Gomme Da Masticare: Fanno Bene O Male Ai Nostri Denti?

Le gomme da masticare ci aiutano a migliorare la nostra igiene orale o rischiano di essere dannose? In questo articolo troverai la risposta a tutte le tue domande

Gomme Da Masticare Fanno Bene O Male Ai Nostri Denti
INDICE

In molti abbiamo l’abitudine a fare uso di gomme da masticare, vuoi nella convinzione che possano aiutare con la nostra igiene orale, vuoi per semplice consuetudine, ma sappiamo veramente cosa contengono? Sono davvero in grado di migliorare la salute dei nostri denti, o si tratta solo di una strategia di marketing?

Sei curiosa di scoprire se le gomme da masticare siano davvero utili come pubblicizzato? Per scoprirlo non devi fare altro che continuare a leggere!

Con zucchero o senza zucchero?

Il primo aspetto importante da considerare quando si tratta di valutare gli effetti benefici di una gomma da masticare è la presenza o meno di zuccheri. Questo è, di fatto, l’aspetto più rilevante nel riconoscere una gomma da masticare nociva per i nostri denti.

In presenza di zucchero, infatti, i batteri responsabili della carie presenti nella nostra bocca trovano a loro disposizione una riserva energetica che ne favorisce la replicazione e l’attacco dei denti. In altre parole, le gomme da masticare contenenti zucchero favoriscono la carie dentale e, pertanto, andrebbero evitate.

Cosa dire, invece, delle gomme da masticare senza zucchero? Oltre a non contribuire alla carie come le loro sorelle zuccherate, esse sono anche in grado di partecipare attivamente alla salute orale? Si tratta di un discorso complesso che vale la pena approfondire.

Alla luce del fatto che le gomme da masticare con zucchero sono nocive per i denti, il loro consumo andrebbe evitato.

Per questa ragione, le considerazioni che seguono su benefici e rischi delle gomme da masticare sono da considerarsi inerenti alle sole gomme da masticare senza zucchero.

I benefici delle gomme da masticare

1. Un aiuto ulteriore per combattere la carie

La carie dentale è una patologia complessa, in cui molti fattori diversi possono giocare un ruolo più o meno importante, ma, volendo individuare un colpevole principale, questo sarebbe lo Streptococcus Mutans.

Questo batterio è, infatti, il principale responsabile della placca dentaria, la quale, se lasciata a sé, diventa terreno fertile per la formazione di carie e tartaro.

Il miglior modo per contrastare la formazione di placca è un lavaggio regolare dei denti, ma cosa succede in quelle situazioni in cui questo non è possibile, per esempio quando ci si trova all’improvviso fuori casa? Fortunatamente si è visto come le gomme da masticare con xilitolo siano un aiuto nel contrastare la crescita dello Streptococcus Mutans.

Possiamo quindi affermare che masticare gomme allo xilitolo, per quanto non possa ovviamente sostituire del tutto il lavaggio dei denti e l’utilizzo del filo interdentale, sia in grado, come misura aggiuntiva, di dimostrarsi un aiuto nel contrastare la formazione della carie.

2. Masticare gomme migliora la salivazione

Molte persone soffrono di bocca secca e questo è particolarmente vero per chi è affetto da patologie come Sindrome di Sjogren e artrite reumatoide.

Si tratta di un problema a prima vista banale, ma nasconde numerose insidie, tra cui un aumento del rischio di carie dentale, oltre che di afte e ulcere orali.

Le gomme da masticare possono aiutare in questi casi, dato che stimolano la produzione di saliva. Questo aiuta nel proteggere la bocca dall’azione dei batteri, per via di un’azione di detersione a livello del cavo orale, la quale fa sì che i microrganismi non abbiano tempo a sufficienza per iniziare la loro azione erosiva a livello dentale.

3. Un aiuto per i problemi di alitosi

L’alito cattivo è un problema davvero sgradevole che affligge molte persone. Una buona igiene orale, attraverso pulizia regolare con spazzolino e filo interdentale, è sicuramente il modo migliore per contrastarlo, ma, in alcuni casi, questa può non bastare.

Un aiuto ulteriore può essere dato dalle gomme da masticare, che si sono dimostrate utili per contrastare l’alito cattivo, in particolare quelle contenenti:

  • Probiotici come il lactobacilllus;
  • Acetato di zinco;
  • Estratto di magnolia ed eucalipto.

