Acido Ferulico: Tutti I Benefici Per La Pelle Di Questo Ingrediente

Insieme alla vitamina C, è il migliore alleato contro l’invecchiamento: scopri come utilizzarlo!

Aggiornato il

Ricercato e scritto da

Revisione medica di

Acido ferulico
Acido ferulico
Indice

Specie con l’età che avanza, la nostra pelle richiede una skincare routine a base di prodotti antiage che limitino l’effetto “pelle cascante” e l’aspetto di rughe e linee sottili.

Tuttavia, l’acido ialuronico e la vitamina C non sono le nostre uniche armi a disposizione: esiste un antiossidante naturale, chiamato acido ferulico, le cui proprietà sono di grande aiuto per donare al nostro viso un aspetto giovane e luminoso.

Questo ingrediente naturale è infatti in grado di contrastare e neutralizzare l’azione dei radicali liberi, responsabili del danneggiamento cellulare causato da inquinamento e raggi UV.

Inoltre, l’acido ferulico è capace di prevenire la formazione di macchie scure dovute alla prolungata esposizione al sole, inibendo la produzione di melanina.

Di sotto ti spieghiamo quali sono le sue origini, i suoi benefici e come utilizzarlo correttamente.

Flash info: Acido ferulico

Tipo di ingrediente: Antiossidante

Principali benefici: Riduce la formazione di rughe e linee sottili, previene la comparsa di macchie scure e migliora la tonicità della pelle, grazie al suo potere inibitorio nei confronti dei radicali liberi

Chi dovrebbe utilizzarlo: Chiunque desideri rallentare i segni dell’invecchiamento. Non presenta effetti collaterali; tuttavia, trattandosi di un antiossidante, potrebbe irritare la pelle, specie quella più sensibile

Frequenza di utilizzo: Quotidianamente, preferibilmente al mattino in combinazione con una protezione solare

Funziona bene con: Altri antiossidanti come la vitamina C ed E

Da sapere: Se combinato con alcuni esfolianti quali l’acido lattico, glicolico e salicilico, potrebbe perdere il suo effetto antiossidante a causa di un’alterazione del suo PH.

Cos’è l’acido ferulico?

Presente in alcuni cereali (riso nero e avena) e nella frutta (nelle arance, più spesso lo troviamo nelle mele) l’acido ferulico è un antiossidante naturale che viene spesso sintetizzato in laboratorio per essere applicato sulla pelle.

La sua principale funzione è, appunto, quella di antiossidante.

Cosa significa?

Esso è in grado di neutralizzare l’azione dei radicali liberi, responsabili del danneggiamento cellulare causato da una serie di fattori tra cui l’inquinamento e l’esposizione ai raggi ultravioletti. Nella skincare, lo troviamo in forma liquida come siero o crema.

Essendo fotosensibile, l’acido ferulico viene spesso venduto in boccette scure e opache, per cui ti consigliamo di conservarlo in un ambiente fresco e non esposto alla luce.

Attenzione!

Il colore dell’acido ferulico, solitamente ambrato, con il tempo tenderà al marrone scuro, indice della sua ossidazione. In questo stato, significa che avrà perso la sua efficacia, per cui mi raccomando: conservalo nel modo adeguato!

Quali sono i suoi benefici?

Ci teniamo innanzitutto a evidenziare che l’acido ferulico non è in grado di riparare i danni che la pelle ha già subito, bensì li previene. Vediamo nel dettaglio i suoi benefici.

Riduce l’aspetto di rughe e linee sottili

L’invecchiamento cutaneo è un processo naturale che porta al deterioramento delle cellule, che riducono la loro frequenza di riproduzione.

Ma non solo!

L’inquinamento atmosferico, insieme all’esposizione ai raggi UV, contribuiscono a invecchiare la pelle. L’acido ferulico, grazie alla sua azione antiossidante, combatte questo processo prevenendo la formazione di rughe e linee sottili.

Migliora la tonicità della pelle

Un’altra conseguenza dell’azione dei radicali liberi è il cosiddetto effetto “pelle cascante”, in cui il nostro viso si presenta meno tonico a causa di una minore produzione di collagene.

L’acido ferulico ci aiuta anche in questo senso, creando una barriera in grado di proteggere la pelle dagli agenti esterni e migliorando la sua elasticità, rendendola di conseguenza più turgida e tonica.

Uno studio ci mostra come la combinazione dell’acido ferulico con le vitamine C ed E sia in grado di rafforzare la protezione della pelle dai raggi solari, oltre a migliorare la stabilità degli altri ingredienti.

