Le faccette dentali: trasformare i tuoi denti nella forma e nel colore

Conosci un metodo pratico, veloce ed efficace per avere un sorriso perfetto? Le faccette dentali sono un'ottima soluzione per un sorriso bianco, sano e bello!

Le faccette dentali per trasformare i tuoi denti
INDICE

Le faccette dentali, soprattutto quelle realizzate in ceramica, sono note anche con il nome di veneers. Si tratta di lamine grandi quanto il tuo dente e quasi sempre sono fatte in robusta ceramica oppure in composito.

Alcuni ritengono che le faccette siano delle protesi a tutti gli effetti in quanto sono posizionate direttamente sull’area esterna della dentatura per migliorare l’estetica del sorriso e risolvere disagi legati a un’errata masticazione. Il fine primario tuttavia è quello di rendere più bella la bocca riportando i denti al loro bianco naturale e riducendo gli antiestetici spazi neri interdentali.

Lo spessore delle faccette dentali è molto sottile e rientra in un range tra 0,5 a 0,7 mm e sono incollate sui denti con lo scopo di correggere difetti di forma, posizionamento, colore e sono in grado di ripristinare la corretta masticazione.
Le faccette sono uno strumento eccezionale in grado di celare difetti della forma dei denti, possibili malposizionamenti e colorazione scura dello smalto. Le veneers, inoltre, consentono di ripristinare la corretta masticazione che spesso viene persa a causa dell’usura dei denti, come accade a chi è solito digrignarli mentre dorme, a chi ha il vizio di mangiare le unghie, oppure a chi ha subito fratture o scheggiamenti, ecc.

Le faccette dentali per avere denti più bianchi

Le faccette dentali sono chiaramente una soluzione più o meno rapida rapida per avere un sorriso perfetto. Se tuttavia il tuo problema è esclusivamente il colore dei denti, forse questa soluzione non è la migliore per te (sarà comunque lo stesso dentista a dirti cosa è meglio fare). Non dimenticare però che le faccette dentali hanno un costo davvero elevato, giustificato ovviamente da tutti i benefici che possono dare, ossia una trasformazione completa della tua bocca.

Se invece il tuo chiodo fisso è avere i denti bianchi, potresti considerare una soluzione meno invasiva e più economica, come ad esempio:

Applicare le veneers per correggere i denti storti

Applicare le veneers per correggere i denti storti

Per applicare le faccette dentali non ci sono controindicazioni e tutti possono usufruirne. In alcuni casi però, anche in base alle condizione dei denti, lo specialista suggerirà di ricorrere direttamente all’applicazione di corone dentali. Per applicare le veneers spesso è necessario effettuare delle piccole limature ai denti naturali e il risultato è di avere finalmente il sorriso perfetto che hai sognato per tutta la vita.
Non tutti accettano l’idea di mettere l’apparecchio ai denti e le faccette in ceramica sono una soluzione estetica molto efficace.

Il sorriso è un biglietto da visita, le persone lo notano appena ti guardano per la prima volta, pertanto avere a disposizione uno strumento come veneers che soccorre quando i denti sono sorti, non sono bianchi o manca l’armonia quando sorridi, non è cosa da poco.

Il sorriso poco armonico è uno dei motivi principali che inducono le persone a isolarsi e a sentirsi insicure nelle relazioni interpersonali. Ma la correzione dei denti storti non è solo una questione di bellezza, perché si tratta anche di salute e benessere della persona. L’ottimizzazione e il ripristino della corretta masticazione apporta impensabili benefici importanti che possono davvero cambiano la vita, come eliminare mal di testa e mal di schiena.

La possibilità di avere nuovamente i denti bianchi come un tempo è un fattore psicologico molto rilevante e in grado di restituire sicurezza in sè stessi alle persone.
Infine, un ulteriore vantaggio sta nel fatto che, a differenza del tempo necessario affinché un apparecchio ortodontico abbia effetto, le faccette in ceramica richiedono circa due sedute per apportare tutti i vantaggi sopra menzionati.