Consumi molte gomme da masticare?

4. Masticare gomme migliora l’attenzione

Questo beneficio è sicuramente meno ovvio rispetto ai precedenti, perché non ha a che fare con l’igiene del cavo orale. Si è visto, infatti, come le gomme da masticare possano migliorare le funzioni cognitive, aumentando il livello di attenzione e riducendo lo stress.

Non si è certi sul motivo alla base di questo beneficio, ma l’opinione più comune è che l’atto di masticare possa aumentare il flusso sanguigno a livello cerebrale, migliorandone quindi, pur parzialmente, le funzioni. Altri ritengono che il miglioramento dell’attenzione sia dovuto a un calo dei livelli di cortisone, ormone legato allo stress.

Qualunque sia il vero motivo, questo effetto benefico delle gomme da masticare è sicuramente gradito.

I pericoli delle gomme da masticare

1. Aumento del rischio di problemi alla mandibola

L’articolazione temporo-mandibolare, il fulcro su cui si muove la mandibola, è piuttosto fragile e prona a problemi di varia natura. Essa è, infatti, spesso sede di dolore, fastidiosi click o, per fortuna raramente, di problemi più gravi, come lussazioni e necrosi.

Vista la continua sollecitazione cui questa articolazione viene sottoposta nell’atto di masticare una gomma, ti apparirà chiaro come questa abitudine possa costituire un rischio per la salute della giunzione temporo-mandibolare.

Come evitare, quindi, che si possano presentare problemi? Il modo migliore è utilizzare le gomme da masticare con moderazione, non più di dieci minuti per un massimo di due volte al giorno.

2. Masticare troppo induce mal di testa

Non si sa bene quale sia il motivo, ma è risaputo che masticare eccessivamente le gomme possa portare a problemi di mal di testa cronico.

La causa potrebbe stare nella continua sollecitazione dell’articolazione temporo-mandibolare, che abbiamo visto poco fa, oppure nell’ipertrofia (aumento di volume) dei muscoli masticatori e nella tensione che essi generano nel corso della loro contrazione.

Qualunque sia la ragione (probabilmente si tratta di una combinazione dei fattori citati), questo problema sembra essere particolarmente rilevante per i soggetti predisposti a mal di testa, per esempio nelle persone afflitte da emicrania.

Pertanto, se soffri di mal di testa, dovresti limitare il tuo consumo di gomme da masticare.

3. Le gomme da masticare possono dare alcuni problemi digestivi

Normalmente l’atto della masticazione avviene nel momento dell’assunzione di cibo e a esso si associano alcune risposte fisiologiche che vengono evocate anche quando, come nel caso delle gomme da masticare, il cibo in realtà non c’è.

Questo fa sì che lo stomaco aumenti la produzione di acido in risposta alla masticazione, ma, dal momento che nessun cibo in realtà è stato assunto, questa secrezione acida risulta essere, di fatto, inutile, se non addirittura dannosa.

La produzione di acidi gastrici a stomaco vuoto, infatti, pone a rischio di gastriti, ulcere e infiammazioni. Oltre a questo, si è visto come la presenza nelle gomme da masticare di xilitolo, che tanto bene fa alla bocca, può avere un effetto lassativo, stimolando la motilità dell’intestino.

Per queste ragioni gli individui con problemi di acidità di stomaco o di intestino irritabile dovrebbero prestare particolare attenzione nel caso di consumo di gomme.

Conclusione

Le gomme da masticare possono essere un importante aiuto per la salute dei nostri denti, ma per evitare alcuni effetti spiacevoli è importante usarle con moderazione.

Naturalmente esse non possono sostituire la pulizia con lo spazzolino, bensì possono costituire un mezzo aggiuntivo per aiutarci ulteriormente a mantenere i nostri denti puliti e bianchi.

Per una giusta igiene orale, ricordati di:

  • Spazzolarti i denti due volte al giorno, per due minuti ciascuna volta (meglio se con uno spazzolino elettrico, che pulisce molto più di uno spazzolino tradizionale);
  • Usare il filo interdentale una volta al giorno;
  • Assicurarti di non tralasciare alcune aree della tua bocca (alcuni spazzolini elettrici avanzati come Oral-B Smart 4 e Oral-B iO possono essere di grande aiuto in questo);
  • Sottoporti a regolari sedute di pulizia dentale.

Hai trovato questo articolo utile?