Previene la formazione delle macchie

Le macchie scure, conosciute nello specifico come iperpigmentazione, sono una conseguenza dell’eccessiva produzione di melanina dovuta alla prolungata esposizione al sole.

Il potere antiossidante dell’acido ferulico inibisce la produzione di pigmenti, riducendo l’aspetto delle macchie e rendendo la pelle più omogenea e luminosa.

Il melasma è una condizione, spesso presente in gravidanza, in cui la pelle presenta macchie scure e irregolari causate dall’attività dei melanociti, sensibili ai raggi UV e agli infrarossi.

L’acido ferulico agisce positivamente su questa condizione, limitando l’attività delle cellule e contribuendo a schiarire le macchie.

Riduce l’infiammazione

I radicali liberi sono anche responsabili dello stress ossidativo, che spesso si traduce nell’ostruzione dei pori che porta alla formazione di imperfezioni.

Gli antiossidanti, tra cui l’acido ferulico, sono dotati di proprietà antinfiammatorie, in grado di tenere sotto controllo i danni causati dallo stress ossidativo.

Uno studio ci mostra come l’applicazione dell’acido ferulico sia in grado di ridurre le lesioni e il prurito legati alla dermatite atopica.

Aiuta la pelle a proteggersi dalle malattie

La prolungata esposizione al sole causa il deterioramento delle cellule e la loro alterazione che, in alcuni casi, può portare alla formazione dei tumori.

L’acido ferulico, agendo da barriera protettiva, contribuisce a proteggere la pelle e le sue cellule, riducendo il rischio di sviluppare tumori e altre malattie della pelle causate dal sole.

Un’analisi del 2008 ci mostra come l’acido ferulico, quando combinato alle vitamine C ed E, sia in grado di garantire un’efficace protezione contro i raggi UV, evitando l’alterazione delle cellule e riducendo il rischio di possibili tumori della pelle.

A chi è consigliato?

L’acido ferulico è solitamente utilizzato da chi desidera migliorare l’aspetto del proprio viso e rallentare i segni dell’invecchiamento, indipendentemente dal tipo di pelle (secca o grassa).

In linea generale non possiede effetti collaterali: tuttavia, vi sono alcune condizioni, come una pelle particolarmente sensibile e tendente alla rosacea, in cui potrebbero presentarsi alcune reazioni tra cui:

  • rossore
  • prurito
  • irritazione

Se pensi di rientrare in questa categoria, ti consigliamo di contattare il tuo medico di fiducia e di effettuare un test su una zona sicura – dietro l’orecchio o sul polso, per esempio – attendendo almeno 24 ore per verificare la comparsa di eventuali sintomi.

Come utilizzare l’acido ferulico?

Solitamente troviamo l’acido ferulico sotto forma di siero o crema.

Gli esperti consigliano un suo utilizzo quotidiano e preferibilmente al mattino, dopo aver deterso la pelle e prima dell’applicazione della crema e della tua SPF.

Per quanto spesso si sostenga che i prodotti penetrino meglio all’interno della pelle durante la notte, è nel corso della giornata che la nostra pelle ha maggior bisogno di protezione, perché più esposta agli agenti esterni.

Attenzione!

Per quanto efficace nei confronti dei raggi UV, l’acido ferulico, se utilizzato singolarmente, non è sufficiente a proteggere la pelle. Ti consigliamo di accompagnarlo sempre alla protezione solare: in questo modo ne rafforzerà l’efficacia.

Data la sua natura, l’acido ferulico è particolarmente utile se abbinato ad altri ossidanti come la vitamina C o la vitamina E, poiché contribuisce a rafforzare la loro azione e a stabilizzare la loro composizione.

La vitamina C, in particolare, è piuttosto instabile e tende a evaporare facilmente: abbinarla all’acido ferulico ti consentirà di trattenere più a lungo il suo potere antiossidante all’interno della pelle.

Infine, gli antiossidanti come l’acido ferulico non si sposano bene con esfolianti quali l’acido lattico, glicolico e salicilico, poiché questi ultimi altererebbero il PH della pelle riducendo l’efficacia dell’ingrediente.

3 prodotti a base di acido ferulico

Collistar Attivi Puri – CREMA VITAMINA C + ACIDO FERULICO (ca. 27€)

La Collistar ci propone una crema viso a uso quotidiano a base di acido ferulico e vitamina C, perfetta per chi desidera illuminare l’incarnato fornendogli al tempo stesso un’importante protezione dagli agenti esterni. La vitamina C al suo interno è dotata di una formulazione stabile, assicurando e rafforzando il suo effetto antiossidante.