Utilizzare le faccette dentali per correggere il diastema

Tra le varie tipologie di disagi legati a un sorriso difettoso e scuro, quindi tutt’altro che perfetto, vi è lo spazio che si crea tra due denti contigui, detto diastema. Si tratta di un problema abbastanza importante perché si verifica esattamente tra i due incisivi superiori ed è un fenomeno piuttosto frequente legato allo scorretto allineamento delle arcate dentali.

Il diastema può essere corretto ricorrendo all’apparecchio ortodontico, all’applicazione di corone dentali, oppure a una soluzione molto meno invasiva come quella offerta dalle faccette dentali.
Cementando delle piccole lamine di ceramica sul dente è possibile risolvere definitivamente il problema.

Materiali di realizzazione delle faccette dentali

Materiali di realizzazione delle faccette dentali

Le faccette dentali possono essere realizzate in vari materiali.
Durante i lavori provvisori è possibile che il paziente debba portare delle faccette che sono, appunto, provvisorie e dunque realizzate in resina, le quali poi saranno sostituite da altre definitive. Si tratta di una prassi utile affinché i tessuti gengivali guariscano del tutto prima di applicare le faccette in ceramica definitive.

Le faccette in resina sono abbastanza fragili e delicate, pertanto, una volta applicate, il paziente deve prestare attenzione ed evitare di dare morsi e strappare gli alimenti per non danneggiare il lavoro temporaneo. Deve evitare anche di assumere sostanze colorate che possano macchiarle.
Il materiale di realizzazione e le tipologie variano per composizione del materiale, spessore e in base al problema da risolvere. I materiali che garantiscono una resa migliore e quindi più usati sono in ceramica e porcellana.

Le faccette più utilizzate in assoluto, in quanto più resistenti e consentono restauri adesivi, sono quelle in ceramica.

La cementazione delle faccette dentali

La cementazione delle faccette dentali

Le faccette dentali sono cementate in maniera definitiva con dei cementi resinosi, molto resistenti e di eccezionale tenuta.
Durante la cementazione il professionista deve evitare qualsiasi tipo dicontaminazione con saliva e sangue usando appositi dighe, nastri e fili di detrazione gengivali.

Terminata l’applicazione il paziente recupererà le normali funzioni dei denti, stando pur sempre attento a non compiere azioni brusche.
La ceramica non diventa scura o gialla, mentre i margini cervicali potrebbero pigmentarsi a causa del normale invecchiamento dell’organismo.
Pulire con cura i denti è il modo migliore per mantenere sani i denti ed evitare appunto spiacevoli inestetismi. Spazzolare con cura almeno tre volte al giorno, usare filo interdentale e un buon dentifricio per almeno due minuti per arcata è una sana abitudine. Anche i controlli semestrali presso il dentista aiuta a intervenire tempestivamente ed evitare danni gravi.

L’usura dei denti può essere evitata cementando i margini ed eliminando la formazione di potenziali gradini.
La presenza delle faccette non influisce sulla mobilità dei denti la quale, se si presentasse, potrebbe essere ridotta da mascherine di protezione.
Quelle notturne sono utili per evitare anche il digrignamento notturno o fenomeni migratori.

Veneers no-prep

In casi specifici è possibile applicare le faccette dentali senza alcuna preparazione del dente e si parla di “no-prep”, come quelle volte alla chiusura dei diastemi o per allungare denti usurati come nel caso del bruxismo. Nel caso di diastemi sono utili piuttosto le faccette addizionali, valide per chiudere piccoli spazi di questo tipo.
Le faccette no-prep non sono adatte in caso di denti molto storti o se desideri denti molto più chiari rispetto al tuo colore naturale. Se i denti sono troppo asimmetrici queste faccette non sono adatte perché si formerebbero dei sovracontorni che impedirebbero la corretta pulizia dei denti e un pessimo risultato estetico.

