I 10 Migliori Idropulsori Dentali

Scopri come prenderti cura quotidianamente dei tuoi denti e delle tue gengive con gli idropulsori dentali.

I 10 Migliori Idropulsori Dentali

Spazzolino e dentifricio sono indispensabili per rimuovere i residui di cibo e limitare la formazione della placca sulla superficie dei denti; tuttavia, le setole dello spazzolino non riescono a penetrare negli spazi più angusti, situati tra un dente e l’altro, e ad eliminare completamente la placca batterica che tende ad accumularsi tra il dente e la gengiva.

Ecco perché gli idropulsori dentali, grazie alla pressione dell’acqua che erogano, sono in grado di prendersi cura della salute dei tuoi denti in maniera più profonda, evitando la proliferazione dei batteri nocivi. Gli idropulsori dentali rappresentano una valida alternativa al filo interdentale e agli scovolini, ma soprattutto un metodo efficace per ridurre la frequenza della pulizia orale professionale.

Gli idropulsori dentali permettono di irrorare con un getto d’acqua modulabile gli spazi interdentali, rimuovendo residui di cibo e tartaro. Si tratta di una tecnologia innovativa, consigliata da tutti gli igienisti dentali, sia in ambito professionale che domestico. Esistono, infatti, numerosi apparecchi da poter usare comodamente anche a casa, prima o dopo aver lavato i denti con il classico spazzolino. L’idropulsore può essere utilizzato quotidianamente, in virtù della sua efficacia e di quella piacevole sensazione di freschezza che riesce a lasciare.

Questi dispositivi elettrici risultano particolarmente utili per tutti coloro che portano apparecchi dentali o protesi, condizioni che rendono più complicata la classica pulizia con il filo interdentale.

Sono efficaci anche in tutte le situazioni in cui, per via della particolare conformazione dentale dell’utilizzatore, il passaggio del filo risulta ostacolato. Ma quali sono i migliori idropulsori dentali presenti sul mercato?

Idropulsori dentali: le scelte migliori tra quelle disponibili sul mercato!

Se non hai tempo per leggere le singole schede prodotto di ciascun idropulsore dentale (che troverai più in basso), scorri le prossime righe! Indicheremo i 6 prodotti che si distinguono per esigenze particolari, tra i 10 totali che abbiamo selezionato.

Pronto a conoscere i migliori dispositivi elettrici disponibili sul mercato?

  1. Miglior idropulsore per rapporto qualità/prezzo: Il premio spetta senza dubbio all’Idropulsore Dentale Portatile Nickwell, dispositivo dotato di 4 diverse modalità di pulizia e un ugello rotante a 360°, in grado di pulire il 99,9% degli spazi difficili da raggiungere.
  2. Idropulsore più venduto: Si tratta del modello Oxyjet di Oral-B, che grazie alla speciale tecnologia con micro-bollicine, riesce a pulire in profondità, anche al di sotto del bordo gengivale, eliminando tutti i batteri nocivi. Oxyjet migliora la salute delle tue gengive e garantisce una pulizia mirata, in virtù delle 4 testine disponibili. Tramite il pratico quadrante di controllo, inoltre, ti permette di regolare la pressione dell’acqua e scegliere la modalità di pulizia più adatta al tuo scopo.
  3. Miglior idropulsore premium: Al modello Panasonic EW1311G845 spetta, invece, il premio di miglior idropulsore premium, grazie alle sue caratteristiche difficilmente replicabili. Questo irrigatore orale senza fili offre 3 diverse modalità di getto acqua/aria, un beccuccio rotante e un serbatoio da 130 ml situato all’interno del manico, in grado di assicurare un pulizia profonda e completa con una sola ricarica. Inoltre, questo modello è dotato di una pratica stazione di ricarica e di 4 beccucci con anello colorato di riconoscimento per consentirne l’uso a tutti i membri della famiglia.
  4. Miglior idropulsore portatile: Stai per partire per un viaggio ma non vuoi separarti dal tuo fidato idropulsore dentale? Benissimo, la soluzione perfetta, si chiama Idropulsore Reesibi. La batteria in dotazione assicura ben 30 giorni di autonomia con una sola ricarica (che impiega 4 ore), realizzabile collegando il dispositivo a qualsiasi congegno dotato di entrata USB. Inoltre, la funzione per il risparmio energetico spegne automaticamente il dispositivo dopo 2 minuti di inattività.
  5. Miglior idropulsore con spazzolino: E il miglior idropulsore con spazzolino? La palma del migliore non può che spettare a Oral-B Waterjet con Spazzolino Elettrico Ricaricabile PRO 700, un sistema che coniuga i benefici dell’idropulsore con quelli derivanti dall’uso dello spazzolino, in grado di assicurare una pulizia estremamente efficace grazie alla testina circolare studiata appositamente per rimuovere fino al 100% di placca in più rispetto agli spazzolini tradizionali.
  6. Miglior Idropulsore Universale: E il migliore della classe? E’ Waterpik Wp-660Eu Idropulsore Ultra Professional. Il dispositivo offre 10 diverse impostazioni di pressione, un serbatoio da ben 650 ml, 7 punte erogatrici accessorie, ideali per svolgere al meglio compiti differenti, e ben 2 anni di garanzia. Una scelta intelligente e durevole, pensata per chi pretende sempre il massimo!

Quali sono i criteri impiegati per effettuare la valutazione dei 10 prodotti?

