La Pressoterapia Funziona? A Cosa Serve E Quali Benefici Permette Di Ottenere?

Hai sentito spesso parlare di questa pratica e dei suoi benefici, ma non sai bene di cosa si tratti e come funzioni? Te lo spieghiamo in questo articolo.

La Pressoterapia Funziona A Cosa Serve E Quali Benefici Permette Di Ottenere
INDICE

La pressoterapia è una speciale terapia che favorisce il drenaggio linfatico, quindi elimina i liquidi in eccesso e snellisce le zone di accumulo principali come gambe e caviglie. La pressoterapia riduce il dolore dovuto al ristagno linfatico e ha un effetto detossificante su tutto il corpo.

Questa terapia viene eseguita con una macchina specifica che utilizza l’aria per comprimere determinate parti del corpo in modo progressivo: attraverso la compressione si spingono i liquidi verso le stazioni linfatiche che, successivamente, li drenano.

In quali casi viene principalmente utilizzata la pressoterapia?

  • Edema agli arti inferiori
  • Cellulite
  • Linfedema dovuto a interventi chirurgici

Perché la pressoterapia è importante? Perché il drenaggio linfatico migliora la circolazione sanguigna e riduce gonfiore, ridonando al corpo un aspetto sano e un colorito naturale.

In questo articolo vediamo tutto ciò che è importante sapere in merito alla pressoterapia: quando eseguirla, i benefici, gli effetti collaterali e i risultati che si possono ottenere.

Questa tecnica non viene utilizzata solamente per scopi estetici, anzi, in alcuni casi è un vero e proprio strumento terapeutico che migliora la salute della persona. Vediamo insieme tutto ciò che serve sapere!

Come funziona la pressoterapia?

La pressoterapia viene principalmente eseguita nei centri benessere, nelle spa e negli studi medici a seconda degli obiettivi che si vogliono ottenere. Il personale specializzato che utilizza questi macchinari frequenta dei corsi appositi per avere l’abilitazione.

La pressoterapia funziona più o meno come un massaggio drenante linfatico con la differenza che la pressione non viene applicata con le mani ma attraverso un macchinario.

La macchina sa esattamente quanta pressione erogare in ogni zona del corpo così da creare una compressione maggiore alle estremità degli arti.

Ecco come funziona una macchina per pressoterapia:

  • Il dispositivo è costituito da grandi involucri che vengono avvolti attorno alle gambe e alle braccia e vengono fissati con degli appositi strap
  • Gli involucri sono collegati attraverso dei tubi alla macchina che eroga aria compressa
  • Quando la macchina entra in funzione pompa l’aria compressa all’interno degli involucri che si gonfiano creando pressione interna
  • La macchina modula la quantità di aria in modo da creare un effetto massaggio così da spingere i liquidi dalle estremità verso il centro del corpo

Per eseguire una seduta di pressoterapia non è necessario togliere i vestiti, si consiglia però di rimuovere eventuali orologi, braccialetti e cavigliere. Questa tecnica non è assolutamente dolorosa, la sensazione che si percepisce è di compressione, come se qualcosa avvolgesse in modo stretto i nostri arti.

Quanto dura una seduta di pressoterapia?

Dipende dai risultati che si vogliono ottenere, in generale una seduta può durare dai 30 ai 60 minuti.

I benefici della pressoterapia

La pressoterapia ha lo scopo di stimolare il sistema linfatico in modo da migliorare il drenaggio dei liquidi e ridurre il gonfiore e gli edemi.

Anche se siamo soliti associare la linfa al mondo vegetale, anche il corpo umano è dotato di linfa, un liquido che contiene globuli bianchi e che ci aiuta a rispondere alle infezioni che aggrediscono il nostro organismo.

I benefici della pressoterapia sono:

1. Rilassa i muscoli e riduce i dolori

La pressoterapia svolge un’azione rilassante sulla muscolatura perché agisce come un massaggio. La sequenza alternata di compressioni e rilasciamenti non ha effetto solamente sul ristagno di liquidi, ma anche sui nostri muscoli che si distendono e rilassano.

