Pressoterapia E Massaggi Linfodrenanti: Che Costo Hanno Le Sedute? Quali Risultati Aspettarsi Dopo Il Trattamento?

Ecco tutto quello che devi sapere prima di prenotare una seduta di linfodrenaggio.

Pressoterapia E Massaggi Linfodrenanti
INDICE

La pressoterapia e il massaggio linfodrenante sono delle tecniche di linfodrenaggio che aiutano a rimuovere l’accumulo di liquidi dovuto a:

  • Problemi cardiaci
  • Interventi chirurgici
  • Problemi vascolari
  • Infiammazioni
  • Traumi recenti

Queste tecniche non danno risultati solamente dal punto di vista estetico ma aiutano anche a controllare il dolore e a migliorare la mobilità dei vari distretti articolari.

Il massaggio linfodrenante e la pressoterapia vengono eseguiti da personale specializzato all’interno dei centri estetici, degli ambulatori medici e degli studi privati. Queste tecniche, infatti, non rientrano solamente nel campo delle terapie estetiche ma anche e soprattutto in quello delle terapie riabilitative.

Con il linfodrenaggio è possibile migliorare la qualità della vita delle persone, ma quanto costa questa terapia? Quali sono i risultati? Scopriamolo insieme!

Linfodrenaggio e prezzi: ecco quanto costa la terapia

I trattamenti linfatici non sono propriamente economici perché, anche se le sedute non hanno un costo esorbitante, in genere è necessario un vero e proprio ciclo di 10 o 15 sedute prima di ottenere dei buoni risultati.

Il prezzo dipende non solo dal centro in cui ci si reca ma anche dalla tecnica che viene utilizzata:

  • Per il massaggio linfodrenante il costo è di circa 40-75€ a seduta
  • Per la pressoterapia il costo è di circa 50-60€ a seduta

Naturalmente, le sedute non vengono svolte ogni giorno, indicativamente viene eseguita una seduta alla settimana e il trattamento dura complessivamente circa 2 o 3 mesi, quindi il costo viene ammortizzato. Tuttavia, non si tratta certo di costi irrisori che tutti possono permettersi.

Proprio per questo motivo, esiste anche un’altra possibilità: la pressoterapia a casa! Esistono, infatti, dei macchinari specifici che permettono di eseguire la pressoterapia comodamente a casa in qualsiasi momento, senza doversi affidare a uno specialista.

I migliori macchinari per pressoterapia sono dotati di bracciali e/o gambali collegati a un dispositivo che li gonfia sfruttando l’aria compressa, in questo modo si può ottenere un risultato professionale spendendo cifre più accessibili.

Come ci si sente durante una seduta di linfodrenaggio?

Tutte le tecniche di linfodrenaggio sono assolutamente indolori e non richiedono una preparazione specifica. Il soggetto deve stare seduto o sdraiato in una posizione comoda ed è importante che sia rilassato perché le tensioni muscolari compromettono la buona riuscita della terapia.

Il linfodrenaggio deve essere vissuto come un momento piacevole in cui ci si prende cura di se stessi.

Come ci si sente durante la pressoterapia

La sensazione che si prova durante una seduta di pressoterapia è di compressione, ma non una compressione dolorosa. Si percepisce che le braccia e/o le gambe vengono compresse e strizzate e questo da un senso di benessere e di leggerezza. Naturalmente durante la seduta è consigliabile non muoversi per favorire il drenaggio dei liquidi verso le stazioni linfatiche.

Come ci si sente durante il massaggio linfatico

Il massaggio linfatico viene vissuto come un vero e proprio massaggio rilassante. A differenza della pressoterapia, in alcune zone può risultare leggermente doloroso, per esempio in presenza di cellulite, ma è assolutamente sopportabile.

La sensazione è proprio quella di una coccola, le mani del terapista scorrono delicatamente lungo le gambe e/o le braccia andando a sgonfiare le zone in cui i liquidi ristagnano. Anche in questo caso si prova una senso di leggerezza e di benessere.

Come ci si sente dopo una seduta di linfodrenaggio?

La prima sensazione che si prova subito dopo una seduta di linfodrenaggio è di leggerezza. Si percepisce che le gambe o le braccia sono meno gonfie, ci si sente più agili e meno gonfi. Inoltre, nella maggior parte dei casi dopo una seduta si ha anche il bisogno di andare in bagno perché il drenaggio dei liquidi favorisce la diuresi!