Inoltre, puoi scegliere di utilizzare la crema come base trucco e sotto la tua SPF.

The Ordinary – Resveratrolo 3% + Acido Ferulico 3% (ca. 17€)

Se invece stai cercando un siero, The Ordinary ci propone una formula a base di acido ferulico e resveratrolo, che, insieme al primo, rientra nella categoria degli antiossidanti più efficaci. Privo di acqua, oli, alcol e siliconi, puoi abbinare il siero ad altri antiossidanti per massimizzarne l’efficacia, come un siero alla vitamina C.

Gyada Cosmetics – Mousse detergente illuminante (ca. 13€)

La mousse detergente di Gyada ad azione illuminante contiene al suo interno la vitamina C stabilizzata, l’acido ferulico e l’acido mandelico, che insieme contribuiscono a purificare la pelle e a favorire il ricambio cellulare. Ideale per un uso quotidiano, la mousse può essere utilizzata su tutti i tipi di pelle per ottenere un incarnato pulito, fresco e luminoso.

In linea generale, l’acido ferulico non presenta effetti collaterali. Tuttavia, se hai la pelle sensibile e tendente alla rosacea, trattandosi di un antiossidante, potrebbe causare irritazione. Ti consigliamo di effettuare prima un test sul polso o dietro l’orecchio per individuare le reazioni della tua pelle.

Sì, dato che sono entrambi antiossidanti, anzi: è persino consigliato!

La vitamina C ha una composizione di solito poco stabile: l’acido ferulico contribuisce a massimizzarne l’efficacia, aumentando il potere antiossidante. Questo ovviamente dipende da come le due sostanze vengono miscelate e dalle formulazioni che andiamo ad utilizzare

Per quanto possa migliorarne l’aspetto, l’acido ferulico non può agire direttamente sulle rughe, eliminandole. Tuttavia, può prevenire la loro formazione, contribuendo a mantenere l’aspetto del viso giovane e tonico.

Conclusione

Insieme alla vitamina C e all’acido ialuronico, l’acido ferulico è un importante ingrediente per la nostra skincare quotidiana.

Può essere abbinato ad altri antiossidanti – tra cui la vitamina C ed E – contribuendo a proteggere la pelle dagli agenti esterni, come l’inquinamento atmosferico e i raggi ultravioletti, che sono i principali responsabili dell’invecchiamento cutaneo.

Gli esperti consigliano l’applicazione preferibilmente al mattino, dopo la detersione, prima della crema viso e della protezione solare. Può essere utilizzato su tutti i tipi di pelle; tuttavia, chi possiede una pelle sensibile e tendente alla rosacea, dovrebbe prima consultare il proprio medico di fiducia.

Qui infine puoi trovare un approfondimento sui migliori sieri alla vitamina C!

Hai trovato questo articolo utile?

  • Kamila Zduńska, Agnieszka Dana, Anna Kolodziejczak, Helena Rotsztejn (2018), Antioxidant Properties of Ferulic Acid and Its Possible Application
    https://karger.com/spp/article/31/6/332/295922/Antioxidant-Properties-of-Ferulic-Acid-and-Its
  • Lin. Fu-Hsiung et al. (2005), Ferulic Acid Stabilizes a Solution of Vitamins C and E and Doubles its Photoprotection of Skin
    https://www.jidonline.org/article/S0022-202X(15)32491-X/fulltext#secst0025
  • Alfredo, M-G, Maribel, P-M, Eloy, P-R, Susana, G-E, Luis, LGS, Carmen, GM. (2023), Depigmenting topical therapy based on a synergistic combination of compounds targeting the key pathways involved in melasma pathophysiology
    https://onlinelibrary.wiley.com/action/showCitFormats?doi=10.1111%2Fexd.14752
  • Zhike Zhou, Tongxin Shi, Jun Hou & Min Li (2020), Ferulic acid alleviates atopic dermatitis-like symptoms in mice via its potent anti-inflammatory effect
    https://www.tandfonline.com/doi/abs/10.1080/08923973.2020.1733012
  • John C. Murray, James A. Burch, Robert D. Streilein, Mary Ann Iannacchione, Russell P. Hall, Sheldon R. Pinnell (2008), A topical antioxidant solution containing vitamins C and E stabilized by ferulic acid provides protection for human skin against damage caused by ultraviolet irradiation
    https://www.sciencedirect.com/science/article/abs/pii/S0190962208005410