura giusta senza commettere errori, dopo aver ovviamente preparato precedentemente l’unghia con la regolare manicure già indicata sopra.

  1. Applica il primer su tutta la lunghezza dell’unghia e polimerizza con la lampada
  2. Adagia la cartina e posizione una pallina di acrygel al centro dell’unghia
  3. Con il pennello stendi l’acrygel in modo da creare una gradevole curvatura dell’unghia
  4. Polimerizza in lampada seguendo le istruzioni riportate sul prodotto utilizzato
  5. Rimuovi delicatamente la cartina. Se necessario applica un’altra piccola quantità di acrygel e catalizza
  6. Ora potrai limare e perfezionare la forma delle tue unghie ricostruite
  7. Opacizza, spolvera e sgrassa il tutto, prima di applicare il tuo smalto semipermanente preferito. Sgrassa e stendi il top coat per un risultato brillante. Polimerizza nuovamente e sgrassa l’unghia per l’ultima volta. Le tue nuove unghie sono finalmente pronte!

I materiali essenziali per effettuare la ricostruzione unghie con Acrygel sono:

  • Sgrassatore (cleaner) per manicure
  • 2 lime 100/180
  • Forbicine per tagliare le cartine
  • Primer per agevolare l’aderenza
  • Cartine
  • 1 spatolina per prelevare la quantità giusta di acrygel
  • 1 pennellino per modellare l’acrygel
  • Smalto semipermanente
  • Top coat (non necessario se utilizzi uno smalto monofase)
  • Lampada UV o LED

Gel o Acrygel: quali sono le differenze?

Gel o Acrygel quali sono le differenze

Sapevi che l’acrygel è ormai considerato il prodotto per la ricostruzione unghie preferito dalle professioniste del settore? Il motivo è piuttosto ovvio! Infatti, questo innovativo prodotto per la bellezza delle unghie offre diversi vantaggi rispetto al gel classico. Eccoli di seguito elencati:

Vantaggi Acrygel

  1. Consistenza ideale. Meno liquido del gel, l’acrygel si presenta come una pasta malleabile che non asciuga all’aria, perciò offre tutto il tempo di creare la forma perfetta alle proprie unghie.
  2. Assenza di odori pungenti. Potrà sembrare marginale, ma il fatto che mentre ci occupiamo della nostre unghie non dobbiamo inalare odori sgradevoli è senz’altro un fattore positivo!
  3. Maggiore resistenza, flessibilità e leggerezza. Rispetto a gel e acrilico, l’acrygel offre un risultato finale più flessibile e resistente. Inoltre – essendo più leggero di entrambi – è l’ideale per chi porta le unghie lunghe.
  4. Versatilità. L’acrygel può essere utilizzato non solo per ricostruire le unghie con cartine e tip! Esso infatti è indicato anche per rendere più forte la lamina ungueale e donare un aspetto più sano e curato alla mano.
  5. È disponibile in diversi colori. Il gradevole colore rosa/nude dell’acrygel può essere applicato sull’unghia per lasciarlo così com’è, oppure può essere mixato ad altri gel semipermanenti, per un risultato coloratissimo.
  6. Consente di realizzare piccoli interventi alle unghi. Vista la sua consistenza particolarmente densa, l’acrygel permette di correggere un’unghia scheggiata o di effettuare un leggero allungamento, senza l’utilizzo di tip e cartine.
  7. Non riscalda eccessivamente. Durante la polimerizzazione: mentre il gel tradizionale tende a riscaldare, l’acrygel permette di utilizzare la lampada UV LED nel massimo comfort. L’ideale per coloro che hanno unghie particolarmente sottili o delicate.
  8. Polimerizza con entrambe le lampade LED e UV. A differenza del gel, l’acrygel ti consentirà di utilizzare entrambe le lampade per unghie, nella massima praticità.

E il Gel tradizionale? Lo butto via?

Vista la sua consistenza più liquida, il gel è un prodotto particolarmente indicato per coloro che vantano maggiore esperienza nel campo della manicure. Pur essendo un valido alleato della bellezza delle nostre unghie, se paragonato all’acrygel, non possiamo non considerare alcuni svantaggi. Il gel riscalda maggiormente durante la polimerizzazione, resiste meno agli urti, richiede un’applicazione rapida poiché tende ad asciugare all’aria e, vista la sua consistenza fluida, non consente di effettuare piccoli interventi di allungamento senza l’utilizzo di tip, dual form e cartine. Inoltre, polimerizza solo con lampada UV.

Ma allora quali sono i vantaggi del gel?

  • Se applicato correttamente, il gel necessita di una limatura minima
  • È automodellante
  • Consente di realizzare coperture di unghie naturali facili e veloci
  • Offre un’adesione ottimale

Quali smalti utilizzare su acrygel e gel?

Quali smalti utilizzare su acrygel e gel

Se hai deciso di utilizzare l’acrygel per ricostruire le tue unghie, allora avrai a disposizione una ricca scelta per quanto riguarda l’utilizzo degli smalti semipermanenti (scopri quali acquistare attraverso la guida ai 10 migliori marchi di smalti semipermanenti per una manicure perfetta). Per semplificare la personalizzazione delle tue unghie potrai optare per i praticissimi smalti one-step.

Con gli smalti semipermanenti one-step eviterai di dover applicare base e top coat. Una volta steso sull’unghia, lo smalto semipermanente one-step – anche conosciuto come smalto semipermanente 3 in 1 – potrà essere polimerizzato con lampada UV LED in tutta semplicità.

Se invece hai realizzato la ricostruzione delle unghie con il gel, prima di applicare lo smalto semipermanente accertati della loro compatibilità. Infatti, usare smalti semipermanenti e gel contemporaneamente può rendere meno duratura la tua manicure.

Conclusione

Le ultime tendenze unghie sono davvero irresistibili! Oggi, anche coloro che hanno unghie fragili che tendono a spezzarsi potranno sfoggiare una manicure perfetta, senza alcuna rinuncia; grazie alla ricostruzione unghie con gel e acrygel.

Sebbene il gel sia un ottimo prodotto, oggi la maggior parte delle onicotecniche professioniste predilige l’utilizzo dell’acrygel; perché più pratico da applicare e perché scalda meno durante la polimerizzazione rispetto al gel, offrendo un trattamento confortevole e senza fastidi. Inoltre l’acrygel è compatibile con quasi tutti gli smalti semipermanenti presenti sul mercato. Ciò renderà la tua manicure più semplice.