Guida Per Principianti A Tutti Gli Attrezzi Dello Yoga

Vuoi ottenere il meglio dallo yoga ma non sai esattamente quali attrezzi dovresti usare? Ti aiutiamo a scegliere i migliori per la casa e la palestra!

image
INDICE

Quando si inizia a fare yoga, per motivi disparati, dal voler migliorare il proprio stato di salute al cercare maggiore tranquillità o addirittura per problemi più importanti, si deve prima decidere se praticare in palestra o a casa.

Anche se la via migliore è quella di iniziare con un insegnante certificato, potresti desiderare di fare i primi passi a casa, magari con l’aiuto di un video per principianti: a questo punto, però, la domanda da porti può essere: “Quali attrezzi devo usare per eseguire al meglio le posizioni?”.

In realtà serve davvero molto poco per iniziare: vediamo insieme cosa indossare, quali attrezzi sono fondamentali per una buona pratica, a cosa servono e come usarli per ottenere risultati a lungo termine dall’allenamento.

Abbigliamento e accessori ideali alla pratica

Il primo passo da fare è quello di scegliere l’abbigliamento e gli accessori più adatti: quando si eseguono gli asana si deve stare comodi, in modo da non avere altri pensieri che trovare la concentrazione. Vediamo allora quali capi è preferibile scegliere per non avere altre preoccupazioni durante una sessione di yoga!

1Pantaloni da yoga

pantaloni-donna-yoga-cotone-grigio-rosa

I pantaloni sono un elemento essenziale se si vuole stare comodi, soprattutto se si opta per un modello largo, in stile jogger o harem. Nel secondo caso è preferibile scegliere pantaloni con elastico alla caviglia, che quindi restino fermi durante la pratica.

2Pantaloncini

pantaloncini yoga

Adatti a donne e ragazzi, sono ideali per l’hot yoga, in quanto aiutano a non surriscaldare il corpo. Meglio optare per un modello in spandex aderente ma vanno bene anche quelli larghi, se abbinati a un paio di collant che coprono le gambe, quando è necessario porle in posizioni che lascerebbe scoperto molto con i soli pantaloncini.

3Top e canotte

crop-top-donna-yoga-premium-blu

In abbinamento ai pantaloncini o ai pantaloni è molto utile optare per un top aderente, anche insieme a una maglietta: scegliete un materiale traspirante specialmente se sudate abbastanza durante gli esercizi.

4Maglioni o coperte

coperta yoga

Se decidete di andare in palestra potreste non trovare l’ambiente più adatto, quindi più fresco o caldo del solito e di quanto possiate sopportare. Per questo è consigliabile portare con sé un maglione o anche una copertina, da tenere accanto al tappetino, specialmente quando si eseguono posizioni come il Savasana finale.

Gli studi di yoga di solito hanno pile di coperte disponibili per gli studenti da utilizzare durante le lezioni: quelle piegate possono essere utilizzate per sollevare i fianchi durante le pose sedute o per offrire supporto durante quelle sdraiate.

Per esempio, quando ci si siede a gambe incrociate, è possibile posizionare la coperta sotto il sedere, per sollevare i fianchi sopra le ginocchia.

5Reggiseno sportivo

reggiseno yoga

Questo elemento è importante se dovete eseguire pose dinamiche, in quanto conferisce maggiore confidenza e vi aiuta a non sentirvi a disagio.

6Fascia per capelli

fascia per capelli yoga

Se hai i capelli lunghi è opportuno tenerli fermi con una fascia o dei laccetti/elastici, per evitare che le ciocche ricadano sul viso, creando un impedimento durante la lezione.

7Calzini Antiscivolo

calze yoga antiscivolo

Anche se è preferibile fare yoga a piedi nudi, potresti avere freddo e sentire la necessità di un paio di calzini. In questo caso prediligi quelli con le prese sulla base, che permettono di tenere i piedi coperti creando il giusto attrito per non farti scivolare durante asana un po’ più impegnativi.

Puoi iniziare con i capi che hai a casa e poi, man mano, acquistare qualcosa di più specifico, meglio se in tessuto naturale, traspirante e ideale a contatto con la pelle.

8Tappetino Yoga

tappetino yoga

Il tappetino è naturalmente un elemento indispensabile, soprattutto perché quello specifico per yoga ha una consistenza più “appiccicosa”, che aiuta a creare maggiore attrito quando si suda.

Inoltre questo elemento permette di definire il proprio spazio personale e quindi anche l’area di lavoro. Se decidete di frequentare una palestra, ne troverete in abbondanza, ma tenere alla pulizia è importante, per cui meglio essere sicuri di averne uno proprio del quale avere cura.