Dopo aver applicato le faccette dentali

Molte persone si domandano quali cambiamenti ci saranno nelle proprie abitudini di vita dopo aver applicato le faccette dentali e come apparirà il sorriso. Il risultato è certamente commisurato alla bocca del soggetto e al tipo di problema da risolvere.
Come accennato, le faccette dentali sono efficaci per correggere la forma e la posizione dei denti e per renderli più bianchi.
Dopo l’applicazione il sorriso è più bianco, la bocca appare visibilmente più gradevole e sarà più sana in modo naturale.

Dovrai prenderti cura del tuo “nuovo sorriso” e seguire tutte le istruzioni per una corretta manutenzione e salvaguardarne l’integrità più a lungo possibile. Devi evitare di masticare cibi eccessivamente duri, di strappare quelli elastici e di rosicchiare le unghie.

La pulizia dei denti deve essere fatta in modo accurato almeno tre volte al giorno e devi ricordarti di effettuare regolarmente anche quella professionale periodica per rimuovere possibili depositi di placca. Dovresti evitare di assumere cibi e bevande colorate o almeno ridurli al minimo e non fumare.

Svantaggi e vantaggi delle faccette dentali

Svantaggi e vantaggi delle faccette dentali

Per quanto si tratti di un trattamento che vanta un’altissima percentuale di risultati positivi, anche l’applicazione delle faccette potrebbe avere delle controindicazioni e rivelarsi svantaggiosa.

Gli svantaggi:

  1. Per prima cosa, devi tenere conto del fatto che per applicare le faccette dentali il dentista dovrà necessariamente asportare circa 0,7 millimetri di smalto durante la fase di preparazione dei denti.
    L’intervento deve essere fatto in maniera impeccabile, altrimenti potrebbero verificarsi antiestetiche differenze di colore tra i denti.
  2. Le veneers non sono adatte inoltre per tutti coloro che soffrono di bruxismo, salvo l’utilizzo di appositi bite per porre rimedio al disagio onde evitare di danneggiare le
    faccette.
  3. Per attaccare le faccette è necessario limare i denti e un’operazione di questo tipo renderebbe denti già sensibili ancora più problematici: ne è pertanto sconsigliata l’applicazione a un soggetto già ipersensibile.

I vantaggi

  1. Uno dei vantaggi quando decidi di applicare le faccette dentali in modo da risolvere i problemi del tuo sorriso è che si tratta di un trattamento durevole nel tempo. Per almeno 10 anni questo tipo di intervento ti consente di non doverti più preoccupare di nulla e se sei una persona che dedicherà cura e attenzione alle veneers, potresti essere a posto anche per 20 anni.
  2. Un altro vantaggio è quello di avere in bocca una protesi non permanente, quindi potrai limarla e rimuoverla per sostituirla con un’altra o con una corona se questo si rendesse necessario perché la salute del dente ha subito alterazioni.
  3. La possibilità che una faccetta si stacchi dal dente è davvero esigua: la percentuale di rischio è pari al 2% in cinque anni e appunto, se sei una persona accorta e attenta, è praticamente impossibile che accada.
    Sebbene sia molto improbabile che le faccette si stacchino dai denti, se un professionista non fosse tale oppure usasse materiali scadenti, la possibilità di un distacco aumenterebbe sensibilmente.
    Le resine che compongono la faccetta dentale sono molto resistenti e nel caso si verifichino delle piccole scheggiature, il professionista potrà intervenire restaurando esclusivamente la parte danneggiata con delle porzioni di ceramica.
  4. Sono considerati vantaggi indiscutibili anche il fatto di ottenere dei risultati che saranno in grado di donare armonia al sorriso e una naturalezza di gran lunga superiori ad altre tecniche analoghe.
  5. Si aggiunga poi il fatto che il trattamento è rapidissimo, essendo sufficienti solamente due sedute per applicare le veneers.
    Le faccette dentali oltre a evitare al paziente di doversi sottomettere ad anni di apparecchi fissi e mobili, non danneggiano e non indeboliscono il dente rispetto a quanto potrebbe fare una capsula.

Concludiamo ricordando che l’applicazione di questo strumento è talmente facile, comodo, rapido e funzionale che in pochi giorni ti permetterà di correggere: posizione, forma e colore dei denti, donandoti un sorriso bianco, bello e sano.