Il mercato attuale consente di scegliere tra diversi modelli di idropulsore, ognuno dei quali in grado di soddisfare le specifiche esigenze dell’utenza. Alcuni di questi apparecchi, ad esempio, sono in grado di arricchire il flusso d’acqua con particelle d’aria purificate, a loro volta capaci di contribuire efficacemente ad eliminare residui di cibo e batteri situati al di sotto del bordo gengivale. Ecco di seguito i principali criteri di valutazione impiegati:

1. La presenza di optional e augelli destinati ad usi specifici

Alcuni modelli offrono ugelli per utilizzi particolari, come la pulizia delle protesi fisse o della lingua. Inoltre, per completare la dotazione, alcuni prodotti prevedono anche la presenza di un beccuccio con setole rotanti, oppure di uno spazzolino elettrico indipendente

2. La presenza di diversi beccucci

Questi sono elementi da non sottovalutare se, ad esempio, l’apparecchio viene utilizzato da tutta la famiglia. Il mercato attuale propone modelli dotati di un solo beccuccio oppure di 3 o 4 beccucci intercambiabili e caratterizzati da colori diversi, allo scopo di renderli facilmente riconoscibili

3. L’intensità del getto d’acqua e d’aria

Gli idropulsori dentali di qualità offrono la possibilità di regolare l’intensità del getto. La regolazione è importante affinché sia possibile disporre di un getto leggero, qualora si vogliano massaggiare le gengive o intervenire in caso di disturbi gengivali ed elevata sensibilità, o di un getto più forte, nel caso l’obiettivo sia rimuovere i residui di cibo più ostinati, soprattutto se si portano apparecchi e protesi in grado di ostruire gli spazi. Nella maggior parte dei casi, i modelli più economici offrono un’intensità del getto fissa; i top di gamma, invece, dispongono di 6-10 livelli di intensità differenti

4. L’impugnatura

Questa dovrebbe essere ergonomica, comoda, ma soprattutto leggera. Anche se pulire i denti può sembrare un’operazione abbastanza semplice, per orientare bene l’idropulsore verso gli angoli più nascosti della bocca è necessario che questo risulti sufficientemente maneggevole. Nella selezione di articoli che proponiamo sono presenti soltanto prodotti leggeri e sufficientemente maneggevoli, compresi i modelli portatili che integrano un piccolo serbatoio all’interno dell’impugnatura

5. La presenza del bluetooth

A cosa serve questa tecnologia quando applicata ad un idropulsore dentale? I modelli più sofisticati possono essere collegati (tramite apposite app) a tablet e smartphone per monitorare la pulizia dei denti, tenere traccia dei progressi e seguire i consigli dei dentisti più esperti

Esigenze individuali e categorie

Esigenze individuali e categorie

Scegliere l’idropulsore dentale in base alle proprie esigenze personali è molto importante, soprattutto nell’ottica del raggiungimento dei risultati auspicati (possibilmente concordati col proprio dentista o igienista dentale). Anche la portabilità è un elemento molto importante. Esistono, infatti, modelli con cavo alimentati a rete e idropulsori dotati di batteria: in linea di massima, i primi sono molto potenti, oltre che maneggevoli e leggeri, in quanto il serbatoio che contiene l’acqua è separato dall’impugnatura; quelli portatili, invece, sono dotati di batteria ricaricabile al litio e consentono ampie possibilità di movimento, oltre a poter essere comodamente trasportati durante ogni genere di spostamento. Ma quali sono le principali categorie di idropulsori presenti in circolazione?

1. Gli idropulsori portatili

Iniziamo proprio dalla categoria che più delle altre sembra fare la differenza per gli utenti. La maneggevolezza e la portabilità dell’idropulsore incidono particolarmente sulle scelte degli acquirenti, che evidentemente sono portati a prediligere modelli che occupano poco spazio e che possono essere poggiati ovunque, anche in un bagno di piccole dimensioni. Pertanto, chi vive in una casa caratterizzata da spazi limitati oppure viaggia spesso, dovrebbe propendere per un modello portatile, che faccia della leggerezza e delle dimensioni contenute i suoi punti di forza

2. La presenza della funzione sbiancante

Alcuni modelli mettono a disposizione una funzione sbiancante. In tal caso, sarà possibile aggiungere all’acqua apposite pastiglie capaci di rilasciare determinati principi attivi. Il getto manterrà bianchi i denti giovando al sorriso dei fumatori, dei bevitori accaniti di caffè e di tutti coloro che per qualche motivo hanno i denti ingialliti. Gli idropulsori dotati di questa funzione sono in grado di allungare i tempi tra una pulizia professionale e l’altra

3. Le dimensioni del serbatoio

La capacità del serbatoio varia in maniera considerevole e questo fattore è legato a doppio filo alla portabilità del dispositivo. Se i modelli portatili con serbatoio integrato nel manico raggiungono i 140-150 ml di capacità, i modelli con serbatoio esterno possono superare abbondantemente i 500 ml, permettendo una pulizia profonda a tutta la famiglia con una sola carica

4. La tipologia di getto

Se soltanto pochissimi modelli dispongono del getto d’aria, tutti gli idropulsori garantiscono un getto d’acqua sufficientemente potente a rimuovere i residui di cibo e la placca che tende a depositarsi sulla superficie dei denti. Tuttavia, se è vero che gli idropulsori a buon mercato dispongono soltanto di un paio di opzioni di erogazione, i modelli all’avanguardia (e più costosi) possiedono un parco funzioni assai più ampio, tra cui il getto singolo e quello multiplo. Quest’ultimo funziona ad intermittenza (e non in maniera continua come quello singolo) ed è particolarmente utile per massaggiare le gengive

5. Kit spazzolino – idropulsore

Anche questi kit figurano tra i più richiesti, in virtù della possibilità di disporre di due strumenti indispensabili per la pulizia dei denti. Acquistandone uno avrai la possibilità di lavare i denti con uno spazzolino elettrico, assai più efficace di quelli manuali, e al contempo di rimuovere placca e residui dagli angoli meno raggiungibili della bocca

I 10 migliori idropulsori

Vediamo dunque nel dettaglio tutti i 10 prodotti selezionati, quali sono le loro caratteristiche tecniche e cosa ci ha spinto a sceglierli.