C’è da considerare che è possibile trovarne uno a buon prezzo, ma meglio optare per quelli di medio costo, così da non ritrovarsi a doverne acquistare uno nuovo dopo poco.

Ci sono diverse caratteristiche da considerare nella scelta: la lunghezza, lo spessore, il comfort, la trazione e, perché no, anche il colore, quindi potrete personalizzare il vostro tappetino senza trascurare il vostro gusto personale.

9La borsa per tappetino

borsa per tappetino yoga

Fare esercizi con i giusti attrezzi è fondamentale per ottenere il meglio dallo yoga: in questo modo si evitano problemi anche abbastanza gravi, come le lesioni o anche posture scorrette.

Come abbiamo detto, il tappetino è molto importante e portarlo con sé sempre lo è altrettanto: per farlo in maniera più semplice serve una borsa o anche una tracolla.

Nel primo caso basta piegare e arrotolare il tappeto, nel secondo è possibile usare le cinghie presenti per legarlo e portarlo sulla spalla. Su questi modelli a volte sono presenti delle tasche, che permettono di portare anche altri attrezzi piccoli o oggetti come lo smartphone e i portafogli con sé, senza dover trovare un posto alternativo o sentirne il peso.

Qui c’è da considerare una certa differenza di prezzo, in quanto la borsa può avere un costo più alto rispetto alla tracolla, più essenziale e semplice e anche più economica.

10Asciugamani Yoga

asciugamano-premium-yoga-mat-antiscivolo

L’ascesa del Bikram yoga, noto anche come “hot yoga”, ha dato vita a una nuova ondata di attrezzature per il fitness. Per questa tipologia è bene acquistare un asciugamano apposito.

Perché è utile? Quando pratichi hot yoga ovviamente suderai di più, per cui il tappetino diventa pericoloso da usare, oltre a rendere più probabile che si scivoli. L’asciugamano da yoga può essere posizionato sopra il tappetino e impedire che diventi scivoloso con il sudore.

In questi casi, infatti, il semplice modello antiscivolo potrebbe non essere sufficiente: l’asciugamano da yoga assorbirà il sudore e creerà resistenza contro il tappetino e il pavimento.

11Bottiglie e borracce per acqua o altre bevande

borraccia

L’idratazione è uno degli aspetti principali durante ogni tipo di allenamento, anche lo yoga: spesso si pensa che questa sia un’attività leggera, invece si rivela un esercizio intensivo. Per questa ragione si suda e si perdono molti liquidi.

La bottiglia d’acqua è quindi un’attrezzatura necessaria per lo yoga, non un accessorio opzionale. L’approccio scientifico per affrontare la perdita di acqua durante l’esercizio consiste nel berne 1 L per ogni 1000 calorie bruciate.

Tuttavia, nel suo libro The Lore of Running, l’esperto di fitness e professore Tim Noake consiglia di bere quando si ha sete durante l’esercizio. Questo aspetto è particolarmente importante se stai praticando Bikram yoga.

Quali attrezzi scegliere per lo yoga?

Ci sono diversi attrezzi che possono essere utili a praticare lo yoga, non solo lo Iyengar, per preparare il corpo e migliorare l’esercizio. Ecco quali sono davvero indispensabili!

1Blocchi yoga

blocchi yoga

Il blocco yoga è un elemento molto popolare: tradizionalmente composto da schiuma, bambù o sughero, è uno dei più usati soprattutto dai principianti e viene spesso utilizzato come estensione delle braccia o quando non è possibile raggiungere l’estensione completa di determinate pose.

In realtà questo attrezzo non è solo necessario per praticare yoga, ma serve soprattutto per imparare questa disciplina correttamente sin dall’inizio, visto che aiuta a migliorare la propria flessibilità.

Tuttavia, questo non è l’unico utilizzo del blocco yoga, in quanto si tratta di un elemento multifunzionale: può essere sfruttato anche come blocco di equilibrio per stare in piedi e praticare le pose o come supporto per allungare i muscoli tesi.

Un prodotto economico, che ogni yogi dovrebbe acquistare per migliorare la pratica sin dall’inizio.

I blocchi possono essere utili con pose come Ardha Chandrasana o posa della mezza luna perché a molte persone manca la flessibilità del tendine del ginocchio o la forza centrale necessaria per mantenere questa posizione con la forma corretta.

Inoltre i blocchi possono essere ruotati e posizionati a tre diverse altezze: se fai molto yoga a casa, vale la pena procurartene una serie per le posizioni in cui entrambe le mani si protendono verso il suolo.

