Applicazione perfetta dello smalto semipermanente: ecco tutti i passaggi e a cosa prestare attenzione

La guida completa per una manicure fai-da-te invidiabile

Applicazione perfetta dello smalto semipermanente ecco tutti i passaggi 2
INDICE

Ci siamo finalmente decise; dopo aver ammirato e invidiato le coloratissime e brillanti unghie immortalate su social e magazine online, è arrivato il momento di mettere alla prova la nostra abilità con gli smalti semipermanenti! Utilizzato e amato dalle donne di tutte le età, lo smalto semipermanente ha rivoluzionato il modo in cui ci prendiamo cura delle nostre unghie.

I punti di forza? Essendo un materiale fotoindurente che asciuga solo attraverso l’utilizzo di specifici fornetti dotati di lampade UV o LED, lo smalto semipermanente è capace di offrire una resistenza esagerata (fino a 4 settimane), una brillantezza estrema e un risultato estetico decisamente professionale. Il punto debole? L’applicazione dello smalto semipermanente è caratterizzata da molteplici passaggi precisi, inoltre per poterlo utilizzare nel modo giusto è necessario acquistare alcune attrezzature e qualche prodotto in più. Si tratta però di un piccolo investimento di tempo e denaro capace di regalare grandi soddisfazioni!

Se stai leggendo questa guida all’applicazione perfetta dello smalto semipermanente è perché probabilmente vuoi cimentarti in questa tecnica per la prima volta o perché il tuo primo tentativo non è stato un successo. E allora non perdiamoci in chiacchiere e andiamo a scoprire subito quelli che sono occorrente necessario per applicare lo smalto semipermanente e passaggi essenziali per ottenere delle unghie da copertina!

Ma prima di iniziare…

I trattamenti di manicure, che siano realizzati con smalto classico, semipermanente, gel e acrygel, dovranno essere eseguiti solo su unghie sane! Sei hai una ferita o una micosi alle unghie non applicare alcun prodotto estetico. Solo una volta guarita, l’unghia sarà pronta ad affrontare il suo trattamento di bellezza! (Sei in cerca di ispirazione? Prendi spunto dalle ultime tendenze unghie).

Hai mai usato lo smalto semipermanente?

Come applicare lo smalto semipermanente a casa. I prodotti indispensabili

Come applicare lo smalto semipermanente a casa. I prodotti indispensabili

Applicare lo smalto semipermanente è più semplice di quanto sembra, ma per farlo nel modo giusto avrai bisogno di acquistare alcuni prodotti indispensabili. Infatti, oltre alla lampada UV LED (ti stai chiedendo qual è la differenza? Premesso che anche le lampade LED emettono raggi UV, la principale differenza tra le due sono i tempi di polimerizzazione; la lampada UV polimerizza più lentamente rispetto alla lampada LED), dovrai procurarti anche:

  • 2 lime dalla grana media e sottile
  • 1 spingicuticole per liberare la lamina ungueale dalle antiestetiche pellicine
  • 1 disinfettante da passare su tutte le unghie prima di iniziare la tua manicure
  • 1 cleaner per pulire l’unghia prima e dopo la manicure
  • 1 base da applicare e polimerizzare prima dell’applicazione dello smalto
  • 1 smalto semipermanente di qualità, del colore che preferisci
  • 1 top coat da applicare sul permanente e catalizzare in lampada
  • 1 buffer per opacizzare delicatamente la superficie delle unghie – prima del trattamento – o dello strato di smalto vecchio, prima di usare il solvente
  • 1 remover o solvente specifico per smalto semipermanente
  • 1 spatolina per spingere via lo strato si smalto

A ciò dovrai anche aggiungere del cotone – se non vuoi acquistare i pads in cellulosa utilizzati dalle estetiste potrai usare tranquillamente i classici dischetti per levare il trucco – e della stagnola o fogli di alluminio. Ti sembra troppo? Per snellire la tua lista della spesa potrai acquistare uno smalto semipermanente one-step, praticissimo prodotto 3 in 1 che semplificherà la tua manicure!