2. Contrasta la cellulite

La pressoterapia è efficace contro la cellulite perché favorisce il drenaggio dei liquidi e rimuove il tanto odiato effetto buccia d’arancia. La cellulite, infatti, è una infiammazione del tessuto sottocutaneo che si manifesta con addensamenti e ristagni di liquidi, in particolare nella zona delle cosce e dei glutei.

3. Riduce il gonfiore e la rigidità

La pressoterapia spinge i liquidi in eccesso verso i linfonodi in modo che vengano drenati e poi espulsi attraverso le urine, in questo modo gli arti appaiono più snelli e leggeri. Con la riduzione del gonfiore si ha anche una riduzione della rigidità perché il gonfiore impedisce e rallenta i movimenti.

4. Rimuove le tossine presenti nel corpo

Con il drenaggio dei liquidi vengono rimosse anche le tossine e le scorie che si accumulano nel corpo. La pressoterapia migliora la circolazione sanguigna a carico degli arti e questo favorisce l’ossigenazione dei tessuti migliorando anche gli scambi arteriosi e venosi.

5. Tonifica la pelle

La pressoterapia, come abbiamo visto, migliora la circolazione sanguigna dei tessuti e questo si traduce anche in una pelle più tonica, soda e compatta. Con il drenaggio dei liquidi viene eliminata l’infiammazione sottocutanea e, di conseguenza, la cute è in grado di respirare e riceve più ossigeno.

6. Rinforza il sistema immunitario

Con il drenaggio dei liquidi, la pressoterapia migliora la circolazione linfatica e questo comporta un miglioramento delle prestazioni del sistema immunitario. Se la linfa circola liberamente senza ristagni, i linfonodi sono meno sovraccaricati e possono fare fronte più prontamente agli attacchi da parte di agenti patogeni.

Grazie alla pressoterapia la linfa viene drenata e con essa vengono eliminate le tossine dall’organismo andando, quindi, a ridurre il gonfiore e la rigidità, migliorando la circolazione e la risposta immunitaria.

Questa tecnica ha davvero un effetto sistemico sul nostro corpo e va ad agire su molti aspetti diversi migliorando la salute generale della persona.

Le controindicazioni e gli effetti collaterali

La pressoterapia è considerata sicura ed è una tecnica del tutto indolore, tuttavia ci sono alcuni effetti collaterali che è bene conoscere:

  • Dolore muscolare: A causa dell’eccessivo rilassamento dovuto al drenaggio dei liquidi, i muscoli potrebbero dare una sensazione dolorosa che, però, è solamente temporanea e scompare dopo alcune ore.
  • Arrossamento cutaneo: Anche se si tengono gli indumenti durante la pressoterapia, i punti di contatto con la macchina possono presentare arrossamenti o irritazioni subito dopo la terapia. Questo è solamente un effetto dovuto alla vasodilatazione che si verifica applicando pressione a livello della cute. Non c’è motivo di preoccuparsi perché l’arrossamento scompare dopo alcune ore.

Gli effetti collaterali sono davvero minimi e per nulla preoccupanti, sono semplicemente dovuti alla pressione prolungata del macchinario.

Controindicazioni della pressoterapia

La pressoterapia può essere pericolosa? Ci sono persone che non dovrebbero praticarla? Quali sono le controindicazioni a riguardo?