2Cinghie

cinghia yoga

Le cinghie da yoga sono attrezzature utilizzate nello yoga per favorire la flessibilità. Se sei un principiante, ti consigliamo di investire in questi attrezzi in quanto ridurranno la probabilità di affaticamento muscolare.

Le cinghie da yoga possono essere utili anche nei movimenti più semplici, come le posizioni sedute che se ne servono per allungare le gambe. Una tecnica comunemente usata di questo attrezzo yoga è afferrare entrambe le estremità della cinghia e tirarla verso di sé mentre ci si piega in una posa.

Dovremo avvolgerla attorno ai nostri piedi e tirare verso la schiena o il petto mentre entriamo nella posa, ma potremo utilizzarla anche su glutei, ginocchia e fianchi. La cinghia può anche giovare alle braccia, creando tensione e favorendo l’equilibrio nelle posizioni in cui è necessario.

3Bande di resistenza

bande elastiche yoga

Anche se sono simili alle cinghie, le fasce di resistenza sono state inizialmente create per fungere da trattamento fisioterapico negli anni ’90, ma poi sono rapidamente diventate popolari tra gli atleti.

Anche se non sono specificamente progettate per lo yoga, le loro proprietà e i benefici che apportano possono dare una marcia in più alle tue prestazioni, perfezionando il tuo livello di abilità.

A differenza della cinghia da yoga, le bande di resistenza sono adattabili: quando se ne acquista un set, ognuna ha una potenza differente, per cui aumentando continuamente la resistenza, durante l’allenamento, il tuo corpo risponderà diventando più forte e più flessibile.

4Ruota per yoga

ruota yoga

Anche se è entrata a pieno titolo tra gli attrezzi yoga a partire dal 2018, la ruota è un elemento molto importante: si tratta di un sostegno cavo di forma circolare, simile al blocco per lo yoga, nel senso che è progettato per aiutare nello stretching, allentare la tensione e migliorare la flessibilità.

Una valida attrezzatura, in quanto permette di allungarsi in avanti e indietro, con il vantaggio di aiutare a eseguire asana più difficili. Se soffri di mal di schiena o hai problemi alla colonna vertebrale, puoi usare la ruota yoga anche per alleviare questo dolore.

Basterà infatti sdraiarsi semplicemente sopra la ruota e inizia a spingere il corpo avanti e indietro, prestando particolare attenzione alle zone in cui senti più dolore. Inoltre è un valido complemento nelle sessioni di rilassamento yoga ed è ottimo quindi per rilassare i muscoli tesi.

Questo attrezzo è utile anche quando si ha molto stress accumulato, per esempio sotto esame, quindi è un valido trattamento anti ansia del tutto naturale.

5Rullo in schiuma o foam roller

foam roller

Anche questo attrezzo è simile alla ruota dello yoga, ma mentre questa è vuota, i rulli sono spessi e molto densi. Per questo motivo, possono essere un trattamento più efficace per dolori alla schiena e alle articolazioni, poiché la densità del prodotto offrirà al tuo corpo un maggiore sostegno.

Allo stesso modo, mentre la ruota yoga si muoverà più facilmente, per spostare un rullo di schiuma dovrai applicare più pressione con il tuo corpo: ciò potrebbe rendere più difficile migliorare la flessibilità delle articolazioni, ma rafforzerà maggiormente i muscoli a causa dell’aumento del livello di resistenza.

In uno studio del 2015 è emerso che 11 atleti che hanno utilizzato rulli di schiuma e hanno eseguito anche allungamenti statici, hanno visto un considerevole aumento del loro raggio di movimento.

6Cuscino da meditazione

cuscino-yoga-zafu-grigio-melange-35x18cm

Per meditare con maggiore comodità, potresti avere difficoltà a restare su un pavimento in legno, per questo ti consigliamo di acquistare un cuscino da meditazione.

Appositamente progettati per sostenere il tuo corpo in alto mentre ti siedi a gambe incrociate sul pavimento, i cuscini da meditazione sono comodi e ti aiuteranno ad allineare la colonna vertebrale nella sua corretta curvatura.

Stare seduti a terra o su un normale cuscino non fornirà al tuo corpo questo livello di supporto, anzi, farlo può persino danneggiare la gamma di movimento dei fianchi.

I cuscini da meditazione sono tradizionalmente rotondi ma si sono evoluti nel tempo per compensare le diverse esigenze individuali: alcuni sono anche a forma di mezzaluna, progettati specificamente per sostenere le cosce.

Indipendentemente dal tipo di cuscino che scegli di acquistare, se accusi fastidio alle caviglie ti consigliamo di posizionarlo sopra una coperta: in questo modo non solo il tuo corpo ha un supporto extra, ma ti sentirai completamente a tuo agio mentre ti eserciti.