1Waterpik Wp-660Eu Idropulsore Ultra Professional

Ribbon-Miglior

Miglior Idropulsore Universale

Una pulizia a 360 gradi: il metodo più efficace per tenere sani e puliti i tuoi denti.

waterpik-wp-660-idropulsore-2-1000-600

L’idropulsore Waterpik è equipaggiato con una straordinaria dotazione, completa di sette punte erogatrici accessorie per modulare l’erogazione del getto, di cui due standard, una antiplacca, una a spazzolino, una ortodontica (plaque seeker), una pik pocket e una con raschia lingua per la pulizia profonda del palato e della lingua.

Test di laboratorio ne hanno dimostrato un’efficacia eccezionale, essendo in grado di eliminare fino al 99,9% della placca batterica dalle aree trattate. Facile da usare e dotato di un comodo interruttore on/off situato sull’impugnatura, offre 10 diverse impostazioni di pressione per una pulizia che può essere sia delicata che profonda. Inoltre, dispone di un comodo serbatoio da 650 ml con annessa base d’appoggio per l’impugnatura.

Caratterizzato da un design moderno e compatto, quest’idropulsore professionale include anche un pratico pannello informativo a LED. La tecnologia di regolazione degli impulsi contribuisce in maniera efficace alla rimozione della placca (è necessario impostare il dispositivo sulla modalità Floss Mode) e al miglioramento della circolazione e della salute delle gengive (in tal caso, la modalità da scegliere è Hydro-Pulse Massage Mode).

Perché ci piace questo prodotto?

  • La modalità Floss Mode, unita alla punta Plaque Seeker, offre una rimozione profonda della placca
  • Elimina il 99,9% dei batteri
  • Quando settata al massimo, l’erogazione risulta davvero molto potente
  • Offre tantissime funzioni diverse

Caratteristiche importanti

  • Include 7 punte erogatrici accessorie
  • Getto regolabile
  • Serbatoio molto capiente (650 ml)

2Nickwell Idropulsore Dentale Portatile

Ribbon-Miglior

Miglior idropulsore per rapporto qualità/prezzo

L’idropulsore super pratico e adatto a tutte le tasche.

nicwell-portable-idropulsore-1000-600

Ergonomico, maneggevole e comodo, questo idropulsore dentale portatile è l’ideale per chi è spesso in viaggio e desidera un dispositivo efficace ma al contempo economico. A caratterizzare il prodotto, infatti, è il rapporto qualità/prezzo estremamente favorevole, che fa dell’idropulsore Nickwell un approdo sicuro e garantito.

Offre 4 diverse modalità di pulizia: quella normale; quella morbida (in grado di garantire una pulizia delicata per i denti sensibili e un piacevole massaggio alle gengive); quella pulsata-deep (che assicura una pulizia profonda e completa); quella personalizzata (che consente di scegliere autonomamente il livello di pressione dell’acqua). Dotato di 8 diverse intensità di erogazione, l’idropulsore risulta perfettamente impermeabile, tanto da poter essere usato persino sotto la doccia. Inoltre, l’ugello rotante a 360 gradi è in grado di eliminare il 99,9% dei residui e di raggiungere la totalità degli spazi nascosti, prevenendo la formazione di placca, tartaro, carie e gengive sanguinanti.

L’idropulsore Nickwell può essere ricaricato tramite una qualsiasi entrata USB; una ricarica completa impiega soltanto 4 ore, assicurando un utilizzo di almeno 10 giorni.

Perché ci piace questo prodotto?

  • Design molto gradevole
  • È totalmente impermeabile, tanto da poter essere sciacquato o utilizzato persino sotto la doccia
  • Assicura una lunga autonomia

Caratteristiche importanti

  • Pratico e maneggevole
  • Getto regolabile (propone 8 diverse intensità di erogazione)
  • Viene venduto a un prezzo imbattibile

3Oral-B Oxyjet

Ribbon-Miglior

idropulsore più venduto

Con circa 20.000 recensioni positive su Amazon, questo prodotto non ci lascia tregua: vince il premio “più venduto” e lascia intendere immediatamente che la soddisfazione sarà garantita!

oral-b-oxyjet-idropulsore-1000-600

Oxyjet di Oral-B fa parte del ristretto novero degli idropulsori raccomandati da dentisti e medici. E questo grazie alle sue caratteristiche difficili da replicare, prima tra tutte la capacità di arricchire l’acqua con micro bollicine di aria purificata, che rendono al pulizia dentale più efficace e profonda.

Come nei modelli professionali, la pressione dell’acqua è regolabile, con la possibilità di aumentarne o diminuirne l’intensità grazie al pratico quadrante di controllo. L’idropulsore Oral-B Oxyjet dispone di un getto rotante che genera micro bollicine di aria purificata nell’acqua, in grado di combattere più efficacemente i batteri responsabili della formazione della placca e di migliorare la salute delle gengive grazie ad un delicato massaggio.

Questo idropulsore, inoltre, può essere impiegato anche con il collutorio, per una delicata sensazione di freschezza.

Perché ci piace questo prodotto?

  • Elimina quasi la totalità dei batteri nocivi presenti nel cavo orale
  • Raccomandato da medici e dentisti
  • Oltre che utile, il massaggio gengivale che pratica risulta estremamente piacevole

Caratteristiche importanti

  • Eroga un getto rotante con micro bollicine d’aria purificata
  • Pratico e comodo
  • Ottimo rapporto qualità/prezzo

4Panasonic DentaCare EW1311G845

Ribbon-Miglior

Miglior Idropulsore Premium

L’idropulsore dentale che vanta una progettazione perfetta e completa.

panasonic-EW1311-idropulsore-1000-600

Panasonic EW1311G845 è stato progettato con estrema attenzione, tanto da rendere tutte le caratteristiche principali di questo dispositivo ideali per un uso costante e prolungato. Questo idropulsore di nuova generazione, infatti, consente una pulizia completa e profonda della superficie dentale, degli spazi interdentali, inclusi quelli più difficili da raggiungere, delle tasche parodontali, delle gengive e di tutti gli apparecchi ortodontici.

