Pantenolo: il tuo miglior alleato per irritazioni e arrossamenti

Tra gli ingredienti naturali è il meno conosciuto, ma è anche il più utilizzato (persino nei tuoi prodotti, ma forse non lo sai): scopriamolo!

Aggiornato il

Ricercato e scritto da

pantenolo
pantenolo
Indice

Siero all’acido ialuronico, crema all’acido ialuronico, tonico all’acido ialuronico…

Okay, fermiamoci un attimo.

Sì, l’acido ialuronico è incredibilmente diffuso e benefico per la nostra pelle; ma non è il solo.

Siamo sicuri che, se buttassi un occhio alle etichette dei tuoi cosmetici, almeno in uno di questi troveresti il pantenolo tra gli ingredienti.

Conosciuto anche come acido pantotenico, butanamide o pro-vitamina B5, il pantenolo è l’idratante per eccellenza, oltre a essere in grado di attirare e trattenere l’acqua all’interno della nostra pelle.

Per di più, può essere utilizzato da tutti i tipi di pelle, non avendo particolari effetti collaterali.

Ma in cosa consiste? Quanti e quali benefici possiede?

Vediamo di seguito tutto ciò che è necessario sapere.

Flash info: Pantenolo

Tipo di ingrediente: Emolliente

Principali benefici: Attira e trattiene l’acqua all’interno della pelle; ha proprietà antinfiammatorie, contribuisce alla cicatrizzazione delle ferite e alla riparazione della barriera protettiva della pelle

Quando utilizzarlo: In caso di pelle secca e screpolata, ma può essere utilizzato su tutti i tipi di pelle

Possibili effetti collaterali: in casi rari può casuare dermatite da contatto

Contenuto in: Creme cosmetiche, shampoo, creme e paste per irritazioni, altri prodotti cosmetici

Frequenza di utilizzo: Utilizzabile quotidianamente

Cos’è il pantenolo?

Il pantenolo è una sostanza chimica derivante dall’acido pantotenico, o vitamina B5. In natura può essere riprodotto sia dalle piante che dagli animali e, se applicato sulla pelle, è in grado di convertirsi in vitamina – la vitamina B5, per l’appunto.

Presente come additivo sia negli alimenti che nei cosmetici, il pantenolo è utilizzato principalmente per le sue proprietà idratanti, contribuendo a migliorare l’aspetto della pelle rendendola liscia e morbida al tatto.

Come agisce?

A differenza dell’acido ialuronico – classificato come umettante – il pantenolo è considerato sia un umettante, in grado quindi di attirare l’acqua all’interno della pelle, sia un emolliente, capace di trattenere l’idratazione all’interno dei tessuti e di sigillarla, limitando la naturale evaporazione dei liquidi dell’epidermide.

La vitamina B5 possiede inoltre proprietà antinfiammatorie, che rendono il pantenolo particolarmente efficace nell’attivazione della riproduzione cellulare: esso consente infatti sia di favorire la cicatrizzazione di piccole ferite, sia di riparare la barriera protettiva della pelle.

I tatuatori consigliano spesso delle creme a base di pantenolo per trattare le micro ferite causate dai tatuaggi.

Quali sono i suoi benefici?

1. Idratazione profonda

Il pantenolo è considerato un ottimo idratante perché in grado di penetrare lo strato più profondo della pelle, permeando d’acqua le cellule e trattenendola all’interno dei tessuti.

Questo lo rende un’ottima soluzione per la pelle secca e screpolata, oltre a permettere di tenere sotto controllo il rossore e l’irritazione causate da alcune problematiche, tra cui:

  • Dermatite
  • Dermatite da contatto
  • Psoriasi

Uno studio del 2016 rivela come il pantenolo sia in grado di favorire la mobilità dei lipidi e delle proteine nella pelle disidratata, contribuendo alla sua morbidezza ed elasticità

2. Riparazione barriera protettiva della pelle

La vitamina B-5 contribuisce alla riparazione della barriera protettiva della pelle – il nostro strato più superficiale – limitando la naturale perdita dei liquidi e l’azione di aggressioni esterne, quali batteri e agenti atmosferici.