Tutto pronto? Allora segui passo passo il tutorial per applicare lo smalto semipermanente di MyBeautik!

Come applicare lo smalto semipermanente tutti i passaggi

Come applicare lo smalto semipermanente tutti i passaggi

1. Prepara l’unghia prima della stesura dello smalto

La preparazione dell’unghia è un passaggio fondamentale che andrà ad influenzare il risultato finale della tua manicure. Perciò cerca di eseguire questo primo step con massima cura e attenzione! Inizia a dare la forma che più ti piace alle tue unghie levigando ogni ruvidezza del bordo ungueale libero. Utilizza cautamente lo spingicuticole, elimina completamente eventuali tracce di limatura e disinfetta il tutto.

2. Applica la Base

Applica la base iniziando dalla radice dell’unghia, facendo attenzione a non sbavare su cuticola e plica ungueale. La stesura dovrà essere omogenea senza margini liberi.

Se la base che hai scelto ha una consistenza densa, prova a realizzare una leggera “bombatura”. Questo piccolo stratagemma consentirà al prodotto di reggere più a lungo.

Una volta terminata la prima mano, passa alla catalizzazione con lampada UV o LED, seguendo i tempi indicati nella confezione della base utilizzata. Ripeti il tutto sull’altra mano. Ricorda che: base, smalto permanente e top coat dovranno essere applicati e polimerizzati prima sulle unghie dei pollici. Diversamente – vista la loro particolare posizione laterale – i raggi UV non le potranno raggiungere adeguatamente.

3. Applica lo Smalto Semipermanente

Dopo che avrai steso e catalizzato la base su tutte le unghie potrai finalmente applicare lo smalto permanente del colore che ti piace di più, (sei indecisa? Allora acquista un pratico ed economico cofanetto con tante nuance). Inizia ad applicare il prodotto senza esagerare: la consistenza del semipermanente è più densa di quella di uno smalto classico. Per questo motivo dovrai prestare particolare attenzione alle cuticole.

Generalmente è necessario stendere almeno 2 passate (alcuni semipermanenti richiedono addirittura 3 passate). Mentre la prima passata si applica normalmente – dalla radice dell’unghia sino alla punta – la seconda passata prevede una distribuzione del prodotto che parte dalla punta dell’unghia, prima orizzontalmente e poi verticalmente. Ogni applicazione dovrà essere catalizzata con la lampada UV LED.

4. Applica il Top Coat

Se sei soddisfatta del risultato raggiunto allora potrai sigillare il tutto con il top coat. In tante dimenticano di applicare questo specifico prodotto anche in punta! Questo piccolo accorgimento offre maggiore protezione contro le sbeccature in caso di urti accidentali. Ovviamente anche il top coat andrà polimerizzato in lampada UV o LED seguendo attentamente quelli che sono i tempi indicati nella sua confezione.

Se invece il colore dello smalto dovesse apparire disomogeneo, prima di applicare il top coat stendi un secondo strato di semipermanente come indicato sopra, per poi polimerizzare ancora una volta.

5. Sgrassa le unghie con il Cleaner

Spesso, a seguito della polimerizzazione in lampada, il top coat presenta una sorta di patina leggermente appiccicosa (nel linguaggio tecnico questa è chiamata dispersione). Per eliminarla in tutta sicurezza potrai utilizzare il cleaner.

Non tutti gli smalti semipermanenti vanno sgrassati. Quelli one-step in particolare non richiedono quasi mai di essere sgrassati.

