I bambini e l’igiene orale: tutto quello che devi sapere

Da quale età si può utilizzare lo spazzolino elettrico? E il filo interdentale? E quale dentifricio scegliere per i più piccoli? Scopri tutto sull'igiene orale dei bambini!

I bambini e l’igiene orale tutto quello che devi sapere
INDICE

Sapevi che l’igiene dei denti da latte è fondamentale per preservare la salute dei denti permanenti? Un bimbo abituato a non trascurare la pulizia quotidiana dei dentini sarà un adulto dalla dentatura sana e robusta. Ma come possiamo assicurare ai nostri piccoli un’igiene orale corretta sin dai primi mesi di età? Scopri tutto sull’argomento bambini e igiene orale insieme a MyBeautik!

L’igiene orale del neonato

Come curare l’igiene orale dell’irresistibile “sorriso tutto gengive” del tuo piccolo? Prima della dentizione l’igiene orale del neonato dovrà essere eseguita dai genitori, almeno 2 volte al giorno. Durante i primi mesi si potrà utilizzare una semplice garza sterile leggermente imbevuta d’acqua tiepida.

In commercio esistono spazzolini per neonati indicati per abituare il bebè allo spazzolamento dei primi dentini – senza l’utilizzo di dentifricio, mentre per i bambini dai 3 anni in su sono stati realizzati spazzolini elettrici specifici, caratterizzati da dimensioni mini e setole extra morbide.

I genitori potranno introdurre questo efficace strumento per l’igiene orale nella routine quotidiana del bimbo, seguendo scrupolosamente quelle che sono le linee guide del Ministero della salute.

Quando introdurre il dentifricio? E quale scegliere?

La pasta dentifricia potrà essere introdotta nell’igiene orale quotidiana del neonato a partire dai 6 mesi. Secondo le indicazioni del Ministero della salute sulla prevenzione della carie è consigliabile l’uso di un dentifricio con 1.000 ppm (parti per milione) di fluoro, già da quando spuntano i primi dentini da latte. Invece, per i bambini dai 6 ai 12 anni di età si potrà scegliere un dentifricio con 1.400 ppm di fluoro. Dai 12 anni in su si passerà a 1.450 ppm.

Per quanto riguarda la quantità da utilizzare, fino ai 6 anni basterà “sporcare” leggermente di dentifricio le setole dello spazzolino. A 6 anni, invece, si andrà a utilizzare una quantità di dentifricio pari a mezzo pisello, mentre dai 12 anni in su è raccomandata una quantità dalle dimensioni simili a quelle di 1 pisello intero.

Spazzolini elettrici per bambini: da quale età?

Spazzolini elettrici per bambini da quale età

È senza dubbio una delle domande più ricorrenti che i neo genitori rivolgono ai dentisti. La risposta data – nella maggior parte dei casi – indica un’età non inferiore ai 3 anni. Sotto la supervisione di un adulto, i bambini a partire dai 3 anni di età possono utilizzare lo spazzolino elettrico per effettuare la pulizia dei denti 2 volte al giorno, mattina e sera.

Ovviamente, lo spazzolino elettrico per bambini dovrà possedere determinate caratteristiche. Oltre a essere contraddistinti da dimensioni ridotte e design ergonomico – spesso colorato e personalizzato dai personaggi dei cartoni animati più amati – gli spazzolini elettrici Kids dovranno anche possedere una testina pulente dotata di setole morbidissime. Inoltre, lo spazzolino elettrico per bambini dovrà garantire la massima delicatezza grazie al movimento rotante-oscillante-pulsante o alla tecnologia sonica.

Sei stai cercando uno spazzolino elettrico per il tuo bambino o la tua bambina, consulta la nostra guida all’acquisto dei 10 migliori spazzolini per bambini, attraverso cui sarai indirizzata direttamente allo shop e dove troverai tantissime info riguardanti le ultime tecnologie applicate agli spazzolini elettrici per i più piccoli.

Il tuo bambino si lava i denti volentieri?

Spazzolino elettrico per bambini: l’opinione dei dentisti

Perché i dentisti consigliano l’utilizzo dello spazzolino elettrico anche per i bambini? Le numerose ricerche effettuate sino ad oggi (approfondisci l’argomento qui) hanno dimostrato che, attraverso l’utilizzo dello spazzolino elettrico, i bambini imparano a spazzolare i denti nel modo corretto, rimuovendo più placca e rispettando i tempi di pulizia raccomandati dai dentisti (2 minuti, 2 volte al giorno).

Ma come può uno spazzolino elettrico migliorare la tecnica di spazzolamento eseguita dai bambini? A differenza degli spazzolini manuali, gli spazzolini elettrici eseguono un movimento – che può essere costituito da azione meccanica o sonica (sì, la tecnologia sonica è indicata anche per i bambini) – capace di rimuovere la placca in profondità. Il bambino non dovrà fare altro che passare la testina pulente dello spazzolino su entrambe le arcate dentali, senza effettuare alcuna manovra particolare. E poi ci sono il sensore di pressione e il timer; funzionalità fondamentali che rendono lo spazzolino elettrico ancora più performante!