L’attivazione della riproduzione cellulare rende il pantenolo adatto anche al trattamento di piccole ferite, contribuendo alla loro cicatrizzazione.

Uno studio del 2020 mostra come il pantenolo risulti particolarmente efficace nel trattamento di ferite post-operatorie, specie se utilizzato poco dopo i danni subiti dalla pelle.

3. Proprietà antinfiammatorie

Tra gli altri benefici, il pantenolo possiede proprietà antinfiammatorie, motivo per cui lo ritroviamo spesso in prodotti contro le bruciature causate dai raggi UV.

Infatti, esso risulta particolarmente efficace nel trattamento di:



  • Pelle arrossata
  • Piccoli tagli causati dalla rasatura

Il National Centre for Biotechnology Information classifica il pantenolo come un ingrediente protettivo e dotato di proprietà antinfiammatorie per la pelle, utile a renderla più elastica e idratata.

4. Migliora la salute della chioma

Il pantenolo si dimostra efficace non solo per la pelle, ma anche per la salute dei capelli.

Grazie alle sue proprietà idratanti, esso è infatti in grado di migliorare la lucentezza e la morbidezza della chioma, proteggendola dalle aggressioni degli agenti atmosferici sigillando l’idratazione all’interno del fusto.

Uno studio ci mostra come l’utilizzo del pantenolo sui capelli sottili sia in grado di contribuire allo spessore della chioma, facendola apparire più folta e in salute.

A chi è consigliato?

Il pantenolo è generalmente consigliato a chi possiede una pelle secca, sensibile e screpolata; tuttavia, essendo privo di effetti collaterali, può essere utilizzato su tutti i tipi di pelle.

Gli esperti in ogni caso consigliano, al fine di evitare possibili reazioni allergiche, di testare il prodotto su una piccola porzione di pelle e di attendere almeno 24 ore nel caso si presentasse bruciore, rossore o irritazione.

In linea generale, sia la FDA (U.S. Food and Drug Administration) che la Commissione Europea degli Ingredienti Cosmetici approvano il suo utilizzo nella cosmesi.

Come utilizzarlo?

Come accennato, essendo un ottimo idratante privo di effetti indesiderati, troviamo il pantenolo all’interno di tantissimi prodotti tra cui:



  • Cosmetici per Capelli: shampoo, balsamo, spray;
  • Cometici per il Viso: detergenti, lozioni, sieri, creme, protezioni solari;
  • Make-up: eyeliner, mascara, balsami labbra;
  • Oftalmica: collirio, soluzioni per lenti a contatto.

Gli esperti consigliano, per la cura della pelle, di combinare il pantenolo con altri prodotti idratanti per massimizzare il suo effetto; esso può essere infatti abbinato a numerosi ingredienti senza creare alcun tipo di interazione.

Inoltre, ti consigliamo di applicarlo sulla pelle ben detersa e pulita, possibilmente servendoti di un tonico per eliminare gli oli in eccesso, per poi applicare la crema a base di pantenolo sulla pelle.

3 prodotti a base di pantenolo

Cetaphil – Crema Idratante Viso e Corpo 450g (ca. 17€)

A base di pantenolo e lipidi cutanei, questa crema è una delle più utilizzate per favorire la protezione, l’idratazione e l’elasticità della pelle tatuata; grazie alla sua azione lenitiva, è in grado di favorire il processo di rigenerazione della pelle.

Bepanthenol Tattoo – Pasta Trattamento Intensivo (ca. 9€)

Arricchita con mandorle dolci, vitamina E e pro-vitamina B5, questa crema è il prodotto ideale per la pelle particolarmente secca e sensibile. Favorisce un’idratazione profonda e ripara la barriera protettiva della pelle; inoltre, essendo priva di profumo e non comedogenica, è adatta anche a chi presenta disturbi cutanei quali rosacea e dermatite.

