Denti bianchi: una necessità o solo una tendenza?

Perchè desideriamo così ardentemente avere denti bianchissimi? E quanto ci costa in termini di denaro ed effetti collaterali? Scoprilo con noi.

Denti bianchi una necessità o solo una tendenza
INDICE

Uno degli inestetismi più odiati soprattutto dalle donne è rappresentato dalle imperfezioni cromatiche dei denti. Di fatti, l’assunzione di cibi acidi, l’abitudine del fumo nonché anche l’utilizzo di alcune tipologie di medicinali, portano all’ingiallimento dello smalto dei denti e possono causare l’insorgenza di macchie, contraddistinte da colorazioni variabili a seconda della loro causa, ma certamente poco estetiche.
A dire la verità, ognuno di noi vorrebbe avere una dentatura bianca e splendente come quella degli attori e dei personaggi Tv ma, nonostante si porti avanti una corretta pulizia, non è possibile ottenere i medesimi risultati senza intervenire artificialmente.
Per questo motivo, uno dei trattamenti più richiesti in un ambulatorio odontoiatrico è proprio lo sbiancamento dentale, una procedura con la quale è possibile rimuovere la totalità di macchie e aloni gialli sui denti e sfoggiare quindi un sorriso da star.

Perché è così importante avere i denti bianchi?

Perché è così importante avere i denti bianchi

Lo sbiancamento dentale è divenuto con gli anni uno dei trattamenti più in voga non solo dai personaggi di notorietà pubblica, ma anche dalle cosiddette “persone normali”; ciò è dovuto a una serie di diversi fattori tra i quali si richiama sicuramente quello relativo al fatto che oggi viene rivolta una maggiore attenzione alla cura del proprio corpo rispetto al passato e quindi si punta ad avere un aspetto quanto più impeccabile possibile. Se si prende in considerazione anche il fatto che l’esposizione sui social e la condivisione virtuale di un’immagine di sé (non sempre corrispondente a quella reale) in grado di suscitare invidia e apprezzamento, ecco che nasce l’esigenza di voler sfoggiare una bocca perfetta, con denti candidi e capaci di creare l’impatto desiderato.

A onor del vero, c’è da dire che un sorriso bianco e curato dà armonia al viso e all’immagine complessiva che si vuole dare agli altri; può essere quindi uno strumento da sfoggiare in ogni circostanza per avere maggiore sicurezza e autostima, dalle relazioni sociali ai rapporti di lavoro. Tuttavia, questa corsa allo sbiancamento dentale e ad essere perfetti a tutti i costi porta inevitabilmente a una domanda: quella dei denti bianchi si tratta di una vera necessità o solo di una tendenza del momento?

Per dare un’idea della portata del fenomeno sbiancamento, ti riporto i dati di una recente ricerca effettuata dall’Aic (Denti bianchissimi, ma senza rischiare di perdere lo smalto). Secondo l’Accademia Italiana di Odontoiatria Conservativa e Restaurativa infatti, si registra in Italia una spesa complessiva che si aggira intorno ai 30 milioni di Euro per i trattamenti sbiancanti, facendo sì che quello dell’odontoiatria sia uno dei settori in continua ascesa ogni anno.
Inoltre, a conferma di questo dato, si evidenzia che le procedure sbiancanti sono circa 1/3 di tutti i trattamenti che è possibile richiedere in ambulatorio dentistico.

Per una valutazione più esaustiva però, devono essere necessariamente considerati anche i prodotti che permettono uno sbiancamento dei denti di tipo domestico; una fetta di mercato importante è rappresentata infatti da kit sbiancanti (qui trovi la nostra selezione degli 8 migliori), penne, dentifrici, striscette e quant’altro offra la possibilità di ottenere una dentatura più bianca senza dover andare regolarmente dal dentista per uno sbiancamento professionale, ma in modo totalmente fai da te.
Questo ci fa capire allora quanto sia notevole l’interesse che gli italiani muovono verso le procedure che permettono di avere denti bianchi, la cui richiesta tende a diventare ancora più frequente nei mesi che precedono la stagione estiva.

Sbiancare i denti? Sì, ma con cautela

Sbiancare i denti Sì, ma con cautela

In alcuni casi, lo sbiancamento risulta essere un trattamento necessario per eliminare un ingiallimento consistente, dovuto ad esempio ad alcune patologie o all’esposizione a particolari minerali oppure ancora per rimuovere le macchie più ostinate causare dal fumo di sigaretta. In altri però si tratta di un vero e proprio trattamento cosmetico che viene richiesto per fini esclusivamente estetici.
Indipendentemente dalla motivazione che è alla base dello sbiancamento dei denti, sia esso professionale o domestico, è bene fare attenzione ai prodotti che vengono utilizzati.

Il principale di questi è rappresentato dal perossido di idrogeno, il quale viene impiegato nei prodotti sbiancanti sia usati dal dentista che disponibili in commercio per un trattamento fai da te. I rischi di un uso spregiudicato e prolungato di perossido di idrogeno sono rappresentati dai danni che questo può determinare non solo sullo smalto dei denti, ma anche sulla dentina; quindi, la carica abrasiva della sostanza è notevole e si esercita anche sugli strati meno superficiali del dente.

Al riguardo infatti, è in vigore un’apposita normativa europea (84/2011) che fissa i parametri da rispettare per l’utilizzo di perossido di idrogeno nei prodotti sbiancanti.
Nel dettaglio, nei prodotti per lo sbiancamento fai da te, la quantità di perossido deve essere inferiore allo 0,1%, mentre per i gel utilizzati dai dentisti, la quantità ammessa deve rientrare tra lo 0,1% e il 6%.
Oltre al perossido si richiama anche un’altra sostanza in grado di sbiancare i denti in modo efficace, ma che occorre usare con attenzione poiché ugualmente pericolosa; si tratta dell’ipoclorito, il quale fa sì che nel lungo periodo si vada incontro a carie e problemi di sensibilità dentinale.

Le nostre conclusioni

Un sorriso bianco e perfetto permette sicuramente di sentirsi più a proprio agio durante le diverse occasioni della vita e si rivela essere senza dubbio anche un ottimo biglietto da visita, ma certi livelli di schiarimento non possono essere ottenuti senza ricorrere a trattamenti cosmetici che possono essere anche abbastanza invasivi.
Nonostante ciò, si assiste a una vera e propria mania per i denti immacolati, il che comporta a volte anche l’affidarsi a centri e a prodotti non in grado di assicurare la dovuta cautela per la salute complessiva della bocca.

In conclusione, considerando i motivi e i vantaggi che è possibile ricavarne, lo sbiancamento dei denti può essere visto quindi sia come un trattamento necessario che come una vera e propria moda, capitanata da star e influencer. In ogni caso, come avviene per tanti altri fenomeni, è sempre bene affidarsi a professionisti del settore e a prodotti sicuri per avere i denti bianchi, poiché il rischio di andare incontro a gengiviti e a danni dentali è dietro l’angolo.
Allora, se sei interessato a ridare nuova luce ai tuoi denti senza dover spendere una fortuna, considera la nostra selezione di migliori kit per lo sbiancamento dei denti fai da te trattati nell’apposita guida all’acquisto.