Offre 2 diverse tipologie di getto d’acqua: delicato con acqua e aria per la disinfezione del cavo orale e potente con acqua per l’eliminazione dei residui alimentari e della placca. Il serbatoio è situato all’interno dell’impugnatura e ospita fino a 130 ml d’acqua. Inoltre, i 4 beccucci dotati di anello colorato di riconoscimento consentono ad ogni componente della famiglia di utilizzare il dispositivo evitando di confondersi ed impiegare lo stesso beccuccio.

Panasonic EW1311G845 è privo di fili, totalmente impermeabile e può essere sciacquato tranquillamente sotto l’acqua corrente. Una volta scarico, è sufficiente collocarlo nell’apposita stazione di ricarica.

Perché ci piace questo prodotto?

  • I beccucci con anello colorato permettono di evitare di far confusione
  • Perfetto per pulire le aree più difficili da raggiungere
  • Design estremamente piacevole alla vista

Caratteristiche importanti

  • Getto rotante in grado di erogare fino a 1400 impulsi al minuto
  • È completamente impermeabile
  • Il design ergonomico lo rende estremamente pratico e maneggevole

5Idropulsore Reesibi

Ribbon-Miglior

Miglior Idropulsore Portatile

L’idropulsore con beccuccio telescopico che occupa pochissimo spazio.

Reesibi-Idropulsore-Dentale-Portatile-1000-600

L’irrigatore professionale Reesibi è forte di un’elevata potenza, a fronte di dimensioni estremamente ridotte.

L’idropulsore orale è stato pensato per fornire un getto d’acqua intenso (pari a 140 PSI), caratterizzato da 1600 impulsi al minuto, che ne fa uno strumento adatto anche a coloro che possiedono impianti dentali e apparecchi ortodontici. Questo dispositivo con beccuccio telescopico offre tre diverse modalità di pulizia: una delicata, quella dedicata alle persone con gengive sensibili; quella normale; quella pulsata, per massaggiare la zona gengivale e pulire le tasche parodontali.

Facile da usare e super leggero, questo dispositivo è munito di una potente batteria al litio che assicura un’autonomia di ben 30 giorni; la ricarica completa, invece, impiega soltanto 4 ore. L’idropulsore Reesibi offre anche una funzione per il risparmio energetico, che disattiva automaticamente il dispositivo dopo 2 minuti di inattività. Inoltre, può essere ricaricato tramite un’entrata USB ed è completamente impermeabile, tanto da poter essere utilizzato anche sotto la doccia (è dotato di certificazione IPX7).

Perché ci piace questo prodotto?

  • Perfetto da portare in viaggio o in ufficio
  • Le sue dimensioni estremamente ridotte
  • Per ricaricare la batteria è sufficiente collegarlo al PC o al caricabatterie dello smartphone

Caratteristiche importanti

  • Possiede un beccuccio telescopico in grado di ridurre notevolmente le dimensioni del dispositivo
  • È perfettamente impermeabile

6Oral-B Waterjet PRO 700

Ribbon-Miglior

Miglior Idropulsore con Spazzolino

Il kit completo pensato per chi desidera prendersi cura dei propri denti a 360 gradi.

oral-b-PRO-700-Idropulsore--1000-600

Oral-B è il brand specializzato nella salute dentale più richiesto al mondo e maggiormente consigliato dai dentisti.

Questo kit formato da idropulsore e spazzolino elettrico assicura una pulizia davvero efficace, grazie anche alla presenza dello spazzolino dotato di testina circolare, in grado di rimuovere fino al 100% di placca in più rispetto agli spazzolini tradizionali. Inoltre, l’idropulsore assicura la rimozione dei residui di cibi più ostinati e ripulisce la superficie dentale dalle macchie, assicurando denti più bianchi e splendenti fin dal primo giorno di utilizzo.

Dotato di 4 testine Waterjet e di 2 testine di ricambio per lo spazzolino, questo kit rappresenta un acquisto eccellente anche in termini di rapporto qualità/prezzo. Nello specifico, l’idropulsore Waterjet dispone di 2 diverse modalità di pulizia: il getto d’acqua singolo, che offre una pulizia mirata, e quello multiplo, capace di stimolare e massaggiare delicatamente la superficie gengivale.

Perché ci piace questo prodotto?

  • Secondo specifici test elimina il 100% di placca in più rispetto all’igiene dentale tradizionale
  • Lo spazzolino vibra ogni 30 secondi per avvertire che è il momento di passare a un’altra zona dell’arcata dentale
  • La ricarica è piuttosto veloce

Caratteristiche importanti

  • Combina le funzioni dello spazzolino elettrico con quelle dell’idropulsore
  • Appositamente ideato per eliminare la placca
  • Lo spazzolino dispone di due testine di ricambio

7Idropulsore dentale Gealm

L’idropulsore smart che ti accompagna ovunque.

Gealm-Idropulsore-Dentale-1000-600

Piccolo, comodo, economico e facile da trasportare, quest’idropulsore dentale mette a disposizione un getto d’acqua ad impulsi ad alta pressione, caratterizzato da circa 2000 pulsazioni al minuto, per un risultato stupefacente.

Grazie alla potenza del getto, è in grado di rimuovere il 99,9% di sporco e residui di cibo. Contribuisce anche a risolvere il problema dell’alitosi, delle gengive sanguinanti, della placca e delle carie. Viene venduto con 3 beccucci e 1 testina con setole per la pulizia della lingua, in modo da soddisfare qualsiasi esigenza.

Il beccuccio rotante gira a 360 gradi e in tal modo può raggiungere qualsiasi parte della bocca. Perfettamente impermeabile e dotato di certificazione IPX7, questo dispositivo può essere usato anche sotto la doccia. Infine, va sottolineata la comodità della custodia, che rende questo idropulsore ideale per i viaggi.

A completare l’offerta figura una garanzia di 12 mesi e un’assistenza clienti sempre presente e disponibile a risolvere eventuali problemi.