L’azione sgrassante del cleaner agisce sullo smalto delicatamente, senza determinare alcun danno. Per farlo nel modo migliore meglio tamponare una piccola quantità con un nail-pad (la comune ovatta tende a lasciare troppi residui). Durante questa procedura lo smalto permanente potrebbe colorare leggermente il dischetto in cotone. Non ti preoccupare, è una reazione assolutamente normale che non comprometterà in alcun modo il risultato finale della tua manicure.

6. Applica qualche goccia di olio per cuticole e goditi il risultato!

Ora che la procedura di applicazione dello smalto permanente è finalmente giunta al termine è arrivato il momento di coccolare le tue mani, in modo particolare le cuticole. Seppure sicuro, il trattamento unghie con gli smalti semipermanenti può stressare unghie e pelle circostante.

Per evitare che ciò avvenga, utilizza un olio specifico per cuticole effettuando un leggero massaggio, per poi assorbire l’eventuale eccesso con un nail-pad. Ora le tue mani sono pronte per essere sfoggiate!

5 consigli per una manicure con semipermanente dal risultato professionale

5 consigli per una manicure con semipermanente dal risultato professionale

1. Utilizza il Primer

Le onicotecniche professioniste, prima di applicare la base, utilizzano anche il primer. Questo prodotto serve a garantire un’aderenza ottimale, in modo che gli strati di base, smalto e finish aderiscano perfettamente senza scollare o creare antiestetiche bollicine.

2. Non usare la lima in acciaio per opacizzare l’unghia o rimuovere il primo strato di smalto

Utilizza invece il mattoncino abrasivo (buffer) – per esfoliare delicatamente l’unghia prima di applicare primer e base – oppure la lima in cartone per correggere la forma. Questa potrà essere utilizzata anche per rimuovere il primo strato di smalto vecchio. Attenzione però! Fermati non appena il colore dello smalto schiarisce facendo intravedere l’unghia sottostante. La lima non dovrà essere utilizzata per levare lo smalto, ma solo per renderlo poroso e quindi più sensibile all’azione del solvente.

3. Rispetta pazientemente i tempi di polimerizzazione indicati

Base coat, smalto semipermanente e top coat presentano dei tempi di catalizzazione che differiscono tra una marca e l’altra. Non fare di testa tua e segui scrupolosamente le indicazioni riportate sulla confezione di ogni singolo prodotto.

4. Proteggi la pelle che circonda l’unghia dall’aggressione del solvente

Per fare in modo che il solvente ammorbidisca lo spesso strato di smalto, dovrà essere lasciato in azione per diversi minuti (10-15). Mentre l’unghia è protetta dallo smalto, la pelle deve fare i conti con questa sostanza potenzialmente irritante. A questo scopo hanno realizzato un balsamo specifico da applicare su cuticole e pelle circostante dell’unghia.

5. Fai passare almeno 2 settimane tra una manicure e l’altra

Non vogliamo prendere in giro nessuna; per quanto questi prodotti per la manicure siano sicuri e privi di sostanze nocive, a lungo andare possono stressare le unghie in modo più o meno visibile, soprattutto quando non si è particolarmente pratiche nella fase di rimozione.

Per evitare che ciò avvenga, concedi alle tue unghie almeno 2 settimane di riposo tra un’applicazione di semipermanente e l’altra. In questo lasso di tempo potrai sfruttare il potere nutriente di oli e impacchi home-made (approfondisci l’argomento qui e consentire all’unghia di rigenerarsi.

Conclusione

Ti senti pronta a compiere il grande passo? Allora inizia a dire addio a nail polish tradizionali che promettono ma non mantengono e concediti una vera manicure con gli smalti semipermanenti delle migliori marche! Ricorda però di mettere in atto tutti i passaggi sopracitati e di non farti sopraffare dalla fretta!

Soprattutto durante le prime applicazioni dovrai prestare particolare attenzione sia alla fase di posa che a quella di rimozione. Una volta che avrai preso dimestichezza potrai iniziare a sbizzarrirti con nail art facili ma di grande effetto, sino a diventare una vera esperta del settore!