La Roche Posay – Cicaplast Balsamo Labbra (ca. 7€)

Se hai spesso le labbra secche e screpolate, questo balsamo labbra rappresenta un’ottima soluzione al problema. A base di pantenolo e lipidi, il suo effetto immediato consente di lenire le labbra e isolarle da aggressioni esterne. Può essere applicato più volte al bisogno.

FAQ sul Pantenolo

Il pantenolo non possiede effetti collaterali e può essere utilizzato da tutti i tipi di pelle, anche se in casi rari può causare reazioni alelrgiche e dermatiti da contatto.

Coloro che presentano un’eccessiva produzione di sebo in problematiche quali l’acne, dovrebbero fare maggior attenzione prima dell’utilizzo; consigliamo di richiedere sempre il parere di un medico.

No, il pantenolo è un derivato della vitamina B-5, mentre il retinolo proviene dalla vitamina A.

Sì, può essere utilizzato dalle pelli sensibili e anzi, è fortemente consigliato. Esso è infatti in grado di lenire la pelle riducendo rossore e irritazioni.

Conclusione

Tra gli ingredienti naturali, il pantenolo è uno dei più consigliati perché, oltre ad attirare le molecole d’acqua, consente di trattenerle e sigillarle in profondità nella pelle.

Lo ritroviamo in numerosi prodotti e cosmetici, può essere abbinato ad altri ingredienti senza creare interazioni ed è adatto a tutti i tipi di pelle, in particolare a quelle più secche, sensibili e screpolate.

Se infine vuoi conoscere le proprietà dell’olio di cocco, ti invitiamo a leggere il nostro articolo dedicato.

Hai trovato questo articolo utile?

  • Camargo FB Jr, Gaspar LR, Maia Campos PM. (2011), Skin moisturizing effects of panthenol-based formulations
    https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/21982351/
  • Björklund S, Pham QD, Jensen LB, Knudsen NØ, Nielsen LD, Ekelund K, Ruzgas T, Engblom J, Sparr E. (2016), The effects of polar excipients transcutol and dexpanthenol on molecular mobility, permeability, and electrical impedance of the skin barrier
    https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/27388135/
  • Stettler H, Kurka P, Lunau N, Manger C, Böhling A, Bielfeldt S, Wilhelm KP, Dähnhardt-Pfeiffer S, Dähnhardt D, Brill FH, Lenz H. (2017), A new topical panthenol-containing emollient: Results from two randomized controlled studies assessing its skin moisturization and barrier restoration potential, and the effect on skin microflora
    https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/27425824/
  • Gorski, J.; Proksch, E.; Baron, J.M.; Schmid, D.; Zhang, L. (2020), Dexpanthenol in Wound Healing after Medical and Cosmetic Interventions
    https://www.mdpi.com/1424-8247/13/7/138/htm
  • National Center for Biotechnology Information (2023). PubChem Compound Summary for CID 4678, Panthenol
    https://pubchem.ncbi.nlm.nih.gov/compound/DL-Panthenol#section=Top
  • Davis, M.G., Thomas, J.H., van de Velde, S., Boissy, Y., Dawson, T.L., Jr, Iveson, R. and Sutton, K. (2011), A novel cosmetic approach to treat thinning hair
    https://onlinelibrary.wiley.com/action/showCitFormats?doi=10.1111%2Fj.1365-2133.2011.10633.x
  • Official Journal of the European Union – Commission (2006), amending Decision 96/335/EC establishing an inventory and a common nomenclature of ingredients employed in cosmetic products
    https://eur-lex.europa.eu/legal-content/EN/TXT/PDF/?uri=CELEX:32006D0257&from=EN