  • Gravidanza: Durante la gravidanza è sempre meglio consultare un medico o uno specialista per verificare che la pressoterapia non metta a rischio il nascituro.
  • Problemi cardiaci: La pressoterapia causa degli sbalzi di pressione dovuti alla compressione e al rilascio del macchinario. In particolare, al termine della seduta i liquidi in eccesso vengono espulsi tramite le urine quindi si verifica un abbassamento della pressione sanguigna.
  • Fratture recenti: In caso di osteoporosi o di fratture recenti si consiglia di consultare un ortopedico per valutare che la pressione erogata dal macchinario non sia eccessiva e non comprometta la formazione del callo osseo e la completa guarigione.
  • Interventi chirurgici: In seguito a interventi chirurgici recenti si sconsiglia l’uso della pressoterapia perché la compressione eccessiva della ferita può portare a complicanze o compromettere la guarigione dei tessuti.
  • Diabete: Le persone affette da diabete devono consultare il medico prima di effettuare una seduta di pressoterapia perché il drenaggio linfatico può avere ripercussioni sul metabolismo corporeo.

In generale la pressoterapia è considerata una tecnica sicura per la maggior parte delle persone adulte e non richiede particolari accorgimenti.

Le persone che hanno uno stato di salute compromesso o che hanno patologie particolari possono chiedere consiglio al loro medico di fiducia per iniziare la pressoterapia senza alcuna preoccupazione.

Le alternative alla pressoterapia

Come abbiamo visto, la pressoterapia viene utilizzata per ridurre gli edemi e i gonfiori ed oltre agli aspetti estetici svolge anche un importante ruolo terapeutico.

Esistono delle alternative? In particolare, ci sono dei rimedi casalinghi? Per chi non ha il tempo o la possibilità di recarsi in un centro estetico o in uno studio medico, esistono delle alternative per praticare la pressoterapia a casa:

Macchinari per pressoterapia

I macchinari per pressoterapia sono dei dispositivi molto semplici da utilizzare che non richiedono conoscenze specifiche, possono essere usati comodamente a casa in qualsiasi momento. Questi macchinari generalmente avvolgono le gambe fino all’altezza del ginocchio o fino alle cosce e non hanno bisogno di inserire manualmente le impostazioni per l’erogazione dell’aria compressa.

Bendaggio linfatico

Il bendaggio linfatico deve essere necessariamente eseguito da un professionista. Attraverso delle bende più o meno elastiche, il terapista è in grado di creare una pressione graduale su tutto l’arto con un effetto molto simile a quello della pressoterapia. Questa tecnica viene impiegata in caso di linfedema agli arti inferiori o superiori.

Massaggio linfodrenante

Il massaggio linfatico non è un semplice massaggio e richiede una particolare tecnica per essere eseguito correttamente. Durante questo massaggio la linfa viene convogliata verso le stazioni linfatiche per facilitarne il drenaggio e per ridurre il gonfiore. Il massaggio linfodrenante ha effetti immediati che, però, tendono a ridursi nelle ore successive.

Conclusione

La pressoterapia è una tecnica che aiuta il drenaggio linfatico e che rende le braccia, le gambe e l’addome più snelli e leggeri. Questo trattamento è anche in grado di ridurre il dolore e migliora la circolazione sanguigna a livello dei tessuti facilitando l’eliminazione delle tossine che vengono accumulate nel corpo.

La pressoterapia sfrutta l’aria compressa per comprimere e creare pressione su determinate zone del corpo. L’effetto è esattamente quello di un massaggio con compressioni e rilasciamenti progressivi che regalano un’esperienza piacevole e rilassante.

La pressoterapia è un metodo sicuro e indolore, ma in alcuni casi specifici si consiglia di chiedere un consiglio a un medico per verificare che non abbia effetti collaterali.

Questa tecnica viene rigorosamente applicata nelle spa e nei centri medici, ma esistono anche delle versioni casalinghe di macchinari per pressoterapia che permettono di ottenere gli stessi risultati comodamente a domicilio anche senza avere delle conoscenze specifiche.

Se il tuo problema sono sempre state le gambe gonfie o se hai da poco subito una mastectomia e il tuo braccio si è gonfiato, la pressoterapia è un ottimo rimedio per smuovere la linfa e per drenare tutti i liquidi che ristagnano in quella zona.

Sei curiosa di sapere se funziona anche per rimuovere la cellulite? Abbiamo una buona notizia: la risposta è affermativa!