Perché ci piace questo prodotto?

  • È in grado di soddisfare tutte le esigenze dei consumatori
  • Ideale da portare sempre con sé
  • È molto più potente di quanto si possa pensare

Caratteristiche importanti

  • Getto potente, oltre 2000 impulsi al minuto
  • Include testina per la pulizia della lingua
  • È completamente impermeabile
  • È dotato di 4 diversi beccucci

8Idropulsore Dentale TUREWELL

L’idropulsore per tutta la famiglia ricco di accessori.

Turewell--Idropulsore-Dentale-Professionale-1000-600


Ideale per una pulizia profonda grazie alle sue 1700 pulsazioni al minuto, l’idropulsore Turewell rimuove il 99,9% dei detriti e dello sporco presenti nel cavo orale. In questo modo, il dispositivo previene efficacemente carie, sanguinamento gengivale e ipersensibilità. Inoltre, grazie agli 8 beccucci intercambiabili, tutta la famiglia potrà beneficiare di questo straordinario oggetto.

Gli altri 5 beccucci destinati ad usi speciali, invece, consentono di pulire la lingua, apparecchi e protesi dentali, rimuovere la placca e spazzolare denti e lingua. Grazie alle 10 diverse impostazioni di pressione, è possibile regolare il getto dell’acqua tra 30 e 125 PSI. L’altra caratteristica che ne fa uno strumento ideale per tutta la famiglia è l’ampio serbatoio da 600 ml, che consente a tutti gli utilizzatori di pulire i denti in profondità.

L’azienda fornisce ben 2 anni di garanzia.

Perché ci piace questo prodotto?

  • Costa poco e fa il suo dovere
  • Perfetto per i nuclei familiari
  • Offre ben 2 anni di garanzia

Caratteristiche importanti

  • Pressione dell’acqua regolabile
  • Il serbatoio da 600 ml
  • Include 5 beccucci speciali e 3 personali per la famiglia

9Waterpik WP100

L’idropulsore professionale e completo.

Waterpik-WP100-Ultra-Idropulsore-1000-600

Idropulsore pensato per tutta la famiglia, con una dotazione completa di beccucci per le diverse modalità di pulizia.

Durante i test di laboratorio, Waterpik WP100 si è dimostrato estremamente efficace nell’eliminare fino al 99.9% della placca dalle aree trattate. Consigliato da dentisti e medici e clinicamente testato, assicura un’efficacia doppia rispetto al normale spazzolino combinato con il filo interdentale. Inoltre, risulta fino a tre volte più efficace dello stesso filo interdentale nella pulizia dei denti in prossimità degli apparecchi ortodontici. E questo grazie a un’apposita punta di erogazione pensata per lo scopo.

Waterpik WP100 elimina i batteri in profondità e al di sotto del bordo gengivale, anche laddove la normale spazzolatura non può arrivare. Il display di controllo della pressione offre 10 diverse impostazioni di pressione, mentre il serbatoio può contenere fino a 600 ml d’acqua.

Perché ci piace questo prodotto?

  • Ideale per le famiglie
  • Funge anche da spazzolino
  • Si tratta di un articolo professionale testato clinicamente

Caratteristiche importanti

  • 10 diverse impostazioni di pressione
  • Serbatoio capiente da 600 ml

10Waterpik Wf-03Eu010

L’idropulsore ideale per i viaggi e per i bagni di piccole dimensioni.

Waterpik-WF-03-Idropulsore-Cordless--1000-600

Waterpik ha creato un dispositivo che è senza dubbio la maniera più semplice ed efficace per pulire la superficie dei denti e gli spazi interdentali. Questo praticissimo idropulsore cordless portatile è perfetto per chi è spesso in viaggio e per tutti coloro che hanno un bagno di piccole dimensioni e non vogliono ulteriori ingombri.

Non contiene batterie ricaricabili al litio, ma funziona grazie alla presenza di 3 batterie AA sostituibili, già incluse nella confezione. Perfettamente impermeabile, questo idropulsore può essere usato persino nella doccia e comprende 3 punte erogatrici accessorie (tra cui una punta ortodontica), una custodia da viaggio, un tappo per evitare le perdite d’acqua e un anno di garanzia. Il serbatoio contiene circa 150 ml d’acqua, sufficienti per circa 30/40 secondi di pulizia.

L’idropulsore Waterpik è facile da usare, è ergonomico e consente di avere denti più bianchi, gengive più sane e un alito più fresco, anche quando si è lontani da casa. Rimuove fino al 99,9% della placca batterica e, secondo test clinici, è il 56% più efficace dei normali spazzolini abbinati al filo interdentale.

Perché ci piace questo prodotto?

  • È caratterizzato da un design estremamente piacevole
  • Può essere riposto in una trousse da viaggio
  • È un articolo di qualità testato clinicamente
  • È particolarmente silenzioso

Caratteristiche importanti

  • Occupa pocho spazio
  • La confezione include una custodia da viaggio e 3 beccucci per un’igiene garantita
  • getto regolabile su 2 intensità

Come funziona l’idropulsore dentale e quali benefici comporta?

Noto anche come doccia dentale, idrogetto, o irrigatore orale, l’idropulsore è un presidio medico dedicato all’igiene orale domiciliare e professionale.

Benefici

Il dispositivo sfrutta l’azione pulente di un getto d’acqua pulsante (talvolta contenete micro bollicine d’aria depurata), generato da una pompa idraulica. È utile a liberare lo spazio interdentale e il solco gengivale da eventuali residui di cibo incastrati.

In tal modo, l’idropulsore impiega l’azione dilavante dell’acqua per eliminare la placca e i batteri dalle zone meno raggiungibili poste tra dente e dente, nelle quali lo spazzolino tradizionale e quello elettrico non possono arrivare (e dove più frequentemente si formano le carie). In base al modello scelto, la pressione dell’acqua può essere regolata a propria discrezione, così come la frequenza delle pulsazioni; ovviamente, nel caso di gengive infiammate, sanguinanti o sensibili, sarà meglio non esagerare con la pressione dell’acqua, ma limitarsi ad utilizzare la modalità dedicata al massaggio gengivale, presente nella maggior parte dei modelli in vendita.