Infatti, mentre il sensore di pressione protegge le gengive da uno spazzolamento troppo vigoroso, il pratico timer di 2 minuti – intervallato da segnali acustici ogni 30 secondi – consente anche ai più piccoli di attenersi a quelle che sono le indicazioni degli odontoiatri. Impossibile ottenere tutto ciò da un semplice spazzolino manuale! (Anche tu hai deciso di passare allo spazzolino elettrico? Allora non perderti la nostra guida all’acquisto dei 12 migliori spazzolini elettrici per adulti).

Oltre lo spazzolino c’è di più! Ecco tutti gli accessori per curare l’igiene orale del bambino

Oltre lo spazzolino c’è di più! Ecco tutti gli accessori per curare l’igiene orale del bambino

Ma per raggiungere un livello di igiene orale capace di contrastare placca, carie e tartaro, lo spazzolino elettrico – sebbene più efficace rispetto alla sua versione manuale – da solo non basta. Perciò, anche se il tuo piccolo sta utilizzando uno spazzolino elettrico con regolarità, nella sua routine quotidiana dovranno essere integrati altri strumenti essenziali per ottenere un’igiene orale completa. Ecco riportati di seguito quelli che sono i migliori alleati per il sorriso del tuo bambino.

Filo interdentale

Il filo interdentale è un dispositivo che ci permette di rimuovere i residui di cibo che rimangono incastrati tra i denti. Questi infatti – se non prontamente rimossi, anche dal cavo orale dei più piccoli – possono dare origine alla carie, intaccando smalto e dentina. I genitori hanno il compito di introdurre il filo interdentale nella pulizia orale dei piccoli, a partire dai 2 anni di età. Questo potrà essere usato la sera prima della nanna. Generalmente, verso i 6 – 8 anni di età il bambino inizia a mostrare una maggiore manualità, pertanto potrà utilizzare il filo interdentale autonomamente.

Scovolini dentali

Per i bambini più grandicelli e gli adolescenti c’è un altro dispositivo per l’igiene orale di indiscussa efficacia: gli scovolini dentali. Ricorda di acquistare la misura giusta e di monitorare i primi utilizzi, in modo da essere certa che il bambino abbia capito come utilizzarli nel modo corretto, senza farsi male.

Nettalingua

Questo semplice strumento di origine ayurvedica completa l’igiene orale in modo estremamente semplice. Intolleranze alimentari, stati influenzali, diete sbilanciate e disordini intestinali possono determinare una patina bianca sul dorso della lingua, anche nei bambini. Tale patina è composta principalmente da cellule morte, detriti e batteri. Per migliorare la salute del cavo orale dei piccoli, i genitori potranno utilizzare all’occorrenza il nettalingua, oggi disponibile in diversi materiali.

Pastiglie rivelatrici della placca

Nonostante tutte le accortezze prese hai l’impressione che il tuo bambino non stia spazzolando i suoi dentini a dovere? Per toglierti ogni dubbio potrai “smascherarlo” in modo divertente, utilizzando le compresse rivelatrici della placca. Disponibili sotto forma di piccole pastiglie o di liquido colorato, spesso dal sapore gradevole, il rilevatore sfrutta dei coloranti naturali per legarsi alla placca dentale ed evidenziare a colpo d’occhio tutte le zone che necessitano di una maggiore pulizia. Il tuo bimbo si divertirà a spazzolare via il rilevatore e tu sarai sicura che i suoi denti siano davvero puliti.

Quando aggiungere l’efficacia pulente dell’idropulsore dentale?

Quando aggiungere l’efficacia pulente dell’idropulsore dentale

I ragazzini e gli adolescenti che portano l’apparecchio ortodontico possono avere più difficoltà nell’eliminare la placca con il solo spazzolino da denti. Per facilitare l’igiene orale dei bambini con apparecchio ortodontico oggi è possibile sfruttare la potenza pulente dei praticissimi idropulsori dentali.

Considerato il miglior alleato dello spazzolino, questo apparecchio complementare dell’igiene orale sostituisce più che egregiamente filo interdentale e scovolino, infatti, grazie al suo getto d’acqua mirato, offre efficacia insuperabile nel prevenire diverse patologie del cavo orale legate alla scarsa igiene interdentale.

Durante l’utilizzo dell’idropulsore, i più piccoli dovranno essere assistiti dai genitori, mentre gli adolescenti potranno sfruttare tutta la sua efficacia contro la placca in piena autonomia.

Quando programmare la prima visita dal dentista?

Molti genitori rimandano la prima visita odontoiatrica dei bambini sino allo spuntare dei denti permanenti. Perché aspettare così a lungo? Meglio invece prenotare il primo appuntamento dal dentista quando i dentini da latte saranno tutti spuntati (o comunque tutte le volte che il bambino lamenta fastidio o dolore a denti e gengive). Abituare un bambino piccolo alle visite dentistiche sin dalla sua tenera età è fondamentale per creare un’atmosfera tranquilla ed evitare stati ansiogeni ingiustificati.