In sostanza, con il massaggio e con la pressoterapia vengono indirizzati i liquidi in eccesso verso i linfonodi, da qui i liquidi vengono filtrati e poi raggiungono i reni dove, dopo un altro filtraggio, vengono eliminati. Quindi, è assolutamente normale e fisiologico se dopo una seduta di linfodrenaggio si sente il bisogno impellente di fare pipì.

Quali sono i risultati che si possono ottenere?

I risultati del linfodrenaggio sono molto soggettivi e dipendono anche dalla patologia di base del soggetto, ma nel complesso possiamo dire che i principali risultati che si ottengono sono i seguenti:

1. Pelle più tonica e compatta

La pelle e anche il sottocute ricevono più nutrimento perché il linfodrenaggio migliora il microcircolo e favorisce l’eliminazione delle scorie, quindi il risultato è una pelle più compatta, senza inestetismi e senza zone appesantite e gonfie.

2. Riduzione del dolore

Le tecniche di linfodrenaggio aiutano a risolvere uno dei principali problemi del linfedema, il dolore. Quando i liquidi si accumulano nei tessuti, infatti, non si ha solo una sensazione di pesantezza ma gli arti appaiono anche dolenti. Riducendo il gonfiore è possibile ridurre la sintomatologia dolorosa e migliorare la qualità di vita del soggetto.

3. Riduzione dell’edema

Il principale effetto che si nota fin dalla prima seduta è la riduzione dell’edema, cioè l’arto appare meno gonfio. Il linfedema, infatti, è caratterizzato dal “segno della fovea”, cioè il ristagno è tale che se si preme con un dito nella zona gonfia la pelle non torna nella posizione iniziale dopo aver rimosso il dito ma, anzi, resta l’impronta.

Questo è un segno di stasi, cioè di liquidi stagnanti. Il linfodrenaggio riduce il gonfiore e l’edema dando agli arti un aspetto più snello e sano.

4. Miglioramento del ROM articolare

Un altro effetto che si ottiene subito dopo la terapia è il senso di mobilità aumentata, cioè si ha la sensazione di muoversi meglio. Questo perché con la riduzione del gonfiore e del dolore gli arti sono più leggeri e meno rigidi, così i movimenti risultano più facili e meno faticosi.

Per esempio, quando l’arto superiore è gonfio dopo un intervento di mastectomia, il gomito non è in grado di flettersi ed estendersi come invece accade in condizioni fisiologiche e questo ha un impatto negativo sulla qualità della vita del soggetto perché la mobilità è ridotta.

In questo senso, il linfodrenaggio contribuisce anche a migliorare il ROM articolare.

Un altro aspetto molto importante che non andrebbe tralasciato in caso di linfedema è la fisioterapia. Eseguire giornalmente degli esercizi specifici aiuta a migliorare la circolazione sanguigna e linfatica e contribuisce a tenere sotto controllo il gonfiore e il dolore.

Naturalmente gli esercizi non possono curare la patologia e non possono risolvere il problema, ma contribuiscono a migliorare le condizioni generali di salute e non dovrebbero mai essere tralasciati all’interno del percorso terapeutico.

Conclusione

Le varie tecniche di linfodrenaggio, tra cui la pressoterapia e il massaggio linfatico, sono molto efficaci e possono essere eseguite nei principali centri estetici e negli studi medici.

Queste tecniche vengono utilizzate non solo per un aspetto estetico ma prevalentemente per migliorare la qualità di vita dei soggetti che, a causa di diverse patologie, soffrono di linfedema.

Il linfedema è una condizione che in alcuni casi è reversibile e in altri no, dipende dalle cause scatenanti, ma il trattamento è fondamentale per mantenere l’elasticità dei tessuti e per favorire il microcircolo e l’ossigenazione cellulare.

Se trascurato, infatti, il linfedema può diventare molto doloroso e la cute con il tempo apparirà dura e granulosa perché si formano aderenze nel sottocute.

Come abbiamo visto in questo articolo, il linfodrenaggio è un rimedio indolore ed efficace anche se il costo di un trattamento completo di circa 10 sedute non è irrisorio.

Per chi ha bisogno di eseguire spesso questa terapia e vuole risparmiare, consigliamo di acquistare un macchinario per la pressoterapia a casa che consente di praticare il trattamento quando si desidera comodamente a domicilio.