La pulizia del solco gengivale va effettuata sempre con la pressione minima, in modo da evitare eventuali traumi a carico delle gengive, responsabili di recessioni, emorragie e persino ascessi parodontali.

Il getto dell’idropulsore potrebbe infatti permettere ai batteri presenti nella placca di penetrare all’interno della gengiva lesionata; proprio questa eventualità costituisce una delle principali controindicazioni nell’uso dell’idropulsore, il quale va impiegato rispettando fedelmente le prescrizioni del dentista).

Studi recenti attribuiscono all’idropulsore un’efficacia paragonabile o superiore a quella offerta dallo spazzolino tradizionale abbinato al filo interdentale: test clinici indipendenti (non sponsorizzati da alcun brand produttore) indicano nell’idropulsore lo strumento più adatto ad eliminare la placca e a ridurre sanguinamento e irritazioni gengivali.

Utilizzo pratico

Oltre che con semplice acqua, la maggior parte degli idropulsori può essere caricata anche con un collutorio disinfettante, da usare secondo le indicazioni fornite dal dentista.

L’idropulsore può rivelarsi particolarmente utile qualora un apparecchio ortodontico o una protesi fissa impediscano o rendano complicato l’uso del filo interdentale. Inoltre, è bene sottolineare come i moderni idropulsori siano dotati di beccucci e programmi specifici, dedicati alla pulizia delle diverse aree della bocca (denti, lingua, gengive e tasche gengivali), ma anche degli apparecchi, delle protesi e degli impianti.

Alcuni modelli propongono anche testine dotate di setole in grado di combinare l’azione dello spazzolino elettrico a quella dell’idropulsore. In definitiva, la doccia orale va considerata uno strumento valido, perché capace di coadiuvare efficacemente l’azione del filo interdentale e dello spazzolino, senza però sostituirsi ad essi.

Quali tipi di idropulsori esistono? Le soluzioni 2 in 1 hanno senso?

Quali tipi di idropulsori esistono

Principalmente, esistono due tipologie di idropulsori dentali, quelli fissi, con serbatoio separato dall’impugnatura, e quelli portatili, con serbatoio integrato nell’impugnatura. Eccone elencate le caratteristiche più importanti.

1. Idropulsori fissi

Questi modelli hanno una struttura più grande, costituita da un serbatoio abbastanza capiente e da un supporto per l’impugnatura dell’idropulsore.

Questo genere di idropulsore rappresenta la soluzione ideale in caso di uso intenso e frequente, magari da parte di più utenti (una coppia o persino un’intera famiglia), in quanto capace di garantire prestazioni costanti ed elevate, in virtù di una maggior potenza, del collegamento alla rete elettrica e di un serbatoio che consente più sessioni di pulizia consecutive; tuttavia, occorre trovare la giusta collocazione per un articolo dalle dimensioni spesso generose.

Ad esempio, potresti decidere di posizionarlo sul lavabo, a patto che questo sia abbastanza ampio, o di agganciarlo a una parete del bagno, ricordando di calcolare bene la distanza tra il dispositivo e il lavabo, affinché questa possa essere agevolmente coperta dalla lunghezza del cavo. Essendo fisso, quest’ultimo può limitare la libertà di movimento dell’utente durante la pulizia

2. Idropulsori portatili

Questi idropulsori rappresentano la soluzione ideale per chi non ha molto spazio a disposizione, per tutti coloro che non intendono condividerlo con gli altri componenti della famiglia e per chi viaggia spesso.

Gli idropulsori portatili sono caratterizzati da una struttura compatta, che integra il serbatoio direttamente all’interno del manico e che generalmente prevede la presenza di una batteria ricaricabile al litio. Per effettuare la ricarica è possibile scegliere tra il cavetto USB e la base di ricarica. Questi dispositivi pratici e comodi sono perfetti per chiunque desideri una maggior libertà di movimento e un minor ingombro, considerato il funzionamento cordless e l’assenza delle limitazioni imposte dal cavo

3. Idropulsori con spazzolino integrato

Appartengono a questa categoria gli idropulsori venduti in abbinamento allo spazzolino elettrico e quelli che tra i beccucci disponibili ne offrono anche uno caratterizzato dalla presenza di setole, in grado di spazzolare e al contempo erogare acqua ad elevata pressione.

Se i primi hanno poco di particolare (essendo i due strumenti separati e indipendenti l’uno dall’altro), quelli che integrano le due soluzioni (idropulsore e spazzolino insieme) rappresentano un buon compromesso per chi è lontano da casa o non ha il tempo per provvedere a un’igiene orale più profonda. Chiaramente, la seconda va intesa come una soluzione temporanea, in quanto lo spazzolino, manuale o elettrico che sia, resta fondamentale per una corretta igiene orale

Segui questi 5 consigli per trovare l’idropulsore più adatto alle tue esigenze

Segui questi 5 consigli per trovare l’idropulsore più adatto

Affidarsi alle recensioni degli altri utenti è importante almeno quanto lo è basare la scelta sulle proprie esigenze personali. Ecco di seguito 5 consigli disinteressati per effettuare una scelta attenta e consapevole.

1. Scegliere tra idropulsore portatile e fisso

Chiaramente, la prima selezione importante riguarda la tipologia di idropulsore cui affidarsi. Se sei un tipo che viaggia molto o che possiede un bagno di piccole dimensioni, non indugiare oltre e propendi per un idropulsore portatile, con serbatoio integrato nel manico. Ve ne sono moltissime tipologie diverse, dai modelli economici a quelli più dispendiosi.