Ricorda che la mediazione è incentrata sul rilassamento: sentirti bene durante questo processo dovrebbe essere la tua massima priorità.

7Sacchi di sabbia

Lo scopo dei sacchi di sabbia è quello di ripristinare e curare i muscoli danneggiati: costituiti da un robusto involucro esterno con chiusura a cerniera, sono tradizionalmente riempiti con sabbia o riso crudo.

Quando procedi alla scelta, devi assicurarti che non siano troppo pesanti, in quanto devono essere comodi da trasportare. Pensa a questi sacchi di sabbia come se fossero un abbraccio: la pressione che questo può fornire contro i nostri corpi è legata alla sezione del cervello chiamata amigdala.

Questa è responsabile delle nostre emozioni: di conseguenza la pressione dei sacchi di sabbia rilasserà il nostro corpo e disinnescherà qualsiasi sensazione di ansia, grazie alla sua connessione con l’amigdala.

Inoltre si tratta di ottimi attrezzi per lo yoga per i principianti alla ricerca del proprio equilibrio; questa attrezzatura può anche fungere da ancoraggio per varie parti del corpo, offrendo quel supporto aggiuntivo necessario soprattutto all’inizio della pratica.

Per esempio, se cerchi di eseguire correttamente il Tadasana, posiziona i sacchi di sabbia sopra i tuoi piedi: questo peso aggiuntivo ti impedirà di muoverti o agitarti e ti consentirà di stare in piedi in un corretto allineamento.

8Sedie da yoga

sedia per yoga

Chi ha parecchie difficoltà con la mobilità del corpo può usare le sedie da yoga: allo stesso modo in cui il tuo corpo si muove attraverso le pose, durante i tradizionali cicli di yoga, può farlo anche servendosi di questo strumento indispensabile.

Qualsiasi forma di yoga tradizionale può essere insegnata mentre si utilizza la sedia, che non limita alcuna possibilità di apprendere la forma che si desidera perseguire. Non solo aiuta a migliorare la flessibilità, ma permette di costruire muscoli più forti grazie a movimenti e allungamenti costanti.

9Corde da parete

L’attrezzatura per lo yoga da parete è un’altra nuova forma di esercizio che sta prendendo molto piede. Queste corde, per esempio, ti permetteranno di utilizzare il muro come forma di resistenza mentre entri in pose specifiche.

Ne avrai grande vantaggio, per esempio, con il Sirsasana, poiché stare a testa in giù può rilasciare la tensione all’interno dei muscoli, che si ottiene grazie al miglioramento del flusso sanguigno e all’allungamento dell’intero corpo scheletrico.

Oltre a questo, può aiutare a migliorare la postura e i problemi alla colonna vertebrale attraverso la trazione, che allevia la pressione dei dischi vertebrali compressi. È importante notare che l’attrezzatura per lo yoga da parete, come le corde, richiederà un po’ di tempo per l’installazione e dovrà essere imbullonata alla parete o al soffitto con supporti, per non correre rischi.

Se non puoi farlo a casa, ti consigliamo di cercare studi di yoga nella tua zona che offrano lezioni di yoga a parete.

10Cuscino Bolster

bolster cuscino yoga

I sostegni o bolster sono oggetti che possono essere usati al posto di una pila di coperte per rendere più comode le pose da seduti e quelle in cui ci si piega in avanti. Potrai anche posizionarli sotto le ginocchia o la schiena quando sei sdraiato, per avere supporto nello stretching passivo.

Ci sono due forme di sostegno di base: quello rotondo e quello piatto (più di uno a forma rettangolare). I sostegni piatti tendono a essere più ergonomici; tuttavia, i rinforzi rotondi possono essere utili quando si desidera avere un maggiore supporto o raggiungere un allungamento più profondo.

Conclusione

Se vuoi iniziare bene la tua pratica yoga, non ti resta che associare ai vari asana anche gli attrezzi di cui abbiamo parlato, per aumentare la tua flessibilità e quindi migliorare anche la percezione del corpo e sopperire a piccoli o grandi dolori quotidiani.

Vedrai che, con il passare del tempo, il tuo fisico ti ringrazierà, non solo perché potrai eseguire asana più difficili, ma anche perché riuscirai a trovare il giusto equilibrio e a rendere la pratica yoga ancora più produttiva.

Bolster, sedie, cuscini, corde e ruote allungheranno la colonna e aiuteranno i tuoi muscoli e rilassarsi, donandoti una grande sensazione di benessere anche quando non pratichi: lo yoga è davvero un toccasana, anche solo grazie ai suoi attrezzi!

Hai trovato questo articolo utile?