Durante la prima visita odontoiatrica del bambino, il dentista potrà verificare non solo la salute del suo cavo orale ma anche il suo livello di igiene, per poter correggere possibili errori. Affinché la prima visita dal dentista del tuo bambino diventi un’esperienza piacevole, potrai mettere in atto i seguenti consigli:

  • Evita di trasmettere la tua ansia al piccolo e di utilizzare termini che possono spaventarlo (puntura, dolore, ecc.).
  • Prepara il bambino alla prima visita dal dentista come se si trattasse del primo giorno di scuola. Mantieni un atteggiamento positivo e permettigli di indossare il suo abbigliamento preferito.
  • Rimani con il bambino durante la sua prima visita. Invece, per i successivi appuntamenti lascia che sia lo staff dello studio dentistico a prendersi cura di lui. Così facendo il bambino avrà modo di instaurare un rapporto di fiducia diretto.
  • Evita di effettuare la prima visita odontoiatrica se il bambino non si sente bene o se ha dolore. Il primo incontro con il dentista dovrà rivelarsi un evento piacevole, non associato a sensazioni di malessere.

L’importanza di una dieta corretta

L’importanza di una dieta corretta

La prevenzione dei principali problemi del cavo orale inizia a tavola, infatti, una dieta corretta aiuta il bambino a mantenere una dentatura sana e a prevenire la carie. Sono tanti gli alimenti potenzialmente cariogeni! Tra questi ricordiamo: i cibi contenenti zuccheri e glucosio – come marmellate, caramelle e dolciumi industriali in generale – i cereali raffinati, le bevande gassate zuccherate e alcuni alimenti acidi, come per esempio le arance.

Gli alimenti cariogeni tendono ad attaccare lo smalto dei denti attraverso una lenta ma inevitabile erosione. Per contrastare l’effetto acido degli alimenti cariogeni – oltre ad essere certi che il bambino stia effettuando una corretta igiene orale – potremo introdurre nella sua dieta quelli che sono considerati gli alimenti anticariogeni, come la frutta fresca a basso livello di acidità (mele, pere, albicocche, ecc.), la frutta secca a guscio, le verdure crude e – se graditi e tollerati – i latticini e i formaggi stagionati.

Spazzolino elettrico per adolescenti con effetto sbiancante: è davvero sicuro?

I denti tendono ad ingiallirsi a causa di alcune abitudini alimentari che includono bevande e cibi particolarmente pigmentati. Cioccolato, liquirizia e caramelle con coloranti possono minare il nitore dei denti già dall’adolescenza. Per contrastare questo problema estetico particolarmente frequente, le case produttrici di spazzolini elettrici hanno creato diversi modelli dotati di programmi “White”.

Gli spazzolini elettrici per adolescenti, proprio come quelli per adulti, presentano diversi programmi di pulizia. Tra questi non è raro trovare proprio il programma di sbiancamento. Tale programma viene effettuato da una testina rotante particolare, poiché oltre alle setole in nylon presenta anche delle setole gommate che – grazie alla loro consistenza porosa – riescono ad eliminare l’antiestetica patina giallognola dei denti. Si tratta quindi di un processo di sbiancamento sicuro e ben tollerato che non prevede l’utilizzo di sostanze abrasive o comunque aggressive per smalto e gengive.

Le nostre conclusioni

Hai visto da quanti piccoli tasselli è composta l’igiene orale completa? Pensavi che quella del bambino fosse più semplice? Adesso sai che non è così. Non solo spazzolino elettrico 2 volte al giorno; la cura del cavo orale del bambino inizia soprattutto a tavola! Ricorda di insegnare al tuo piccolo quelle che sono le regole basilari dell’educazione alimentare. Per sollecitare il suo interesse in proposito potrai proporgli dei video che trattano l’argomento in modo semplice e divertente.

Ma non è tutto; oltre all’alimentazione e allo spazzolino abbiamo visto che ci sono tantissimi altri alleati dell’igiene orale, che il tuo piccolo potrà iniziare ad usare – con il tuo aiuto – sin dalla più tenera età. Il filo interdentale è uno di questi; economico e facile da usare, il cosiddetto dental floss permette al bambino di eliminare i residui di cibo che rimangono incastrati tra i denti, prima che questi possano aggredire lo smalto dei denti determinando la comparsa della carie.

I bambini più grandicelli – soprattutto quelli che portano l’apparecchio ortodontico – potranno sostituire il filo interdentale (o gli scovolini dentali) con un praticissimo ed efficace idropulsore dentale.

Infine, ricorda che, a prescindere dagli strumenti che deciderai di utilizzare per l’igiene orale del tuo bambino, questi dovranno essere usati nel modo corretto! Inoltre, la pulizia di denti e gengive dei più piccoli dovrà essere eseguita sempre con estrema delicatezza.