Si distinguono gli uni dagli altri in termini di design, comandi, impostazioni, accessori e potenza di erogazione dell’acqua. Quelli fissi, generalmente, garantiscono una maggior potenza, oltre ad essere perfetti per un uso familiare. Tuttavia, occupano più spazio a causa della presenza del serbatoio esterno, in grado di contenere fino a 600/700 ml d’acqua

2. Individuare le proprie esigenze

Non tutti i modelli in commercio offrono le stesse impostazioni e i medesimi accessori. Se desideri un idropulsore che ti aiuti ad eliminare i residui di cibo incastrati tra dente e dente, opta per un modello che abbia una buona potenza di erogazione.

Se, invece, desideri un modello che serva anche a spazzolare i denti, accertati che tra i beccucci ve ne sia uno dotato di setole. Infine, se hai problemi alle gengive (sensibili, sanguinanti o tendenti a recedere) evita i modelli troppo potenti, che potrebbero danneggiare ulteriormente i tessuti, e prediligi un idropulsore che tra le modalità d’uso ne offra anche una adatta al massaggio gengivale

3. Affidarsi alle recensioni postate in Rete

Come per ogni altro prodotto, le recensioni rappresentano una ulteriore garanzia di qualità. Per non sbagliare, è importante prestare attenzione alla media dei punteggi assegnati e alle recensioni che parlano degli aspetti che per te contano di più

4. Accertarsi che gli idropulsori a batteria garantiscano una buona autonomia

Prima di acquistare un idropulsore portatile è fondamentale dare uno sguardo alle specifiche tecniche riportate nella scheda del prodotto e controllare l’autonomia della batteria. Qualora l’autonomia fosse troppo breve, il dispositivo potrebbe risentirne anche in termini di potenza erogata, inficiando il lavoro dell’idropulsore

5. Controllare che sia dotato di certificazione d’impermeabilità IPX7

Uno degli aspetti più importanti di questi dispositivi è l’impermeabilità. È molto importante che l’idropulsore sia perfettamente impermeabile e dotato di relativa certificazione, pena il rapido degrado delle sue funzioni. La maggior parte degli idropulsori di qualità possono essere utilizzati anche sotto la doccia, per velocizzare le operazioni di igiene quotidiana

Anche i bambini possono utilizzare l’idropulsore dentale? Ne esistono di specifici?

Questo genere di apparecchi può essere usato da tutti, senza distinzioni! Nella maggior parte dei casi, si tratta di dispositivi estremamente maneggevoli, perfetti anche per i più piccoli, a patto che i genitori, o chi per essi, tengano sotto controllo lo svolgimento delle operazioni. I bambini possono impiegare l’idropulsore come complemento allo spazzolino tradizionale.

Tuttavia, è molto importante attenersi alle indicazioni offerte dal proprio dentista di fiducia o presenti sul sito dell’azienda produttrice, poiché le gengive dei più piccoli sono maggiormente soggette ad infiammazioni e irritazioni, essendo i tessuti molli del palato più delicati.

Per evitare complicazioni, è fondamentale evitare una potenza di erogazione eccessiva e controllare che il bimbo non faccia cadere il serbatoio a terra durante l’utilizzo. Oltre ai bambini (con particolare riferimento a coloro che portano l’apparecchio, molto diffuso tra i più piccoli), possono usare l’idropulsore anche le seguenti tipologie di pazienti:

  • chi ha subito un’operazione di chirurgia dentale. In seguito a un intervento di questo tipo, infatti, è essenziale mantenere sempre un’igiene rigorosa e ottimale, in modo da evitare possibili infezioni
  • chi porta apparecchi ortodontici o protesi dentali, considerato che né lo spazzolino, né il filo interdentale possono raggiungere le zone più nascoste
  • persone con oltre 40 anni, chiamate a fare i conti con un’aumentata fragilità dentale. Per evitare brutte sorprese, è fondamentale mantenere sempre una corretta igiene orale
  • tutti coloro che hanno i denti serrati, considerato il fatto che negli spazi più angusti non riescono ad accedere né lo spazzolino né il filo interdentale

Tornando ai bambini, esistono alcuni modelli dedicati esclusivamente ai più piccini, sebbene non vi siano grosse differenze, dato che la tecnologia di base è la stessa.

FAQ sugli idropulsori dentali

FAQ sugli idropulsori dentali

1. Cosa sono gli idropulsori dentali?

Gli idropulsori dentali sono apparecchi in grado di erogare getti d’acqua con pressione regolabile. Il getto d’acqua riesce a pulire ed igienizzare anche gli spazi più angusti situati tra dente e dente, in genere irraggiungibili con uno spazzolino tradizionale. Inoltre, si tratta di dispositivi che possono contribuire a una corretta igiene orale, soprattutto qualora siano presenti apparecchiature odontoiatriche e protesi. Si tratta comunque di strumenti da usare in combinazione con lo spazzolino, tradizionale o elettrico che sia.

2. Come vanno utilizzati?

Gli idropulsori dentali non sono difficili da usare, anzi. Tali dispositivi sono caratterizzati da un’impugnatura ergonomica e da un serbatoio, che può essere esterno o interno all’impugnatura stessa. La loro forma ricorda quella di un semplice spazzolino elettrico. La differenza principale sta nell’azione svolta.

Settando il programma desiderato, il dispositivo spruzza un getto d’acqua pulsato, caratterizzato da un’intensità variabile. Una volta azionato, non dovrai fare altro che dirigerlo verso i denti e attendere che il getto faccia il proprio dovere. Usandolo regolarmente avrai la possibilità di pulire i denti a fondo e assicurarti di aver eliminato tutti i residui di cibo dagli spazi interdentali. È proprio nei residui di cibo, infatti, che i batteri proliferano.

3. Quali sono gli step cui attenersi durante l’uso dell’idropulsore?

I passaggi da seguire per usare al meglio questo strumento sono i seguenti:

  1. Riempi il serbatoio con acqua tiepida, oppure con acqua e collutorio
  2. Imposta il livello di pressione dell’acqua
  3. Dirigi la punta del dispositivo verso i denti
  4. Accendi l’idropulsore tenendo la bocca semichiusa per evitare che l’acqua fuoriesca
  5. Inizia dai denti dell’arcata superiore
  6. Assicurati che l’acqua elimini tutti i residui di cibo
  7. Passa all’arcata inferiore
  8. Spegni lo strumento e svuota il serbatoio

4. Perché acquistarne uno?

I motivi sono tanti, primo tra tutti la possibilità di ottenere una migliore igiene orale. Utilizzando un dispositivo di questo tipo, avrai la possibilità di pulire i tuoi denti in maniera più profonda e completa, evitando l’accumulo di germi e batteri pericolosi. Inoltre, usando questo strumento in maniera costante e regolare, otterrai un risparmio in termini di tempo e denaro. Il motivo? Dovrai rivolgerti meno frequentemente al dentista per effettuare la pulizia professionale di routine e riuscirai a prevenire buona parte dei disturbi che affliggono il cavo orale.

5. Qual è il costo medio di questi dispositivi?

Gli idropulsori hanno prezzi estremamente variabili. In genere, costano un po’ di più rispetto agli spazzolini elettrici, ma non hanno un costo proibitivo. In commercio, sono disponibili modelli economici che si aggirano tra i 30 e i 70 euro e dispositivi di elevata qualità, che possono raggiungere prezzi più elevati, ma comunque raramente superiori ai 100 euro. Infine, esistono modelli professionali, utilizzati anche dai dentisti, venduti a cifre sensibilmente più alte.

6. Come sono composti?

Ecco di seguito la descrizione delle componenti principali di questi dispositivi:

  • Il serbatoio. All’elemento che contiene l’acqua (ed eventualmente il collutorio) viene abbinata una pompa meccanica in grado di produrre il getto a potenza variabile. Naturalmente, le dimensioni del serbatoio condizionano capienza e portabilità del dispositivo
  • La pompa idraulica. Questo componente serve a trasportare l’acqua contenuta nel serbatoio fino al beccuccio che emette il getto. Per fare in modo che il dispositivo funzioni correttamente, è necessario usare sempre acqua pulita, priva di residui calcarei. Se l’acqua del rubinetto fosse troppo calcarea, allora sarà opportuno utilizzarne dell’altra, pena l’eccessiva usura dell’idropulsore e la possibilità di blocchi improvvisi del getto
  • Il compressore. Serve a “sparare” l’acqua in maniera più o meno intensa e regolare. Serve a garantire una corretta pressione dell’acqua
  • Gli ugelli. Sono piccoli componenti posizionati al di sopra del beccuccio, utili ad effettuare la pulizia profonda dei denti o delle gengive. Sono intercambiabili e possono avere forma e dimensioni diverse a seconda dei casi. Esistono modelli rotanti, dotati di setole, raschia lingua e così via

7. Materiali e struttura sono importanti?

Sì, esattamente come per tutti gli altri elettrodomestici e strumenti dedicati alla cura della persona, valutare la tipologia di materiali usati per la loro realizzazione è molto importante. Plastiche e guarnizioni di qualità ti garantiranno non solo prestazioni migliori, ma anche una durata più lunga. Quindi, meglio diffidare degli strumenti che non offrono finiture curate e materiali solidi e resistenti.

8. Di che genere di manutenzione necessitano?

Gli idropulsori dentali non richiedono una manutenzione eccessiva, né interventi particolari. Si tratta, invece, di strumenti che necessitano soltanto di una semplice pulizia e di pochissime accortezze, tra cui la necessità di utilizzare acqua priva di residui di calcare. Di norma, i beccucci vanno sostituiti ogni 6 mesi. Il metodo migliore per pulire un idropulsore è lavare il serbatoio con acqua e sapone e sciacquare gli altri componenti. Questa operazione va svolta regolarmente.

9. Qual è la miglior fonte di alimentazione?

Buona parte degli idropulsori è funziona a batterie o a pile. Gli idropulsori di questo tipo sono portatili e concedono una buona libertà di movimento. I modelli fissi, invece, prevedono un’alimentazione a rete, pertanto vanno collegati a una presa di corrente elettrica. Il lato positivo è che questi modelli riescono ad erogare una maggior potenza a fronte di un consumo energetico relativamente basso.

10. Gli idropulsori possono sostituire lo spazzolino da denti?

L’idropulsore non può in alcun modo sostituire lo spazzolino tradizionale. Piuttosto, i due strumenti vanno combinati per garantire una migliore igiene orale. Esaminando le caratteristiche dei due strumenti, si capisce come possano offriranno i risultati migliori soltanto se utilizzati insieme. Come già accennato in precedenza, invece, l’idropulsore può essere considerato un buon sostitutivo del filo interdentale, soprattutto per chi porta un apparecchio ortodontico o una protesi.

Le nostre conclusioni

Gli idropulsori dentali, sia fissi che portatili, sono strumenti in grado di contribuire efficacemente all’igiene orale quotidiana. Grazie al getto d’acqua (e talvolta di aria) regolabile, questi dispositivi aiutano a rimuovere i residui di cibo dai denti e dalle tasche gengivali e ad eliminare la placca batterica che si accumula sul bordo delle gengive e negli spazi tra dente e dente.

Utilizzando questi strumenti in combinazione con lo spazzolino (manuale o elettrico che sia) e con il filo interdentale, il pericolo di sviluppare carie, problemi alle gengive e altri disturbi del cavo orale è destinato a calare sensibilmente, come ampiamente dimostrato da studi scientifici e test clinici.

Utilizzare un idropulsore, a patto che sia di qualità, è un’ottima idea, trattandosi di uno strumento in grado di rispondere positivamente alle esigenze di una larghissima fetta di popolazione, compresi i bambini e le persone con protesi e apparecchi ortodontici.